Menù di navigazione
Documento storico: Testo Originale

LEGGE REGIONALE 7 settembre 1981, n. 33

ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEI PRESIDI MULTIZONALI DI PREVENZIONE (1)

BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE n. 109 del 9 settembre 1981

INDICE

Art. 1 - Individuazione, costituzione e gestione dei presidi multizonali di prevenzione
Art. 2 - Compiti dei presidi multizonali di prevenzione
Art. 3 - Programmazione degli interventi
Art. 4 - Articolazione operativa dei presidi multizonali di prevenzione
Art. 5 - Settore preposto all'attività di documentazione e informazione sui rischi e sui danni da lavoro
Art. 6 - Gruppi di lavoro interdisciplinari
Art. 7 - Turni di reperibilità del personale
Art. 8 - Conferenze di organizzazioni tra gli operatori dei presidi multizonali di prevenzione
Art. 9 - Comitato tecnico del presidio multizonale di prevenzione
Art. 10 - Personale addetto ai presidi multizonali di prevenzione
Art. 11 - Responsabili dei settori e dei presidi multizonali di prevenzione
Art. 12 - Attività ispettiva e di controllo in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro
Art. 13 - Aggiornamento professionale permanente
Art. 14 - Finanziamento
Art. 15 - Commissione per la protezione sanitaria dalle radiazioni ionizzanti
Art. 16 Utilizzazione di settori di altri presidi multizonali di prevenzione - Responsabili provvisori delle commissioni per la protezione sanitaria dalle radiazioni ionizzanti
Art. 17Modalità di gestione dei presidi multizonali di prevenzione: rinvio - Partecipazione dei responsabili all'ufficio di direzione
Art. 18 - Utilizzazione di beni, attrezzature e personale
Art. 19 - Esercizio delle funzioni già dell'E.N.P.I.,dell'A.N.C.C. e degli Ispettorati regionali e provinciali del lavoro
Art. 20 - Disposizioni finanziarie

Note del Redattore:

Ai sensi dell'art. 30, L.R. 19 aprile 1995, n. 44 "Riorganizzazione dei controlli ambientali e istituzione dell'Agenzia regionale per la prevenzione e l'ambiente (ARPA) dell'Emilia-Romagna" sono abrogate le norme della presente legge con essa incompatibili.

Ai sensi della lettera c) del comma 1 dell'art. 2 del R.R. 23 aprile 2009, n. 2, la Commissione di cui al presente articolo è soppressa. Ai sensi del comma 2 dell'art. 25 del regolamento medesimo, la Commissione continua ad operare sino all'insediamento degli Organismi tecnici di supporto di cui al comma 5 dell'art. 5 della L.R. 10 febbraio 2006 n. 1 ed alla DGR n. 2347 del 29 dicembre 2008.

Ai sensi della lettera g) del comma 1 dell'art. 2 del R.R. 23 aprile 2009, n. 2, il Comitato di cui al presente articolo è soppresso. Ai sensi del comma 1 dell'art. 25 del regolamento medesimo, le commissioni e gli organismi già costituiti continuano ad operare sino all'insediamento delle nuove commissioni e degli organismi ridisciplinati ai sensi del Titolo III del regolamento citato.

Ai sensi della lettera c) del comma 2 dell'art. 2 del R.R. 23 aprile 2009, n. 2, la disposizione di cui al presente articolo cessa di avere efficacia.

Ai sensi della lettera g) del comma 2 dell'art. 2 del R.R. 23 aprile 2009, n. 2, la disposizione di cui al presente articolo cessa di avere efficacia.