ESAMI PER L'AUTOTRASPORTO


(Materie,  modalità di svolgimento e requisiti di ammissione
agli  esami  per l'idoneità professionale alla direzione  di
attività di autotrasporto di merci e di viaggiatori)


1 - Materie di esame per l'autotrasporto di merci


L'esame per il conseguimento dell'idoneità professionale per
la  direzione dell'attività di autotrasporto di merci  verte
sulle materie che seguono:


1.A) - ELEMENTI DI DIRITTO CIVILE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere i contratti utilizzati nei trasporti su strada,
nonchè i diritti e gli obblighi che ne derivano;


2)  essere  in grado di predisporre un contratto di trasporto
giuridicamente valido, in particolare per quanto riguarda  le
condizioni di trasporto;


3)  essere  in  grado di valutare un reclamo  presentato  dal
committente  relativamente a danni  derivanti  da  perdite  o
avarie  delle  merci durante il trasporto o da ritardo  nella
consegna,    nonchè  gli   effetti   del   reclamo    sulla
responsabilità contrattuale;


4) conoscere le disposizioni della convenzione concernente il
contratto  di  trasporto internazionale di  merci  su  strada
(CMR) e gli obblighi da essa derivanti.


1.B) - ELEMENTI DI DIRITTO COMMERCIALE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere  le  condizioni e le  formalità previste  per
l'esercizio  di  un'attività commerciale  e  gli   obblighi
generali  dei  commercianti (registrazioni, libri  contabili,
etc.), nonchè le conseguenze del fallimento;


2)  possedere una conoscenza adeguata delle diverse forme  di
società commerciale e delle norme che  ne  disciplinano  la
costituzione e il funzionamento.


1.C) - ELEMENTI DI DIRITTO SOCIALE


Il candidato deve in particolare:


1) conoscere il ruolo e il funzionamento dei vari soggetti ed
organismi  che  operano nel settore dei trasporti  su  strada
(sindacati,   consigli   di   impresa,   rappresentanti   del
personale, ispettori del lavoro, etc.);


2)  conoscere gli obblighi dei datori di lavoro in materia di
previdenza sociale;


3)  conoscere  le  norme applicabili ai contratti  di  lavoro
subordinato  delle  diverse  categorie  di  dipendenti  delle
imprese di trasporto su strada (forme dei contratti, obblighi
delle  parti,  condizioni e durata del lavoro, ferie  pagate,
retribuzione, risoluzione del contratto, etc.);


4) conoscere le disposizioni dei regolamenti (CEE) n. 3820/85
del    Consiglio,    del   20   dicembre    1985,    relativo
all'armonizzazione di alcune disposizioni in materia  sociale
nel  settore  dei  trasporti su  strada,  e  n.  3821/85  del
Consiglio, del 20 dicembre 1985, relativo all'apparecchio  di
controllo  nel settore dei trasporti su strada, e  le  misure
pratiche per l'attuazione di tali regolamenti.


1.D) - ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO


Il candidato deve conoscere in particolare le norme relative:


1) all'IVA per il servizio di trasporto;


2) alla tassa di circolazione degli autoveicoli;


3) alle imposte sugli autoveicoli utilizzati per il trasporto
su  strada  di  merci, nonchè ai pedaggi ed  ai  diritti  di
utenza, riscossi per l'uso di alcune infrastrutture;


4) ai profili essenziali delle imposte sui redditi.


1.E) - GESTIONE COMMERCIALE E FINANZIARIA DELL'IMPRESA


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere le disposizioni giuridiche e pratiche  relative
all'uso  degli  assegni cambiari, delle carte  di  credito  e
degli altri strumenti e mezzi di pagamento;


2)   conoscere   le   diverse  forme  di  crediti   (bancari,
documentari,  fideiussioni,  ipoteche,  leasing,   factoring,
etc.), nonchè gli oneri e le obbligazioni che ne derivano;


3)  sapere che cos'è un bilancio, come si presenta ed essere
in grado di interpretarlo;


4)  essere  in grado di leggere ed interpretare un conto  dei
ricavi;


5)  essere in grado di effettuare un'analisi della situazione
finanziaria e della redditività dell'impresa, in particolare
in base ai rapporti finanziari;


6) essere in grado di redigere un bilancio;


