Menù di navigazione
Documento storico: Testo Coordinato

LEGGE REGIONALE 12 gennaio 1985, n. 2

INDICE

Art. 45 - Commissione per le controversie per il rimborso delle spese di soccorso e di assistenza
Art. 46 - Nomina del responsabile del servizio sociale
Art. 47 - Abrogazione di norme
espandere cartella Titolo I - PRINCIPI E DISPOSIZIONI GENERALI
espandere cartella Titolo II - SOGGETTI ISTITUZIONALI
espandere cartella Titolo III - SOGGETTI NON ISTITUZIONALI
espandere cartella Titolo IV - GESTIONE INTEGRATA DELLE FUNZIONI DI ASSISTENZA SOCIALE E SANITARIA (NOTA 1)
espandere cartella Titolo V - IL PERSONALE (NOTA 1)
espandere cartella Titolo VI - INTERVENTI DI ASSISTENZA SOCIALE
espandere cartella Titolo VII - DELEGA E SUBDELEGA DI FUNZIONI AMMINISTRATIVE REGIONALI
espandere cartella Titolo VIII - PROGRAMMAZIONE
espandere cartella Titolo IX FONDO SOCIO-ASSISTENZIALE REGIONALE
espandere cartella Titolo X - MODALITA' DI CONTROLLO SUGLI ATTI DELLE IPAB SUBREGIONALI

Note del Redattore:

Vedi ora il D.Lgs. 6 marzo 1992, n. 252 Sito esterno " Istituzione

della Provincia di Rimini ".

Vedi ora il D.Lgs. 6 marzo 1992, n.252 Sito esterno " Istituzione

della Provincia di Rimini ".

L'art. 26 è stato abrogato dall'art. 24 della L.R. 12

maggio 1994, n. 19, salvo quanto disposto dal comma 3

dell'art. 22 della stessa legge, che di seguito si riporta:

" 3. Entro un anno dall'attivazione dell'Azienda-Unità

sanitaria locale i Comuni e le Province procedono alla

ridefinizione delle deleghe ai sensi di quanto previsto

dall'articolo 7. Entro lo stesso termine il Presidente della

Giunta regionale, sentiti i Comuni interessati, attribuisce

con proprio decreto il personale assunto dalle disciolte

associazioni dei Comuni. Dalla data di emanazione del

decreto cessano di avere efficacia i Titoli IV e V e il

comma 1 dell'articolo 37 della L.R. 2/85. ".

Gli articoli 15 e 17 sono stati abrogati dall'art. 24

della L.R. 12 maggio 1994, n. 19.

Le Assemblee dei Comuni per la programmazione di Imola

e Cesena sono state sciolte e le loro competenze attribuite

alle provincie di Bologna e Forlì-Cesena ai sensi dell'art.

30 della L.R. 30 gennaio 1995, n. 6.

Per il volontariato si veda la L.R. 2 settembre 1996, n. 37

Per il volontariato si veda la L.R. 2 settembre 1996, n. 37,

Per il volontariato si veda la L.R. 2 settembre 1996, n. 37,

I titoli IV e V della legge in esame sono abrogati

dall'art.24 della L.R. 12 maggio 1994, n.19 , salvo quanto

disposto dal comma 3 dell'art.22 della stessa legge, che di

seguito si riporta:

"3. Entro un anno dall'attivazione dell'Azienda-Unità

sanitaria locale i Comuni e le Province procedono alla

ridefinizione delle deleghe ai sensi di quanto previsto

dall'articolo 7. Entro lo stesso termine il Presidente della

Giunta regionale, sentiti i Comuni interessati, attribuisce

con proprio decreto il personale assunto dalle disciolte

associazioni dei Comuni. Dalla data di emanazione del

decreto cessano di avere efficacia i Titoli IV e V e il

comma 1 dell'articolo 37 della L.R. 2/85.".

Le Assemblee dei Comuni per la programmazione di Imola

e Cesena sono state sciolte e le loro competenze attribuite

alle provincie di Bologna e Forlì-Cesena ai sensi

dell'art.30 della L.R. 30 gennaio 1995, n. 6.