Menù di navigazione
Legislatura VIII- Atto di indirizzo politico ogg. n. 1580
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
1580 - Risoluzione proposta dai consiglieri Aimi, Bartolini e Renzi per esprimere ferma condanna nei confronti della sentenza del tribunale dell'AIA circa la possibilità di partecipazione alle elezioni di un partito olandese che propugna la legalizzazione della pedopornografia, e per chiedere il contrasto nei confronti della pedofilia presso il Governo nazionale ed il Parlamento europeo (documento in data 21 07 06).

Testo:

 RISOLUZIONE
L'Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna,
premesso
che il Tribunale dell'Aja in una recente sentenza
ha deciso di consentire ad un partito olandese
pedofilo (Ndv) di concorrere alle prossime elezioni
politiche olandesi;
considerato
che la decisione del Tribunale dell'Aja confligge
con il diritto fondamentale del minore ad essere
tutelato e protetto da qualsiasi abuso sessuale;
considerato inoltre
che l' Ndv propugna la legalizzazione della
pedopornografia e la legalizzazione della
prostituzione infantile e dei rapporti sessuali con
animali;
che consentire l'accesso alla sfera pubblica di una
società civile a gruppi di pedofili che, per loro
stessa definizione, hanno il solo obiettivo di
perpetuare e promuovere gravi forme di abuso,
equivale a legittimare e favorire lo sviluppo di
queste condotte intollerabili e ignobili;
rilevato
che è inaccettabile che nel nome della tolleranza
di ogni diversità, quindi apparentemente dei
diritti democratici, ma in realtà di un radicato
individualismo, ciascuno faccia della sua vita ciò
che vuole, indipendentemente dalla ricaduta di
queste scelte sulla collettività, e soprattutto sui
bambini, le vittime, dei quali dobbiamo tutelare la
dignità e il diritto all'innocenza;
atteso
che è necessario prendere immediatamente una ferma
e chiara posizione di condanna rispetto alla
sentenza del Tribunale dell'Aja che nel permettere
all' Ndv di poter partecipare alle elezioni
politiche olandesi di fatto legittima la
pedofilia ;
che qualunque tentennamento oltre a condannare alla
violenza e alla morte migliaia di giovani vite oggi
dimostrerebbe che, nella politica vi è una
trasversale colleganza e omertà, per non reprimere
e condannare con sufficiente determinazione e
celerità tutti coloro che abusano dei bambini;
che è necessario prendere posizioni energiche e
inequivocabili di condanna della pedofilia e, di
conseguenza, di attivare tutti quei dispositivi di
legge che consentano l'immediato oscuramento di
tutti i siti pedofili, denunciati sia da
associazioni, come Telefono Azzurro e Meter, che
dalle Forze di Polizia o da privati cittadini;
impegna la Giunta Regionale
$ ad esprime una ferma condanna in ordine alla
sentenza emessa dal Tribunale dell'Aja;
$ a condannare la pedofilia e ad attivare tutte le
iniziative possibili affinché non siano applicati
sconti di pena a chi commette, sotto qualunque
forma, abusi contro minori e, che attraverso tutti
i dispositivi di legge siano immediatamente
oscurati tutti i siti pedofili;
$ a farsi portavoce di questo documento presso il
Governo nazionale e il Parlamento Europeo.
Enrico Aimi
Luca Bartolini
Gioenzo Renzi