7)  conoscere  i vari elementi che compongono  il  prezzo  di
costo  (costi  fissi,  costi variabili, fondi  di  esercizio,
ammortamenti, etc.) ed essere in grado di effettuare  calcoli
per   autoveicolo,  per  chilometro,  per   viaggio   o   per
tonnellata;


8)  essere  in grado di elaborare un organigramma relativo  a
tutto  il personale dell'impresa, e organizzare programmi  di
lavoro;


9)  conoscere  i principi degli studi di mercato (marketing),
della  promozione  della  vendita di  servizi  di  trasporto,
dell'elaborazione di schede clienti, della pubblicitଠdelle
pubbliche relazioni;


10)  conoscere i vari tipi di assicurazione che si  applicano
ai trasporti stradali (assicurazioni di responsabilità sulle
cose  trasportate) nonchè le garanzie e gli obblighi che  ne
derivano;


11)  conoscere  le applicazioni telematiche nel  settore  dei
trasporti su strada;


12)  essere  in  grado di applicare le norme  in  materia  di
fatturazione dei servizi di trasporto su strada  di  merci  e
conoscere il contenuto e gli effetti degli usi internazionali
sui termini di consegna delle merci (Incoterms);


13)  conoscere le varie categorie dei soggetti ausiliari  dei
trasporti,  il  loro  ruolo,  le  loro  funzioni  e  il  loro
eventuale statuto.


1.F) - ACCESSO AL MERCATO


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere la normativa per le categorie dei trasporti  su
strada  per  conto di terzi, per la locazione di  autoveicoli
industriali  e  per  il subappalto, in particolare  le  norme
relative   all'organizzazione  ufficiale  della  professione,
all'accesso  alla  professione,  all'autorizzazione   per   i
trasporti  su  strada intracomunitari ed extracomunitari,  ai
controlli e alle sanzioni;


2)  conoscere  la  normativa relativa  alla  costituzione  di
un'impresa di trasporti su strada;


3)  conoscere  i vari documenti necessari per l'effettuazione
dei  servizi  di trasporto su strada ed essere  in  grado  di
procedere  alle  verifiche  della presenza,  sia  all'interno
dell'impresa  che  a bordo degli autoveicoli,  dei  documenti
conformi,   relativi  a  ciascun  trasporto  effettuato,   in
particolare  quelli concernenti l'autoveicolo, il conducente,
la merce o i bagagli;


4) conoscere le norme relative all'organizzazione del mercato
dei  trasporti su strada di merci, agli uffici  noli  e  alla
logistica;


5)  conoscere  le formalità da effettuarsi in occasione  del
valico  delle frontiere, la funzione dei documenti  T  e  dei
carnet  TIR,  nonchè gli obblighi e le responsabilità che
derivano dalla loro utilizzazione.


1.G) - NORME TECNICHE E GESTIONE TECNICA


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere  le  norme relative ai pesi e  alle  dimensioni
degli autoveicoli negli Stati dell'Unione europea, nonchè le
procedure  relative ai trasporti eccezionali che  derogano  a
tali norme;


2)  essere  in grado di scegliere in funzione delle  esigenze
dell'impresa,  gli  autoveicoli e i  loro  elementi  (telaio,
motore, organi di trasmissione, sistema di frenatura, etc.);


3)   conoscere   le   formalità relative  all'omologazione,
all'immatricolazione   e   al   controllo    tecnico    degli
autoveicoli;


4)  essere in grado di tenere conto delle misure adottate per
la  lotta  contro  l'inquinamento atmosferico  causato  dalle
emissioni dei veicoli a motore, e l'inquinamento acustico;


5)  essere  in  grado di elaborare programmi di  manutenzione
periodica degli autoveicoli e delle apparecchiature;


6)  conoscere  i  diversi tipi di congegni di  movimentazione
delle  merci a carico (sponde, container, palette,  etc.)  ed
essere  in grado di stabilire procedure e istruzioni relative
alle   operazioni   di   carico  e   scarico,   delle   merci
(ripartizioni   del   carico,   accatastamento,    stivaggio,
bloccaggio, etc.);


7) conoscere le varie tecniche di trasporto combinato rotaia-
strada o con navi traghetto a caricamento orizzontale;


