Menù di navigazione
Legislatura X - Commissione II - Processo Verbale del 13/02/2019 pomeridiano

Processo verbale n. 7

Seduta del 13 febbraio 2019

 

Il giorno 13 febbraio 2019 alle ore 14,30 è convocata, con nota prot. n. AL/2019/3365 del 07/02/2019, presso la sede dell’Assemblea legislativa in Bologna Viale A. Moro n. 50, la Commissione Politiche economiche.

 

Partecipano alla seduta i consiglieri:

Cognome e nome

Qualifica

Gruppo

Voto

 

SERRI Luciana

Presidente

Partito Democratico

5

presente

BAGNARI Mirco

Vicepresidente

Partito Democratico

5

presente

DELMONTE Gabriele

Vicepresidente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

4

assente

ALLEVA Piergiovanni

Componente

L’altra Emilia Romagna

1

assente

BARGI Stefano

Componente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

1

presente

BERTANI Andrea

Componente

Movimento 5 Stelle

2

assente

BESSI Gianni

Componente

Partito Democratico

2

presente

CALIANDRO Stefano

Componente

Partito Democratico

1

assente

FACCI Michele

Componente

Gruppo Misto

1

presente

GALLI Andrea

Componente

Forza Italia

1

assente

GIBERTONI Giulia

Componente

Movimento 5 Stelle

1

presente

LIVERANI Andrea

Componente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

1

presente

LORI Barbara

Componente

Partito Democratico

5

presente

MARCHETTI Francesca

Componente

Partito Democratico

2

presente

MOLINARI Gian Luigi

Componente

Partito Democratico

2

presente

MONTALTI Lia

Componente

Partito Democratico

1

presente

MUMOLO Antonio

Componente

Partito Democratico

2

presente

POMPIGNOLI Massimiliano

Componente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

1

presente

PRODI SILVIA

Componente

Gruppo Misto

1

presente

RAINIERI Fabio

Componente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

1

assente

RANCAN Matteo

Componente

Lega Nord Padania Emilia e Romagna

1

presente

ROSSI Nadia

Componente

Partito Democratico

1

presente

SABATTINI Luca

Componente

Partito Democratico

3

presente

SASSI Gian Luca

Componente

Gruppo Misto

1

presente

SENSOLI Raffaella

Componente

Movimento 5 Stelle

1

presente

TAGLIAFERRI Giancarlo

Componente

Fratelli d’Italia

1

presente

TORRI Yuri

Componente

Sinistra Italiana

2

presente

Sono altresì presenti l’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca Simona CASELLI e l’assessore al Turismo e commercio Andrea CORSINI.

Presiedono la seduta: Luciana SERRI e Mirco BAGNARI

Assiste il segretario: Giovanni Fantozzi

Funzionario estensore: Vanessa Francescon


La presidente SERRI dichiara aperta la seduta alle ore 14,45

 

-          Approvazione del processo verbale n. 6 del 2019;

 

La Commissione approva a maggioranza con la sola astensione della consigliera Gibertoni.

 

7762 -Interrogazione a risposta orale in commissione circa la realizzazione del collegamento tra le stazioni sciistiche del Corno alle Scale e della Doganaccia sul versante toscano. A firma del Consigliere: Facci

 

La presidente SERRI introduce il primo punto all’ordine del giorno.

 

Il consigliere FACCI illustra il contenuto della sua interrogazione.

 

Risponde l’assessore CORSINI.

 

Il consigliere FACCI replica, dichiarandosi non soddisfatto della risposta dell’Assessore.

 

7391 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Norme per lo sviluppo, l'esercizio e la tutela dell'apicoltura in Emilia-Romagna". (Delibera di Giunta n. 1801 del 29 10 18)

(Relatrice consigliera Luciana Serri)

(Relatore di minoranza consigliere Matteo Rancan)

Discussione generale ed esame articolato

 

La presidente SERRI introduce l’oggetto successivo di cui è relatrice di maggioranza. Cede quindi la presidenza al vicepresidente Bagnari.

 

Il consigliere Bagnari assume la presidenza.

 

Il vicepresidente BAGNARI apre la discussione generale sul progetto di legge all’esame.

 

La consigliera GIBERTONI esprime le sue considerazioni, anticipando che presenterà, sul tema, degli ordini del giorno in Aula.

 

Prendono la parola la presidente SERRI e l’assessore CASELLI.

 

Il vicepresidente BAGNARI, in assenza di altri interventi, dichiara chiusa la discussione generale e procede con l’esame dell’articolato.

 

Articolo 1

Sull’articolo 1 insistono gli emendamenti nn. 1 e 2.

 

Con separate votazioni di identico esito la Commissione accoglie con 34 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) gli emendamenti nn. 1 e 2.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 34 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sull’articolo 1 così come emendato.

 

Articolo 2

Articolo 3

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 34 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sugli articoli 2 e 3.

 

Articolo 4

Sull’articolo 4 insiste l’emendamento n. 3.

 

La Commissione accoglie con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) l’emendamento n. 3.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sull’articolo 4 così come emendato.

