Menù di navigazione
Legislatura VIII- Atto di indirizzo politico ogg. n. 1832
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
1832 - Risoluzione proposta dal consigliere Lombardi per evitare di condizionare l'espressione della libera volontà popolare o anticipare deliberazioni assembleari in merito al referendum consultivo di distacco di alcuni comuni dalla Regione Marche (documento in data 18 10 06).

Testo:

 RISOLUZIONE
L'Assemblea Legislativa della Regione
Emilia-Romagna,
Preso atto
che i Consigli Comunali di Casteldelci, Maiolo,
Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant'Agata
Feltria e Talamello, tutti appartenenti alla
Provincia di Pesaro-Urbino e quindi alla Regione
Marche, hanno formalmente deliberato la richiesta
di indizione di un referendum consultivo per
promuovere il loro distacco dalla Regione Marche e
la conseguente aggregazione alla Regione
Emilia-Romagna, così come previsto dall'art.132
comma 2 della Costituzione;
Considerato
che tale iniziativa istituzionale è il frutto di un
vasto movimento di cittadini che ritengono vi siano
comuni radici storiche, culturali, economiche e
sociali tra i territori e le comunità del
Montefeltro e quelli dell'area riminese, talmente
profonde da giustificare e sorreggere la proposta
di revisione dei confini amministrativi;
Valutato
che la consultazione referendaria è stata indetta
per il prossimo mese di dicembre e che qualora
l'esito fosse favorevole al distacco dei comuni
promotori dalla regione di appartenenza per
aggregarsi alla regione Emilia-Romagna, la
Costituzione prevede un pronunciamento
dell'Assemblea Regionale in merito a tale
eventualità rimessa comunque in ultima istanza al
Parlamento;
IMPEGNA
il Presidente della Regione e l'intera Giunta, a
tenere una rigorosa linea di non interferenza e non
intervento rispetto alle posizioni in campo
evitando in ogni modo di condizionare l'espressione
della libera volontà popolare o di anticipare
deliberazioni che costituzionalmente spettano alle
Assemblee regionali.
Marco Lombardi