8)  essere  in  grado  di  applicare  le  procedure  volte  a
garantire  il  rispetto delle norme relative al trasporto  di
merci  pericolose  e  di  rifiuti, e  in  particolare  quelle
derivanti  dalle  direttive 94/55/CE del  Consiglio,  del  21
novembre   1994,   concernente   il   ravvicinamento    delle
legislazioni  degli  Stati membri relative  al  trasporto  di
merci  pericolose su strada, e 96/35/CE del Consiglio, del  3
giugno 1996, relativa alla designazione e alla qualificazione
professionale  dei consulenti per la sicurezza dei  trasporti
su  strada,  per  ferrovia  o per  via  navigabile  di  merci
pericolose, e dal regolamento (CEE) n. 259/93 del  Consiglio,
del  1°  febbraio  1993,  relativo  alla  sorveglianza  e  al
controllo  delle  spedizioni  di  rifiuti  all'interno  della
Comunità  europea, nonchè in entrata e in  uscita  dal  suo
territorio;


9)  essere  in  grado  di  applicare  le  procedure  volte  a
garantire  il  rispetto delle norme relative al trasporto  di
derrate   deperibili,   in   particolare   quelle   derivanti
dall'accordo   sui   trasporti  internazionali   di   derrate
deperibili e sui mezzi speciali che vanno impiegati per  tali
trasporti (ATP);


10)  essere  in  grado  di applicare  le  procedure  volte  a
garantire  il  rispetto delle norme relative al trasporto  di
animali vivi.


1.H) - SICUREZZA STRADALE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere le qualifiche richieste ai conducenti (patente,
certificati medici, attestati di idoneità, etc.);


2)  essere in grado di intervenire per garantire il rispetto,
da  parte  dei conducenti, delle norme, dei divieti  e  delle
limitazioni  alla  circolazione,  vigenti  nei   vari   Stati
dell'Unione europea (limiti di velocità, precedenze, fermata
e sosta, uso dei proiettori, segnaletica stradale, etc.);


3)  essere  in  grado  di  elaborare istruzioni  destinate  a
conducenti,  sulla  verifica delle  norme  di  sicurezza,  in
materia  di  condizioni  del materiale  da  trasporto,  delle
apparecchiature e del carico, nonchè di guida prudente;


4)  essere  in  grado di istituire un codice di  condotta  da
applicarsi  in caso di incidente e di attuare procedure  atte
ad evitare che si ripetano incidenti o gravi infrazioni;


5) avere conoscenze elementari della geografia stradale degli
Stati dell'Unione europea.


2 - Materie di esame per l'autotrasporto di viaggiatori


L'esame per il conseguimento dell'idoneità professionale per
la direzione dell'attività di autotrasporto di persone verte
sulle materie che seguono:


2.A) - ELEMENTI DI DIRITTO CIVILE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere i contratti utilizzati nei trasporti su strada,
nonchè i diritti e gli obblighi che ne derivano;


2)  essere  in grado d predisporre un contratto di  trasporto
giuridicamente valido, in particolare per quanto riguarda  le
condizioni di trasporto;


3)  essere  in  grado di valutare un reclamo  presentato  dal
committente  relativamente a danni provocati ai passeggeri  o
ai loro bagagli in occasione di un incidente avvenuto durante
il trasporto o relativo a danni derivanti da ritardo, nonchè
gli  effetti  di  tale reclamo sulla propria  responsabilità
contrattuale.


2.B) - ELEMENTI DI DIRITTO COMMERCIALE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere  le  condizioni e le  formalità  previste  per
l'esercizio  di  un'attività  commerciale  e  gli   obblighi
generali  dei  commercianti (registrazioni, libri  contabili,
etc.), nonchè le conseguenze del fallimento;


2)  possedere una conoscenza adeguata delle diverse forme  di
società  commerciale e delle norme che  ne  disciplinano  la
costituzione e il funzionamento.


2.C) - ELEMENTI DI DIRITTO SOCIALE


Il candidato deve in particolare:


1) conoscere il ruolo e il funzionamento dei vari soggetti ed
organismi  che  operano nel settore dei trasporti  su  strada
(sindacati,   consigli   di   impresa,   rappresentanti   del
personale, ispettori del lavoro, etc.);


2)  conoscere gli obblighi dei datori di lavoro in materia di
previdenza sociale;


3)  conoscere  le  norme applicabili ai contratti  di  lavoro
subordinato  delle  diverse  categorie  di  dipendenti  delle
imprese di trasporto su strada (forme dei contratti, obblighi
delle  parti,  condizioni e durata del lavoro, ferie  pagate,
retribuzione, risoluzione del contratto, etc.);


4)  conoscere  le disposizioni del reg. (CEE) 3820/85  e  del
reg.  (CEE) 3821/85 e le misure pratiche per l'attuazione  di
tali regolamenti.


