Menù di navigazione
Legislatura X - Commissione IV - Processo Verbale del 12/12/2016 antimeridiano

Processo verbale n. 41

Seduta del 12 dicembre 2016

 

Il giorno 12 dicembre 2016 alle ore 10,00 è convocata, con nota prot. n. AL.2016.56718 del 07/12/2016, presso la sede dell’Assemblea legislativa in Bologna Viale A. Moro n. 50, la Commissione Politiche per la Salute e Politiche sociali.

 

Partecipano alla seduta i consiglieri:

 

Cognome e nome

Qualifica

Gruppo

Voto

 

ZOFFOLI Paolo

Presidente

Partito Democratico

5

presente

CARDINALI Alessandro

Vicepresidente

Partito Democratico

4

presente

SENSOLI Raffaella

Vicepresidente

Movimento 5 Stelle

3

presente

ALLEVA Piergiovanni

Componente

L’Altra Emilia Romagna

1

assente

BAGNARI Mirco

Componente

Partito Democratico

2

presente

BIGNAMI Galeazzo

Componente

Forza Italia

2

assente

BOSCHINI Giuseppe

Componente

Partito Democratico

1

assente

CALIANDRO Stefano

Componente

Partito Democratico

1

assente

CALVANO Paolo

Componente

Partito Democratico

2

assente

CAMPEDELLI Enrico

Componente

Partito Democratico

1

presente

DELMONTE Gabriele

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

2

assente

FABBRI Alan

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

2

assente

FOTI Tommaso

Componente

Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale

1

assente

GIBERTONI Giulia

Componente

Movimento 5 Stelle

1

assente

MARCHETTI Daniele

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

5

presente

MARCHETTI Francesca

Componente

Partito Democratico

2

presente

MORI Roberta

Componente

Partito Democratico

2

presente

PARUOLO Giuseppe

Componente

Partito Democratico

2

presente

SASSI Gian Luca

Componente

Movimento 5 Stelle

1

assente

SERRI Luciana

Componente

Partito Democratico

2

presente

SONCINI Ottavia

Componente

Partito Democratico

1

presente

TARASCONI Katia

Componente

Partito Democratico

1

presente

TARUFFI Igor

Componente

Sinistra Ecologia libertà

2

presente

ZAPPATERRA Marcella

Componente

Partito Democratico

4

assente

 

Sono presenti i consiglieri: Antonio MUMOLO in sostituzione di Marcella ZAPPATERRA e Gianni BESSI in sostituzione Paolo CALVANO.

 

È altresì presente il consigliere Fabio RAINIERI.

 

Partecipano alla seduta: S. Ferro (Serv. Assistenza ospedaliera), P. Soli (Serv. Assistenza territoriale), K. Petropulacos (Dir. gen. Cura della persona, salute e welfare).

 

Presiede la seduta: Paolo ZOFFOLI

Assiste la segretaria: Nicoletta Tartari

Funzionario estensore: Vanessa Francescon


Il presidente ZOFFOLI dichiara aperta la seduta alle ore 10,15.

 

- Approvazione del processo verbale n. 40 del 2016

 

La Commissione approva all’unanimità.

 

Il presidente ZOFFOLI propone alla Commissione un’inversione dell’ordine del giorno e dunque la trattazione preliminare delle informative previste in convocazione.

 

La Commissione concorda.

 

- Informativa dell’Assessorato Politiche per la salute, prevista dalla risoluzione oggetto n. 3278, approvata il 27 settembre 2016, sull’attuazione del “Percorso epilessia”.

 

Il presidente ZOFFOLI introduce l’argomento.

 

Il dott. FERRO svolge il suo intervento avvalendosi di slide.

 

Il presidente ZOFFOLI avverte la Commissione che le slide saranno distribuite ai commissari.

 

Intervengono i consiglieri SENSOLI e MARCHETTI D. chiedendo dei chiarimenti.

 

Il dott. SOLI e il direttore PETROPULACOS offrono i chiarimenti richiesti.

 

- Informativa dell’Assessorato Politiche per la salute circa la riduzione delle liste d’attesa per i ricoveri chirurgici programmati.

 

Il presidente ZOFFOLI introduce l’argomento.

 

Il direttore PETROPULACOS svolge l’informativa avvalendosi di slide.

 

Intervengono la consigliera SENSOLI e il presidente ZOFFOLI.

 

Replica il direttore PETROPULACOS.

 

Interviene la consigliera SERRI.

 

- Informativa dell’Assessorato Politiche per la salute sugli accordi siglati il 19 settembre 2016 e 29 novembre 2016 con le rappresentanze sindacali del personale sanitario dipendente della dirigenza e del comparto e del personale convenzionato.

 

Il presidente ZOFFOLI introduce l’argomento.

 

Il direttore PETROPULACOS svolge l’informativa.

 

Intervengono il consigliere MARCHETTI D. e il presidente ZOFFOLI.

