Espandi Indice
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 6305

Testo:

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

 

 

La sottoscritta Marta Evangelisti, Consigliere Regionale e Presidente del Gruppo di Fratelli d’Italia - Giorgia Meloni,

 

Premesso che:

        L’articolo "Fermate il nuovo ipermercato, non serve” del quotidiano “il Resto del Carlino” del 20/01/2023 (versione online), illustra l’acceso dibattito fra Confesercenti e Comune in merito al progetto di costruzione di un nuovo ipermercato da 10 mila mq ad Anzola dell’Emilia, nella frazione di Lavino di Mezzo”;

        Secondo l’art. 5 della Legge regionale 21 dicembre 2017, n. 24 “Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio”, la Regione Emilia-Romagna assume l'obiettivo del consumo di suolo a saldo zero da raggiungere entro il 2050 e, a tale scopo, gli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica perseguono la limitazione del consumo di suolo attraverso il riuso e la rigenerazione del territorio urbanizzato;

        La Legge Regionale 20 aprile 2018, n. 4 “Disciplina della valutazione dell'impatto ambientale dei progetti” contiene, tra gli allegati, l’elenco dei progetti soggetti a procedura di VIA;

 

Considerato che:

        Nel raggio di pochi chilometri da Anzola dell’Emilia l’offerta alimentare è già garantita da:

        Ipercoop di Borgo Panigale (a 4 Km di distanza);

        Supermercato Coop&Coop di San Giovannni in Persiceto;

        Coop, In’s e Conad di Anzola capoluogo;

        Carrefour a Ponte Samoggia e Bazzano,

        Gran Reno di Casalecchio di Reno (a 7 Km);

 

Rilevato come:

        Il Sindaco di Anzola dell’Emilia, Giampiero Veronesi, afferma che il progetto, consistente nella realizzazione di supermercato, alloggi e parco, è previsto dal piano territoriale vigente e che è stato approvato in consiglio comunale, sottolineando che “la consultazione ad ampio raggio che nel 2018 coinvolse circa 500 soggetti tra residenti e commercianti di Lavino registrò la stragrande maggioranza di pareri favorevoli al progetto della ditta Sile srl con le prescrizioni condivise coi cittadini";

        Il timore del Sindaco sostanzialmente è che "Non votare oggi la delibera finale esporrebbe i consiglieri che hanno già votato a favore a una richiesta di risarcimento milionaria da parte del soggetto attuatore”;

 

Evidenziato che:

        I commercianti e i tanti associati Confesercenti di tutta la zona hanno manifestato tutte le loro preoccupazioni relative al progetto in argomento nella lettera inviata al Sindaco metropolitano Lepore e al Sindaco di Anzola Veronesi;

        Dalle segnalazioni pervenute al Consigliere interrogante risulta che:

        L’ ipermercato sorgerebbe in prossimità delle abitazioni;

        Il progetto originario pubblicizzato prevedeva un piccolo supermercato di zona per garantire agli abitanti di non prendere mezzi pubblici;

        tra Lavino e Anzola risultano diverse fabbriche vuote e fatiscenti con amianto che potrebbero essere riqualificate;

        L’intervento comporterebbe un notevole consumo di suolo, ad oggi destinato ad area verde, contrario alle nuove linee di indirizzo urbanistico regionali menzionate in premessa;

 

INTERROGA

 

La Giunta Regionale per sapere:

 

        Se la Regione sia a conoscenza dei fatti sopra esposti;

        Se il progetto di cui in premessa rientri tra quelli da sottoporre alla procedura di VIA ed eventualmente se sia stata rispettata la procedura stessa;

        Se e come la Regione intenda interloquire con l’Amministrazione Comunale di Anzola dell’Emilia al fine di rivedere il progetto in argomento nel rispetto degli interessi dei residenti e commercianti locali, nonché della L.R. n. 24/2017;

        Se gli oneri derivanti da questo eventuale intervento andranno pro quota nel fondo perequativo metropolitano e, nel caso, se saranno poi assegnati ad opere nel Comune di Anzola dell’Emilia;

        Se sia stato richiesto un parere all’Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia;

        Come si sono espresse le associazioni sindacali e le categorie produttive.

 

Espandi Indice