Menù di navigazione
Documento vigente: Testo Coordinato

LEGGE REGIONALE 10 dicembre 1997, n. 41

INTERVENTI NEL SETTORE DEL COMMERCIO PER LA VALORIZZAZIONE E LA QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE MINORI DELLA RETE DISTRIBUTIVA. ABROGAZIONE DELLA L.R. 7 DICEMBRE 1994, N. 49(1)

INDICE

chudere cartella Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI
Art. 1 - Finalità
Art. 2 - Programmazione degli interventi
Art. 3 - Iniziative finanziabili
Art. 4 - Gruppo di valutazione tecnica
Art. 5 - Destinatari dei contributi
chudere cartella Titolo II - PROMOZIONE DELL'ASSOCIAZIONISMO E DELLA COOPERAZIONE CREDITIZIA
Art. 6 - Contributi alle cooperative di garanzia e ai consorzi fidi
Art. 7 - Contributi alle cooperative di garanzia e ai consorzi fidi finalizzati alla concessione di contributi in conto interessi attualizzati
Art. 8 - Assegnazione dei contributi alle imprese associate
Art. 9 - Misure dei contributi alle imprese associate
chudere cartella Titolo III - INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA TECNICA
Art. 10 - Progetti per la riqualificazione e la valorizzazione della rete commerciale
Art 10 bis - Programmi di intervento locali per la promozione e la attivazione di "Centri commerciali naturali
Art. 11 - Progetti per l'assistenza tecnica
espandere cartella Titolo III bis - Interventi a sostegno degli esercizi commerciali polifunzionali
chudere cartella Titolo IV - INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI QUALITÀ AZIENDALE
Art. 12 - Studi di valutazione
Art. 13 - Sistemi di qualità aziendale
Art. 14 - Attività finanziate
Art. 15 - Contributi per la certificazione del sistema di qualità
Art. 16 - Attività di sensibilizzazione e informazione
chudere cartella Titolo V - DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE
Art. 17 - Controlli
Art. 18 - Norma finanziaria
Art. 19 - Variazione di bilancio
Art. 20 - Abrogazioni
Art. 21 - Norma transitoria
Art. 22 - Dichiarazione d'urgenza

Note del Redattore:

Ai sensi dell'art. 38 della L.R. 29 dicembre 2006 n. 20, i residui e le economie relative ai contributi in conto capitale, di cui alla presente legge, erogati dalla Regione Emilia-Romagna alle Amministrazioni provinciali, possono essere utilizzati dalle stesse Amministrazioni provinciali per il finanziamento di programmi provinciali di intervento nel settore del commercio, ai sensi della presente legge negli anni successivi a quello cui si riferisce il residuo o l'economia. Tale utilizzo è previamente autorizzato dalla Giunta regionale.