Espandi Indice
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 5294
Oggetto:
Testo presentato:
5294 - Interrogazione a risposta orale in commissione sull'ammodernamento e la messa in sicurezza della strada "Tosco Romagnola SS67" nel tratto di valico appenninico Forlì Firenze (ambito di Dovadola, Rocca San Casciano e Portico di Romagna). A firma del Consigliere: Pompignoli

Testo:

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE IN COMMISSIONE

 

Premesso che:

 

        Come ormai noto, la delibera di Giunta regionale n. 1680 del 25/10/2021 ha sancito l’approvazione della convenzione tra Regione Emilia-Romagna ed Anas per migliorare la viabilità e la sicurezza inserendo, tra le varie, l’ammodernamento della strada "Tosco Romagnola SS67" nel tratto terminale tra Forlì e Ravenna, in un’ottica di potenziamento con il porto e l’entroterra;

 

CONSIDERATO che:

 

        Sono stati depositati dallo scrivente numerosi atti ispettivi volti ad attenzionare la Giunta e la Regione stessa affinchè venissero affrontati i numerosi problemi che affliggono e penalizzano da anni il tratto di valico appenninico Forlì-Firenze (ambito di Dovadola, Rocca San Casciano e Portico di Romagna): dagli scarsissimi livelli di sicurezza all’improcrastinabile necessità di ammodernamento del tratto stesso.

 

SOTTOLINEATO che:

 

        la sicurezza stradale rappresenta un tema di grande valore non solo per tutti gli Amministratori locali della Vallata del Montone, per le Associazioni di categoria del territorio ma anche per tutti i cittadini che, oltre a vivere in quelle zone, hanno continuato ad investire e ad avere fiducia nelle potenzialità dei piccoli borghi, avviando e ampliando imprese ed attività economiche;

 

RILEVATO che:

 

        in data 21 dicembre 2021 veniva discusso in Assemblea Legislativa un ordine del giorno correlato al Bilancio di Previsione della Regione Emilia-Romagna depositato sempre dallo scrivente a mezzo del quale si richiedeva l’impegno del Presidente Stefano Bonaccini e della Giunta stessa ad inserire in tratto Forlì-Firenze della SS67 in una posizione di priorità nella programmazione regionale degli interventi di ammodernamento della viabilità;

        nella medesima sede, il sottosegretario Baruffi mi invitava a valutare l’opportunità di ritirare detto ordine del giorno in quanto, e cito testualmente” si tratta di un “problema sul quale ci aveva già attenzionato……per il quale conveniamo sia necessario un supplemento di istruttoria. Apprendo dalla sua nota, dal suo testo, che è in corso anche una petizione. Quindi, credo che sia quanto mai opportuno, magari anche per il tramite dei consiglieri, svolgere un incontro con gli amministratori per approfondire quel nodo. Non credo di annunciare una grande novità se dico che è aperto, con quel territorio, un confronto anche per la possibile costituzione di un'area interna. Questo aprirebbe a ulteriori possibilità, anche dal punto di vista di interventi viceversa preclusi dal PNRR [….]”

 

RILEVATO INOLTRE che:

 

        ad oggi, nonostante il lasso di tempo trascorso, nulla è stato compiuto in merito a tavoli di concertazione con le istituzioni locali né tantomeno supplementi di istruttoria, così come proclamati;

 

INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE PER SAPERE:

 

quando e in che termini intenda dare attuazione all’impegno assunto in Assemblea Legislativa dal Sottosegretario Baruffi in data 22.12.2021, avviando concretamente un tavolo di confronto con Istituzioni, Sindaci e Autorità locali per soddisfare le richieste di discussione sull’ammodernamento e messa in sicurezza della SS67 nel tratto di valico appenninico Forlì-Firenze (ambito di Dovadola, Rocca San Casciano e Portico di Romagna) avanzate da cittadini, Amministratori e associazioni di categoria delle zone interessate.

 

Espandi Indice