Menù di navigazione
Legislatura XI- Atto di indirizzo politico ogg. n. 1921
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
Risoluzione in ordine alla riorganizzazione del trasporto pubblico locale nell'attesa della ripresa scolastica in presenza. (05 11 20) A firma della Consigliera: Castaldini

Testo:

Oggetto: RISOLUZIONE, ex articolo 104 del Regolamento interno dell’Assemblea legislativa, “Riorganizzazione del Trasporto Pubblico Locale nell’attesa della ripresa scolastica in presenza”

 

 

Il sottoscritto Consigliere

 

visto che:

-          In data 31 agosto 2020 sono state approvate in Conferenza Unificata le “Linee guida” del trasporto pubblico;

-          A bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale, dei mezzi del trasporto ferroviario regionale e degli scuolabus del trasporto scolastico dedicato è consentito, in considerazione delle evidenze scientifiche sull’assunto dei tempi di permanenza medi dei passeggeri indicati dai dati disponibili, un coefficiente di riempimento non superiore all’80 %, prevedendo una maggiore riduzione dei posti in piedi rispetto a quelli seduti;

-          È stato previsto da parte del Governo nella Legge di Bilancio lo stanziamento di 300 milioni per le Regioni e 150 per Comuni e Province per i servizi aggiuntivi di trasporto ritenuti indispensabili per l'avvio dell'anno scolastico e le risorse già previste per i mancati introiti delle aziende del Tpl potranno infatti essere utilizzate anche per servizi aggiuntivi;

 

Considerato che

-          La differenziazione e il prolungamento degli orari di apertura degli uffici, degli esercizi commerciali, dei servizi pubblici e, soprattutto, delle scuole di ogni ordine e grado non è stata sufficientemente rimodulata per prevenire i rischi di aggregazione connessi alla mobilità degli studenti e dei cittadini;

 

Evidenziato che 

-          Il nuovo Dcpm del 3 novembre 2020 prevede una capienza al 50% per il trasporto pubblico locale e il servizio ferroviario regionale, la didattica a distanza al 100% per gli studenti delle scuole superiori e Università e un forte orientamento allo smart working sia nel pubblico che nel privato;

 

impegna la Giunta ad:

 

-          Utilizzare questo periodo, in cui la pressione sul TPL è significativamente minore, per riorganizzare il servizio e garantire, alla ripresa in particolare della didattica in presenza nelle scuole, i servizi nel pieno rispetto dei distanziamenti e delle basilari regole per prevenire i contagi da Covid-19;

-          Avviare un tavolo con Università e Scuole, anche coinvolgendo la Commissione Assembleare competente, per ridefinire e rimodulare un calendario didattico idoneo a garantire il regolare e corretto svolgimento dei servizi di TPL.