Menù di navigazione
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 5194
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
5194 - Interpellanza in merito al fabbisogno di risorse e di personale per le case della salute. A firma della Consigliera: Castaldini

Testo:

INTERPELLANZA

 

Oggetto: interpellanza in merito al fabbisogno di personale per le case della salute.

 

Premesso che

        Uno studio dell’Agenzia sanitaria e sociale della Regione Emilia-Romagna che ha analizzato l’impatto di queste strutture sul territorio nel decennio 2009-2019 evidenzia che dove c’è una Casa della salute si riducono del 16,1% gli accessi al Pronto soccorso per cause che non richiedono un intervento urgente, percentuale che sfiora il 25,7% quando il medico di medicina generale opera al loro interno;

        Si sono registrati, contemporaneamente, il calo (-2,4%) dei ricoveri ospedalieri per le patologie che possono essere curate a livello ambulatoriale, come diabete, scompenso cardiaco, broncopneumopatia cronica ostruttiva, polmonite batterica; anche in questo caso l’effetto è maggiore (-4,5%) se presente il medico di medicina generale;

        In termini assoluti le Case della salute hanno consentito, nella popolazione servita a livello regionale da queste strutture, di prevenire ogni anno mediamente circa 6.300 accessi in Pronto soccorso per motivi inappropriati e 250 ricoveri per condizioni sensibili al trattamento ambulatoriale; parallelamente, sono stati erogati 3.000 servizi di assistenza domiciliare in più;

 

Rilevato che

        Grazie ai fondi PNRR saranno realizzate ulteriori case della salute raggiungendo l’obbiettivo di 160 strutture aperte;

la Regione ha dichiarato di voler passare dal modello ‘casa della salute’ a ‘casa della comunità’ integrando nuovi e maggiori servizi;

 

Evidenziato che

        il personale necessario per il funzionamento interessa diverse professionalità ed un ruolo centrale è dato dal medico di medicina generale;

        il passaggio a “casa della comunità” implica, secondo il progetto di attuazione dei fondi pnrr per questo scopo, l’impiego di 8 infermieri, 5 tra oss e amministrativi e 1 assistente sociale;

 

Si interpella la Giunta per chiedere

 

        con quali e quante risorse sarà possibile implementare a pieno regime tutte le 160 case della salute;

        quale piano assunzione è previsto nei prossimi quattro anni per singole figure professionali.