 

Articolo 5

Articolo 6

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sugli articoli 5 e 6.

 

Articolo 7

Sull’articolo 7 insistono gli emendamenti nn. 4, 5, 6, 7 e il subemendamento n. 8 che sostituisce l’emendamento n. 5.

 

Con separate votazioni di identico esito la Commissione accoglie con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) gli emendamenti nn. 4, 6, 7 e il subemendamento 8.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sull’articolo 7 così come emendato.

 

Articolo 8

Articolo 9

Articolo 10

Articolo 11

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 33 voti favorevoli (PD, SI, LN, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Sassi) sugli articoli 8, 9, 10, e 11.

 

Il vicepresidente BAGNARI chiede ai relatori se intendano svolgere la relazione orale o scritta.

 

Entrambi i relatori, SERRI e RANCAN, anticipano che svolgeranno la relazione orale.

 

La presidente Serri riassume la presidenza

 

-     Informativa dell’assessore all’Agricoltura, caccia e pesca Simona Caselli sul futuro della politica agricola comune (PAC) e sul quadro finanziario pluriennale (QFP) post 2020

(Approfondimento per la Sessione europea 2019 ogg. 7880)

 

La presidente SERRI introduce l’ultimo punto all’ordine del giorno.

 

L’assessore CASELLI svolge l’informativa con il supporto di slide.

 

Prendono la parola la presidente SERRI e il consigliere FACCI.

 

L’assessore CASELLI risponde.

 

Il consigliere TORRI esprime le sue considerazioni.

 

La presidente SERRI, in assenza di altri interventi, dichiara chiusa la seduta.

 

La seduta termina alle ore 16,10.

 

Approvato nella seduta del 20 febbraio 2019.

 

Il segretario

I Presidenti

Giovanni Fantozzi

Luciana Serri e Mirco Bagnari

 


ALLEGATO

 

Emendamenti all’oggetto 7391

 

Emendamento 1/Serri e altri

Al comma 1 dell’articolo 1 dopo le parole “dell’agricoltura in generale.” sono aggiunte le seguenti parole “Per i medesimi fini la Regione Emilia-Romagna riconosce altresì l’importanza degli insetti pronubi.”

 

Emendamento 2/Serri e altri

Al comma 2 dell’articolo 1 dopo le parole dopo le parole “di ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse apistiche” sono inserite le parole “attraverso la pratica del nomadismo”.

 

Emendamento 3/Serri e altri

Al comma 3 dell’articolo 4 le parole “nonché da altri soggetti pubblici e privati.” Sono sostituite dalle parole “da altri soggetti pubblici, nonché da privati esperti del settore.”

 

Emendamento 4/Serri e altri

Al comma 1 le parole “questo ecotipo autoctono” sono sostituite dalle parole “questa sottospecie autoctona”;

 

Emendamenti 5/Serri e altri

Il comma 3 è così interamente sostituito:

“3. Gli allevatori che producono e commercializzano materiale apistico vivo della sottospecie Apis mellifera ligustica, iscritti all’Albo Nazionale degli Allevatori di Api Italiane o ad altra Associazione di allevatori di api regine, possono richiedere l’istituzione di zone di rispetto per la realizzazione ed il funzionamento di stazioni di fecondazione controllata dell’ampiezza massima di 10 km di raggio attorno ai propri apiari destinati all’allevamento, riproduzione e fecondazione del materiale selezionato, secondo i requisiti stabiliti dal Disciplinare dell’Albo Nazionale degli Allevatori di Api Italiane. In tali zone non è consentito allevare api diverse dalla sottospecie ligustica.”

 

Emendamenti 6/Serri e altri

Al comma 4 dopo le parole “api regine” sono inserite le parole “della sottospecie Apis mellifera ligustica,”; le parole “di altra Associazione di allevatori” sono sostituite dalle parole “ad altra Associazione di allevatori”; le parole “dell’ecotipo autoctono” sono sostituite dalle parole “della sottospecie autoctona”; dopo le parole “funzionamento di stazioni” è inserita la parola “collettive”.

 

Emendamenti 7/Serri e altri

Il comma 5 è così interamente sostituito:

“5. La Giunta regionale, con specifico atto da approvare entro 180 giorni dall’entrata in vigore della presente legge, stabilisce i requisiti che si debbono possedere per poter richiedere l’istituzione di zone di rispetto previste ai commi 3 e 4, i criteri e le modalità per l’applicazione ed il controllo delle disposizioni previste ai commi 2, 3 e 4”.

 

Subemendamento 8/Serri e altri

Il comma 3 è così interamente sostituito: “Gli allevatori che producono e commercializzano materiale apistico vivo della sottospecie Apis mellifera ligustica, iscritti all’Albo Nazionale degli Allevatori di Api Italiane o ad altra Associazione di allevatori di api regine, possono richiedere l’istituzione di zone di conservazione dell’ampiezza massima di 10 km di raggio attorno ai propri apiari destinati all’allevamento, riproduzione e fecondazione del materiale selezionato. In tali zone non è consentito allevare api diverse dalla sottospecie ligustica.”