2.D) - ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO


Il candidato deve conoscere in particolare le norme relative:


1) all'IVA per il servizio di trasporto;


2) alla tassa di circolazione degli autoveicoli;


3) alle imposte sugli autoveicoli utilizzati per il trasporto
su  strada  di  merci, nonchè ai pedaggi ed  ai  diritti  di
utenza, riscossi per l'uso di alcune infrastrutture;


4) al profili essenziali delle imposte sui redditi.


2.E) - GESTIONE COMMERCIALE E FINANZIARIA DELL'IMPRESA


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere le disposizioni giuridiche e pratiche  relative
all'uso  degli  assegni cambiari, delle carte  di  credito  e
degli altri strumenti e mezzi di pagamento;


2)   conoscere   le   diverse  forme  di  crediti   (bancari,
documentari,  fideiussioni,  ipoteche,  leasing,   factoring,
etc.), nonchè gli oneri e le obbligazioni che ne derivano;


3)  sapere che cos'è un bilancio, come si presenta ed essere
in grado di interpretarlo;


4)  essere  in grado di leggere ed interpretare un conto  dei
ricavi;


5)  essere in grado di effettuare un'analisi della situazione
finanziaria e della redditività dell'impresa, in particolare
in base ai rapporti finanziari;


6) essere in grado di redigere un bilancio;


7)  conoscere  i vari elementi che compongono  il  prezzo  di
costo  (costi  fissi,  costi variabili, fondi  di  esercizio,
ammortamenti, etc.) ed essere in grado di effettuare  calcoli
per   autoveicolo,  per  chilometro,  per   viaggio   o   per
passeggero;


8)  essere  in grado di elaborare un organigramma relativo  a
tutto  il  personale dell'impresa e organizzare programmi  di
lavoro;


9)  conoscere  i principi degli studi di mercato (marketing),
della  promozione  della  vendita di  servizi  di  trasporto,
dell'elaborazione  di  schede clienti,  della  pubblicità  e
delle pubbliche relazioni;


10)  conoscere i vari tipi di assicurazione che si  applicano
ai trasporti stradali (assicurazioni di responsabilità sulle
persone  trasportate  e sui bagagli trasportati)  nonchè  le
garanzie e gli obblighi che ne derivano;


11)  conoscere  le applicazioni telematiche nel  settore  dei
trasporti su strada;


12)  essere  in  grado di applicare le norme  in  materia  di
tariffazione  e  di  formazione  dei  prezzi  nei   trasporti
pubblici e privati di viaggiatori;


13)  essere  in  grado di applicare le norme  in  materia  di
fatturazione   dei  servizi  di  trasporti   su   strada   di
viaggiatori.


2.F) - ACCESSO AL MERCATO


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere la normativa per le categorie dei trasporti  su
strada  per  conto di terzi, per la locazione di  autoveicoli
industriali  e  per  il subappalto, in particolare  le  norme
relative   all'organizzazione  ufficiale  della  professione,
all'accesso  alla  professione,  all'autorizzazione   per   i
trasporti  su  strada intracomunitari ed extracomunitari,  ai
controlli e alle sanzioni;


2)  conoscere  la  normativa relativa  alla  costituzione  di
un'impresa di trasporti su strada;


3)  conoscere  i vari documenti necessari per l'effettuazione
dei  servizi  di trasporto su strada ed essere  in  grado  di
procedere  alle  verifiche  della presenza,  sia  all'interno
dell'impresa  che  a bordo degli autoveicoli,  dei  documenti
conformi,   relativi  a  ciascun  trasporto  effettuato,   in
particolare  quelli concernenti l'autoveicolo, il conducente,
la merce o i bagagli;


4) conoscere le norme relative all'organizzazione del mercato
dei trasporti su strada di viaggiatori;


5)  conoscere le norme relative all'istituzione di servizi di
trasporto  e  essere  in  grado  di  elaborare  programmi  di
trasporto.


