Menù di navigazione

> Vai alla prima ricorrenza nel documento, indietro (indietro) o avanti (avanti) per spostarti alle occorrenze precedenti o successive

Legislatura X - Atto ispettivo ogg. n. 4872
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
4872 - Interrogazione a risposta scritta circa le azioni da attuare per evitare disservizi e disagi per l'utenza nella tratta ferroviaria Modena-Carpi. A firma del Consigliere: Campedelli

Testo:

Interrogazione a risposta scritta

Il sottoscritto consigliere

Premesso che

 

Nella mattina di martedì 27 giugno sulla tratta Modena Carpi, nell’arco di poco più di tre ore, coincidenti con la fascia più frequentata dai pendolari, si sono contate le soppressioni di sette treni: 20501, 20512, 20513, 20518, 20519, 20525 e 20526.

 

L’evento si deve al fatto che le corse sono garantite da un unico mezzo e, se questo si rompe come è avvenuto in questo caso, non è previsto alcun mezzo sostitutivo che possa garantire il servizio, nonostante le ripetute sollecitazioni dei comitati pendolari a provvedere in tal senso e ipotesi avanzate in tal senso in incontri in cui era presente anche la Regione svolte negli scorsi anni.

 

Evidenziato che

 

Federconsumatori, nel sottolineare come sia inammissibile che un unico treno guasto provochi soppressioni a catena per almeno mezza giornata, rileva come ciò sia imputabile all’erronea valutazione di Trenitalia che quello Modena-Carpi sia solo un collegamento sussidiario a quello Mantova-Modena, quando in realtà non solo è utilizzato da moltissimi pendolari, ma è anche regolarmente previsto e compensato dal contratto di servizio di cui la regione Emilia Romagna è committente.

 

Interroga la Giunta

 

per sapere quali provvedimenti intenda richiedere a Trenitalia al fine di evitare che un banale inconveniente si trasformi in un gravissimo disagio per un’intera collettività.

 

 

Enrico Campedelli