Menù di navigazione
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 4933
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
4933 - Interrogazione a risposta orale in commissione circa la reperibilità di pezzi di ricambio e la disponibilità dell'infrastruttura People Mover – Marconi Express. A firma della Consigliera: Castaldini

Testo:

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE IN COMMISSIONE

 

Oggetto: Reperibilità pezzi di ricambio e disponibilità dell’infrastruttura People Mover – Marconi Express

 

Il sottoscritto Consigliere

 

premesso che:

        “Con il Marconi Express raggiungi l’aeroporto di Bologna dalla Stazione Centrale e dal centro città in 7’30”, su un percorso sopraelevato senza interferenze con il traffico stradale, con una navetta elettrica comoda, veloce e pulita. Il collegamento è attivo 365 giorni l’anno, dalle 5:40 alle 24, con 8 partenze l’ora per ciascuna direzione nelle ore di punta. Nella stazione ferroviaria di Bologna Centrale, Marconi Express si trova all’interno dell’atrio su via de’ Carracci, raggiungibile dall’ingresso di Piazza Medaglie d’Oro attraverso i sottopassi pedonali. In aeroporto, Marconi Express si raggiunge salendo al piano partenze, a cui è collegato da un tunnel coperto.”

 

visto che:

        da diversi articoli di stampa usciti negli scorsi giorni si è appreso che il recente e perdurante prolungato fermo dell’infrastruttura People Mover - Bologna Express, che collega la stazione ferroviaria di Bologna con l’aeroporto, sarebbe dovuto a un guasto elettrico e al ritardo nella fornitura dei pezzi di ricambio;

 

rilevato che:

        dallo studio RAM (valutazione di Affidabilità, Disponibilità e Manutenibilità) presentato dall’azienda produttrice in fase autorizzativa del progetto viene redatta ponendo come condizione che “Sono disponibili pezzi di ricambio sufficienti e personale qualificato per l’idoneità per eseguire riparazioni” e nei documenti successivi viene evidenziato che il tempo per reperire i pezzi di ricambio e raggiungere il luogo del guasto è stimato in 20 minuti;

 

sottolineato che:

        appare evidente che i tempi di intervento stimati non siano minimamente rispettati, creando un danno per i viaggiatori che non possono utilizzare l’infrastruttura e che sono obbligati ad utilizzare un servizio sostitutivo su gomma più lento e che impatta negativamente sul già congestionato traffico metropolitano;

 

constatato che:

        all’interno del PRIT - Piano Regionale Integrato dei Trasporti 2025 viene esplicato che “occorre valorizzare opportunamente le potenzialità del sistema dell’Alta Velocità/Alta Capacità, che in particolare per l’aeroporto internazionale di Bologna può consentire di estendere in maniera considerevole la propria area di attrazione. In questa prospettiva si colloca la realizzazione del collegamento Stazione AV/AC di Bologna e aeroporto di Bologna tramite People Mover”, senza in alcun moto tenere conto delle criticità e dei ripetuti fermi, che senza dubbio impattano negativamente sulla possibilità di espansione dell’attrattività del territorio regionale;

 

evidenziato che:

        l’Assessore a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio riteneva necessario un immediato confronto con il Comune di Bologna;

 

chiede alla Giunta di sapere

        quali siano i motivi dettagliati del fermo dell’infrastruttura e perché le disponibilità reali dei ricambi non siano coerenti con quanto assunto nei documenti di progetto;

        se intenda richiedere al Comune di Bologna e al gestore del Marconi Express una ricognizione circa la disponibilità e le tempistiche di approvvigionamento di pezzi di ricambio da utilizzare in caso di guasto;

        se non ritenga opportuno confrontarsi pubblicamente con il Comune di Bologna, il gestore ed il costruttore nell’alveo della III Commissione della Regione Emilia-Romagna, competente per mobilità, vie di comunicazione, trasporti e navigazione, alla presenza dei commissari e dei consiglieri regionali.