 

Risponde il direttore PETROPULACOS.

 

Il presidente ZOFFOLI ribadisce che il materiale oggetto delle informative sarà reso disponibile il prima possibile.

 

2899 - Petizione popolare per il potenziamento dell'ospedale di Borgo Val di Taro (PR). (Delibera dell'Ufficio di Presidenza di ammissibilità n. 52 del 06 07 16)

 

Il presidente ZOFFOLI ricorda che dopo la discussione sulla petizione in oggetto, la Commissione deve votare la relazione di risposta. A tal fine è stata trasmessa una nota ai commissari.

 

Intervengono i consiglieri CARDINALI e MARCHETTI D.

 

Il presidente ZOFFOLI, in assenza di ulteriori interventi, pone in votazione, come relazione di risposta alla petizione, la nota trasmessa ai commissari unitamente alla convocazione.

 

La Commissione approva la relazione con 24 voti favorevoli (PD), 8 contrari (LN, M5S) e nessun astenuto.

 

La seduta termina alle ore 12,10.

 

Approvato nella seduta del 16 gennaio 2017.

 

La segretaria

Il Presidente

Nicoletta Tartari

Paolo Zoffoli

 


 

ALLEGATO

 

 

Relazione all’Assemblea legislativa sulla petizione oggetto n. 2899

ai sensi dell’articolo 121, comma 2, del Regolamento interno

 

L'Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro è inserito nella rete ospedaliera aziendale che comprende anche l'Ospedale di Vaio (Fidenza). I documenti di programmazione sanitaria inseriscono appieno l'Ospedale di Borgo Val di Taro nella rete ospedaliera provinciale con funzioni a servizio sia del bacino d'utenza distrettuale, che dell'intera provincia. Il progetto di riorganizzazione del Presidio ospedaliero aziendale, nel quale è inserito l’Ospedale di Borgo Val di Taro è stato presentato e condiviso con l’Ufficio di Presidenza della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, con le Organizzazioni Sindacali e con il Comitato di Distretto Valli Taro e Ceno.

 

L'integrazione nei Dipartimenti trasversali del Presidio ospedaliero aziendale delle Unità Operative dell'Ospedale di Borgo Val di Taro rappresenta infatti un valore aggiunto, in quanto consente, come d'altronde già da tempo sperimentato, la collaborazione delle eccellenze professionali presenti in entrambi gli ospedali sopra citati, con grandi vantaggi per il mantenimento e il miglioramento della "clinical competence". Inoltre, i percorsi dei ricoverati possono fruire di entrambe le strutture, a seconda delle specificità degli assetti patologici e delle necessità cliniche.

 

Nel primo semestre 2015, l'Azienda Usl di Parma ha portato a compimento il proprio progetto di ridefinizione del modello organizzativo del Presidio Ospedaliero Aziendale, istituendo tre Dipartimenti integrati, che comprendono le strutture di entrambi gli ospedali e che sono: il Dipartimento di Emergenza-Urgenza e della Diagnostica, il Dipartimento di Medicina ed il Dipartimento Chirurgico.

 

Le strutture operative dell'Ospedale di Borgo Val di Taro sono state assegnate funzionalmente ai tre Dipartimenti integrati:

 

-          al Dipartimento di Emergenza-Urgenza e della Diagnostica: il Punto di primo intervento ospedaliero (con funzione anche di Pronto soccorso); l’Unità Operativa Complessa (UOC) di Anestesia; la UOC di Radiologia, la Unità Operativa Semplice (UOS) di Riabilitazione cardiologica e la UOS di Patologia Clinica (laboratorio analisi);

 

-          al Dipartimento di Medicina: la UOS dipartimentale di Medicina interna (comprendente il Day hospital medico ad orientamento oncologico, l'unità funzionale di Lungodegenza post acuzie). L’UOS è stata riorganizzata secondo i criteri dell'Ospedale per intensità di cure con individuazione di posti letto monitorati ad alta valenza clinica, dotati di apposito strumentario per interventi cardiologici urgenti e ventilazione meccanica non invasiva, dedicati a pazienti complessi sia nel perioperatorio che per patologie acute internistiche, posti letto per osservazione breve internistica a disposizione del Punto di Primo Intervento Ospedaliero e posti letto per pazienti con patologie infettive trasmissibili;

 

-          al Dipartimento Chirurgico: le UOC di Ortopedia e Chirurgia generale e la UOS di Ostetricia e Ginecologia.

 

Nel 2015 sono stati attivati n. 16 posti letto di Ospedale di Comunità, poi portati a n. 18 posti letto nel corso del 2016, riconvertendo altrettanti posti di Medicina interna e Lungodegenza post acuzie dell'Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro, in accordo con il Comitato di Distretto Valli Taro e Ceno.

