Menù di navigazione
Documento vigente: Testo Originale

LEGGE REGIONALE 01 agosto 2019, n. 19

INTERVENTI STRAORDINARI NEI SETTORI DELL'ALTA FORMAZIONE MUSICALE, DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

BOLLETTINO UFFICIALE n. 257 dell' 1 agosto 2019

Capo III
Interventi nel settore dei beni culturali
Art. 3
Contributo straordinario per il restauro della chiesa di San Francesco del Prato di Parma
1. La Regione Emilia-Romagna, sulla base dei principi e degli obiettivi statutari, opera per la promozione e il sostegno della cultura favorendo la conservazione dei beni culturali.
2. Per le finalità di cui al comma 1, sostiene il recupero e il restauro della chiesa di San Francesco del Prato di Parma concedendo un contributo straordinario a favore della Diocesi di Parma per complessivi euro 500.000,00 nell’esercizio finanziario 2019.
Art. 4
Contributo straordinario per il restauro della Sala Bibita delle Terme Alte di Porretta Terme
1. La Regione Emilia-Romagna, allo scopo di assicurare la conservazione e la valorizzazione del proprio patrimonio storico-artistico, sostiene il restauro della Sala Bibita del complesso denominato “Terme Alte” di Porretta Terme, concedendo un contributo straordinario a favore del Comune di Alto Reno Terme per complessivi euro 100.000,00 nell’esercizio finanziario 2019.
Art. 5
Contributo straordinario per la realizzazione di un complesso memoriale dedicato a Villa Emma
1. La Regione Emilia-Romagna, perseguendo gli obiettivi di riconoscimento e valorizzazione delle identità culturali e delle tradizioni storiche che caratterizzano le comunità residenti nel proprio territorio, il rispetto della persona e della sua libertà nonché il rispetto delle diverse culture, etnie e religioni, degli stranieri profughi rifugiati ed apolidi, secondo le previsioni dell'articolo 2, comma 1 dello Statuto regionale, sostiene la realizzazione del complesso memoriale “Villa Emma” , destinato a narrare, documentare e a tramandare alle generazioni future la vicenda storica del salvataggio dal genocidio di settantatré ragazze e ragazzi ebrei ad opera della popolazione locale avvenuto tra il 1942 e il 1943, concedendo alla Fondazione Villa Emma - Ragazzi ebrei salvati un contributo straordinario di complessivi euro 1.200.000,00 così ripartiti: euro 200.000,00 nell’esercizio finanziario 2020 e euro 1.000.000,00 nell’esercizio finanziario 2021.