Menù di navigazione
Legislatura X - Atto di indirizzo politico approvato ogg. n. 4330 -
Annuncio in aula: 21/03/2017
Approvato in data: 21/03/2017

Testo:

 

ORDINE DEL GIORNO

 

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

 

Premesso che

 

lo Statuto della Regione Emilia-Romagna, oltre a "tutelare i consumatori nell'esercizio dei loro diritti di associazione, informazione, trasparenza e controllo sui singoli servizi e prodotti" (art. 7 Promozione dell'associazionismo), stabilisce che la Regione "conforma la propria azione ai principi ed agli obblighi derivanti dall'ordinamento internazionale e comunitario, partecipa al processo di costruzione ed integrazione europea ed opera per estendere i rapporti di reciproca collaborazione con le altre Regioni europee" (art. 11 Ordinamento europeo e internazionale);

 

l'art. 4 della legge regionale 24 marzo 2004, n. 6, "Riforma del sistema amministrativo regionale e locale, Unione Europea e relazioni internazionali: innovazione e semplificazione. Rapporti con l'Università" definisce le tipologie di azioni attraverso cui la Regione esercita le proprie attività di rilievo internazionale, tra cui è presente l'attività promozionale diretta nel campo del marketing territoriale, del commercio e della collaborazione industriale, del turismo, del settore agroalimentare, della cultura e dello sport.

 

Considerato che

 

la Regione nella predisposizione degli strumenti di tutela previsti nella Proposta di legge in esame, non può prescindersi dai principi e dalla normativa vigente in ambito europeo, anche al fine di garantire standard di tutela comune su tutto il territorio dell'Unione;


la materia consumeristica si estende oltre i confini nazionali grazie alla diffusione del commercio elettronico ed all'aumento degli acquisti effettuati tramite il web.

 

Impegna la Giunta

 

affinché voglia promuovere i rapporti con l'Unione Europea, con gli altri paesi membri, con i corrispettivi enti territoriali degli altri paesi membri, al fine di incrementare lo scambio di informazioni e soprattutto l'adozione di standard comuni di tutela nel settore dei consumatori e degli utenti.

 

 

Approvato all'unanimità dei votanti nella seduta antimeridiana del 21 marzo 2017