 

Per quanto riguarda le Unità Operative dell'Ospedale di Borgo Val di Taro, quella di Medicina interna è stata configurata come struttura semplice a valenza dipartimentale al fine di rendere possibile un processo di rinnovamento dell'organico medico che tende a valorizzare i giovani e valenti professionisti che sono recentemente entrati nell'équipe e che rappresentano il futuro della struttura in questione. La direzione è stata affidata ad un dirigente medico con specializzazione in medicina interna, dottorato di ricerca in fisiopatologia dell'insufficienza renale e diploma di formazione in rianimazione cardiopolmonare avanzata (ACLS), che si avvale della collaborazione di alcuni dirigenti di esperienza pluridecennale, oltre che dell'ingresso nell'équipe di giovani specialisti che coprono le esigenze della UO anche nelle discipline di cardiologia e nefrologia. Nella stessa équipe, svolge la sua attività anche un dirigente medico che, oltre alla specialità in geriatria, ha conseguito quella di anestesia, con il precipuo scopo di dedicarsi anche alle cure palliative ed alla terapia del dolore.

 

Per l’Unità Operativa di Chirurgia generale è in fase avanzata la procedura concorsuale per la copertura del posto di direttore. Nell'attesa degli esiti, permane l'incarico conferito al direttore della UOC di Chirurgia generale dell'Ospedale di Vaio, professore ordinario di chirurgia generale dell'Università degli Studi di Parma.

 

Il direttore della UOC di Ortopedia e Traumatologia dell'Ospedale di Borgo Val di Taro, nonché direttore del Dipartimento Chirurgico del Presidio Ospedaliero aziendale, ha svolto sino all’ottobre 2016 anche le funzioni di Direttore di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale di Vaio, che conferma il livello delle competenze professionali presenti nella UOC dell’ospedale S. Maria, pienamente operativa con alti livelli di produttività e complessità della casistica, in linea con l’attività dell’anno 2015.

 

Il confermato Punto di primo intervento ospedaliero, già oggetto di procedura di accreditamento, svolge le funzioni di Pronto soccorso e di emergenza-urgenza territoriale. I posti letto dell'Osservazione Breve sono individuati allo stesso piano dell'Ospedale, nell'ambito dell'area di degenza organizzata per intensità di cure, che comprende tutte le strutture di ambito medico. Al punto di primo intervento è collegato il servizio di continuità assistenziale (guardia medica territoriale festiva e notturna ed automedica), che è pienamente funzionante, secondo le vigenti normative nazionali, regionali e locali in materia. È in progetto un potenziamento del Punto di primo intervento con riorganizzazione della rete dell'emergenza-urgenza.

 

Il Punto Nascita di Borgo Val di Taro è tuttora attivo nella nuova configurazione dipartimentale, che prevede l'inserimento nell'area materno infantile del Dipartimento Chirurgico. Nel Punto nascita i nati (residenti o meno) sono passati da 207 del 2011 a 154 del 2015; nei primi 10 mesi del 2016, sono stati espletati 106 parti, con selezione accuratissima di gravidanze da ritenere perfettamente fisiologiche. Per quanto riguarda il futuro del punto nascita va tenuto presente che la sicurezza della madre, del bambino e dei professionisti costituisce una priorità assoluta: le valutazioni in merito, che sono innanzitutto tecniche, devono avvenire nelle sedi preposte, quali la Commissione Nascita regionale che possiede tutte le necessarie e qualificate competenze per poter valutare le condizioni delle strutture, organizzative e professionali.

 

Infine, per completezza di informazione, si ricorda che l'Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro ha visto negli ultimi anni importanti investimenti per tecnologie ed interventi strutturali per un importo di oltre 7,8 milioni considerando i lavori fino ad ora effettuati e quelli già programmati e finanziati (comprensivi di 700 mila euro finanziati ex art. 20 Legge 67/1988 con la recente sottoscrizione dell'Accordo di programma Stato-Regione). Per quanto riguarda la diagnostica, si evidenzia l'acquisto di una risonanza magnetica da 1,5 Tesla, una Tac a 16 strati e la digitalizzazione di tutta la Radiologia.

 

A questo si aggiungono:

 

-          i lavori di consolidamento antisismico della struttura, per un importo complessivo di 2 milioni e 200 mila euro (relativi ai soli interventi indifferibili, cosiddetti "a tempo zero");

 

-          la ristrutturazione delle degenze di medicina, lungoassistenza, ortopedia e hospice già terminata;

 

-          l'avvio del progetto di informatizzazione della cartella clinica che inizia proprio dall'Ospedale di Borgo Val di Taro (progetto della durata di tre anni che vede un investimento di circa 400 mila euro).

 

Sono inoltre previsti lavori relativi al corpo storico che consentiranno di realizzare la Casa della Salute ed è inoltre in corso di valutazione, in collaborazione con l'Amministrazione comunale, un progetto per realizzare un collegamento che migliori l'accessibilità all'ospedale dal centro del paese.