Menù di navigazione
Legislatura X - Atto ispettivo ogg. n. 4265
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
4265 - Interrogazione a risposta scritta circa le azioni da attuare per sostenere l'occupazione giovanile, con particolare riferimento al progetto Garanzia Giovani. A firma dei Consiglieri: Montalti, Zappaterra, Zoffoli, Tarasconi, Rontini, Molinari, Boschini, Cardinali, Paruolo, Soncini, Pruccoli
Lista documenti:
Scarica il documento corrente in formato PDF Risposta_4265

Testo:

Interrogazione a risposta scritta

 

i sottoscritti consiglieri

 

Premesso che

 

Il sostegno all’occupazione giovanile deve rivestire una assoluta priorità nelle politiche nazionali e regionali.

 

Visto che

 

Si è avviata la seconda fase del programma Garanzia Giovani, che prevede una strategia unitaria e condivisa tra Stato e Regioni ai fini di un'efficace attuazione a livello territoriale.

 

Accanto quindi al Piano nazionale che individua le azioni comuni su tutto il territorio nazionale, ciascuna Regione ha l'impegno di adottare un proprio piano attuativo per definire quali sono le misure del Programma che vengono attivate sul territorio, in coerenza con la strategia nazionale.

 

Alle Regioni spetta il compito di svolgere l'attività di monitoraggio degli interventi, per meglio osservare il processo di attuazione delle misure, i servizi erogati, il numero e il profilo dei beneficiari, l'avanzamento della spesa, e altre caratteristiche sulla condizione di occupabilità dei giovani beneficiari.

 

Dato che

 

Tra le varie azioni previste nell’ambito di Garanzia Giovani, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha istituito un nuovo incentivo rivolto ai datori di lavoro privati che assumeranno giovani di 15-29 anni che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in percorsi di formazione e che si siano iscritti a Garanzia Giovani.

 

L'Incentivo occupazione giovani, per il quale sono stati stanziati 200 milioni attinti dai fondi europei del Programma Operativo Nazionale "Sistemi di Politiche Attive del Lavoro", è nello specifico diretto a chi assume nel 2017 con un contratto a tempo indeterminato, a tempo determinato di almeno 6 mesi o di apprendistato professionalizzante.

 

Considerato che

 

La Regione Emilia - Romagna è impegnata su più fronti per sostenere l’occupazione giovanile, anche attraverso le azioni messe in campo con il Patto del lavoro.

 

E recentemente è stato presentato il portale regionale GiovaZoom che contiene numerose informazioni su giovani e lavoro.

 

Rilevato che

 

L’Assemblea Legislativa ha recentemente approvato l’Odg n.3716 che chiede alla Giunta di “Attivarsi presso il Governo affinché renda possibile, per le singole Regioni, utilizzare le risorse stanziate ma non spese per il SIA, prevedendo che possano essere destinate ad azioni di sostegno all’occupazione giovanile.”

 

Tutto ciò premesso e considerato

Interroga la Giunta per sapere

 

  • Quale siano i risultati della prima fase di Garanzia Giovani.
  • Come intenda la Regione procedere nello sviluppo del piano attuativo per la seconda fase. In particolare quali siano gli orientamenti strategici, i tempi e le modalità con cui la Regione intende pervenire al nuovo piano attuativo della seconda fase di Garanzia Giovani, e con quali impegni prioritari, e quali modalità di concertazione e messa a punto.
  • E più in generale, oltre a Garanzia Giovani, quali altri azioni e strumenti sono attivi a sostegno delle politiche per l’occupazione giovanile.

 

I Consiglieri

Lia Montalti

Marcella Zappaterra

Paolo Zoffoli

Katia Tarasconi

Manuela Rontini

Gian Luigi Molinari

Giuseppe Boschini

Alessandro Cardinali

Giuseppe Paruolo

Ottavia Soncini

Giorgio Pruccoli