2.G) - NORME TECNICHE E GESTIONE TECNICA


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere  le  norme relative ai pesi e  alle  dimensioni
degli autoveicoli negli Stati dell'Unione europea;


2)  essere  in grado di scegliere in funzione delle  esigenze
dell'impresa,  gli  autoveicoli e i  loro  elementi  (telaio,
motore, organi di trasmissione, sistema di frenatura, etc.);


3)   conoscere   le   formalità  relative  all'omologazione,
all'immatricolazione   e   al   controllo    tecnico    degli
autoveicoli;


4)  essere in grado di tenere conto delle misure adottate per
la  lotta  contro  l'inquinamento atmosferico  causato  dalle
emissioni dei veicoli a motore, e l'inquinamento acustico;


5)  essere  in  grado di elaborare programmi di  manutenzione
periodica degli autoveicoli e delle apparecchiature.


2.H) - SICUREZZA STRADALE


Il candidato deve in particolare:


1)  conoscere le qualifiche richieste ai conducenti (patente,
certificati medici, attestati di idoneità, etc.);


2)  essere in grado di intervenire per garantire il rispetto,
da  parte  dei conducenti, delle norme, dei divieti  e  delle
limitazioni  alla  circolazione,  vigenti  nei   vari   Stati
dell'Unione europea (limiti di velocità, precedenze, fermata
e sosta, uso dei proiettori, segnaletica stradale, etc.);


3)  essere  in  grado  di  elaborare istruzioni  destinate  a
conducenti,  sulla  verifica delle  norme  di  sicurezza,  in
materia  di  condizioni  del materiale  da  trasporto,  delle
apparecchiature e del carico, nonchè di guida prudente;


4)  essere  in  grado di istituire un codice di  condotta  da
applicarsi  in caso di incidente e di attuare procedure  atte
ad evitare che si ripetano incidenti o gravi infrazioni;


5) avere conoscenze elementari della geografia stradale degli
Stati dell'Unione europea.


3 - Modalità di svolgimento degli esami


Le prove d'esame consistono in:


a)  sessanta  domande  con  risposta  a  scelta  fra  quattro
risposte alternative;


b) una esercitazione su un caso pratico.


Per  l'esecuzione  di  ciascuna  delle  prove  anzidette,  il
candidato dispone di due ore; per la valutazione della  prova
di  cui  al  punto  a), sono attribuiti al  massimo  sessanta
punti;  per  la prova di cui al punto b), sono attribuiti  al
massimo quaranta punti.


L'esame  è  superato se il candidato ottiene  almeno  trenta
punti nella prova di cui al punto a), almeno venti punti  per
la  prova  di  cui al punto b), ed un punteggio  complessivo,
risultante dalla somma dei punteggi di entrambe le prove,  di
almeno sessanta punti.


Per  le  persone che provino di avere maturato  un'esperienza
pratica complessiva, continuativa ed attuale di almeno cinque
anni svolgendo la direzione dell'attività nell'interesse  di
una  o  più imprese, stabilite nell'Unione europea  o  negli
altri  Stati  aderenti  all'accordo  sullo  spazio  economico
europeo  e  aventi  i  requisiti di cui  all'articolo  4  del
decreto  legislativo n. 395 del 2000, le  quali  regolarmente
esercitano,   o  hanno  esercitato,  le  attività   di   cui
all'articolo  1, commi 2 e 3 del decreto legislativo  n.  395
del  2000, si considera superato l'esame qualora il candidato
ottenga  almeno trenta punti nella prova di cui al punto  a),
almeno  sedici punti per la prova di cui al punto b),  ed  un
punteggio complessivo, risultante dalla somma dei punteggi di
entrambe le prove, di almeno sessanta punti.


Le persone che intendono svolgere la direzione dell'attività
nell'interesse  di  imprese  che  esercitano  l'attività  di
trasporto   su  strada  esclusivamente  in  ambito  nazionale
possono   chiedere   di   sostenere  l'esame   su   argomenti
riguardanti solo il trasporto nazionale.


4 - Requisiti per l'ammissione all'esame


Possono   partecipare   agli  esami  per   il   conseguimento
dell'idoneità  professionale  alla  direzione  di  attività
autotrasporto  di merci e di viaggiatori, in campo  nazionale
ed   internazionale,  le  persone  maggiori  di   età,   non
interdette  giudizialmente  e  non  inabilitate  che  abbiano
assolto  all'obbligo  scolastico  e  superato  un  corso   di
istruzione  secondaria di secondo grado, ovvero il  corso  di
cui  all'articolo 8, comma 1, lettera a) della legge, o altro
corso di preparazione all'esame presso organismi autorizzati.