Menù di navigazione
Legislatura VIII- Atto di indirizzo politico ogg. n. 683
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
683 - Mozione proposta dai consiglieri Dragotto, Aimi, Parma, Galletti e Monaco per impegnare la Giunta a sostenere, a Bologna, i rappresentanti pubblici impegnati nella difesa della legalità (documento in data 27 10 05).

Testo:

 MOZIONE
L'Assemblea regionale,
considerato che
il principio di legalità è uno dei cardini del
contratto sociale che regola la vita di una
comunità, tanto da essere inserito nella
Costituzione del nostro Paese, ed è il fondamento
del buon andamento di un'istituzione e di
un'amministrazione pubblica;
per quanto concerne le politiche in materia di
sicurezza, immigrazione e accoglienza, il principio
di legalità è da considerarsi un mezzo
imprescindibile per raggiungere il fine di un'equa
ed estesa giustizia sociale;
introdurre pericolosi distinguo atti ad enucleare
zone franche all'applicazione del principio di
legalità, da un lato genera tensioni nel tessuto
sociale che alimentano senso di disagio e impotenza
e sentimenti di preoccupazione e risentimento,
dall'altro inibisce la definizione e l'attuazione
di politiche di welfare locale fondate su una piena
sussidiarietà, essa sola capace di realizzare una
compiuta giustizia sociale;
troppo spesso forze politiche della sinistra
radicale e oltranzista giustificano, teorizzano e
appoggiano la marginalizzazione del principio di
legalità;
tale posizione ideologica segna oggi la distanza
culturale, prima che politica, che intercorre fra
la sinistra oltranzista e la sinistra riformista;
s'impegna e impegna la Giunta
a diffondere il valore del principio di legalità,
con tutti i mezzi a disposizione, in tutte le sedi
istituzionali e civili della nostra regione e a
sostenere, in particolare a Bologna, alla luce
degli ultimi accadimenti e del dibattito in corso
sul tema, i rappresentanti istituzionali, gli
amministratori pubblici e gli operatori della
sicurezza oggi impegnati in prima linea nella
difesa e nella piena applicazione di tale
principio.
Dragotto, Aimi, Parma, Galletti e Monaco