Menù di navigazione
Legislatura XI- Atto di indirizzo politico ogg. n. 1871
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
Risoluzione per impegnare la Giunta regionale alla adozione di interventi volti a garantire la eliminazione di tre passaggi a livello nel comune di Villanova sull'Arda (PC). (29 10 20) A firma dei Consiglieri: Rancan, Stragliati

Testo:

R I S O L U Z I O N E

 

L’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna

 

Premesso che:

-          In data 11 novembre 2019, nell’ambito di un incontro sulla viabilità della bassa piacentina, è stata sottoscritta da Rete ferroviaria italiana, la Provincia di Piacenza e il Comune di Villanova sull’Arda, la convenzione per l’eliminazione di tre passaggi a livello nel comune di Villanova sull’Arda (Piacenza). All’incontro era presente il Vicepresidente e Assessore ai Trasporti, reti, infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale e agenda digitale della Regione Emilia - Romagna della decima legislatura.

-          Nello specifico, i tre passaggi a livello citati nella convenzione si trovano sulla linea ferroviaria Fidenza - Cremona; due situati sulla viabilità comunale e uno sulla Strada Provinciale 588R dei Due Ponti.

 

Considerato che:

-          La convenzione prevedeva la sostituzione dei passaggi a livello situati nel comune di Villanova sull’Arda da un cavalcaferrovia carrabile a doppia corsia in variante all’attuale tracciato della SP 588R dei Due Ponti (strada di interesse regionale e parte dell’itinerario della Cispadana in territorio piacentino), da un sottopasso ciclopedonale per garantire la continuità dei percorsi esistenti in adiacenza alla viabilità provinciale e da una variante alla strada comunale denominata Via Picasso Ratto con adeguamento della relativa viabilità di adduzione.

-          Il cavalcaferrovia, lungo 750 metri e largo 9,5, doveva essere collegato alla viabilità esistente con due intersezioni a rotatoria. Il sottopasso, invece, doveva avere una lunghezza di ottanta metri e doveva ospitare una ciclopedonale di 2,5 metri di larghezza. Infine, la viabilità di ricucitura doveva avere un’estensione complessiva di circa un chilometro e settecento metri.

-          A novembre 2019, in piena campagna elettorale, la Provincia aveva già completato il progetto di fattibilità tecnico economica delle opere il cui costo complessivo ammontava a 6,7 milioni di euro che sarebbero stati sostenuti da Regione Emilia - Romagna (3 milioni) e RFI (3,7 milioni). Quest’ultima avrebbe poi dovuto provvedere anche alle progettazioni definitiva ed esecutiva delle opere e alla loro realizzazione.

-          L’avvio dell’attività negoziale era prevista per il 2020 e successivamente sarebbero dovuti iniziare i lavori di realizzazione delle opere.

 

Preso atto che:

-          I disservizi maggiori relativi alla linea sono da imputare ai segnali ed agli scambi che nelle stazioni di Villanova sull’Arda, Busseto e Castione Marchesi spesso si bloccano causando ritardi importanti costringendo, come da procedura, all’avanzamento “in manuale” del treno (manovra pericolosa nonostante sia annoverata tra le procedure canoniche).

-          che denunciano il mancato funzionamento delle sbarre di uno dei passaggi a livello del paese al momento del transito del treno.

 

IMPEGNA IL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA E LA GIUNTA REGIONALE,

 

  1. A mantenere gli impegni assunti provvedendo ad una rapida esecuzione dell’opera in oggetto, peraltro già cantierabile, onde porre fine alla viabilità interferente e ai disagi per l’utenza.
  2. Adottare tutte le misure necessarie alla messa in sicurezza dei passaggi a livello suddetti in attesa della realizzazione e completamento dei lavori.