Espandi Indice
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 5326
Oggetto:
Testo presentato:
5326 - Interrogazione a risposta orale in commissione relativa alla realizzazione del secondo lotto del Nodo di Rastignano – SP 65 in provincia di Bologna. A firma della Consigliera: Castaldini

Testo:

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE IN COMMISSIONE

 

Oggetto: “Realizzazione del secondo lotto del Nodo di Rastignano – SP 65 in Provincia di Bologna”

 

Il sottoscritto Consigliere

 

premesso che:

        la variante alla SP 65 della Futa in provincia di Bologna è un’infrastruttura che, una volta completata, permetterà il transito di veicoli da Bologna, via del Dazio al fondovalle nel comune di Pianoro, via Alcide de Gasperi e nello stesso tratto dal Comune di Pianoro a quello di Bologna;

        la variante è stata suddivisa in due lotti, il primo è stato realizzato e definitivamente inaugurato nell’ottobre 2020;

 

visto che:

        sul BURERT del 15/04/2020 è stato pubblicato l'avviso con il quale il Dirigente della Città metropolitana di Bologna ha comunicato di aver adottato, con atto n. 316 IP 1086/2020, Pg 18861 del 03/04/2020, la determinazione di conclusione, con esito positivo, della Conferenza dei servizi per l'approvazione del progetto in oggetto in variante alla pianificazione territoriale dei Comuni di Bologna (POC e vincoli), San Lazzaro di Savena (PSC, POC, RUE e vincoli) e Pianoro (PSC, POC, RUE e vincoli):

 

constatato che:

        l’allegato n.7 al prot. N. 18162 del 31/03/2020 riporta il cronoprogramma dei lavori per la realizzazione del secondo lotto della variante

 

evidenziato che:

        dal cronoprogramma si può leggere che:

        al 31/10/2020 dovrebbe essere terminato il procedimento espropriativo;

        al 31/10/2020 dovrebbe essere stato ultimato il progetto esecutivo;

        entro il 30/09/2021 si sarebbero dovute ultimare le procedure di gara;

        al 30/11/2021 dovrebbero essere definiti e stipulati i contratti;

        al 1/12/2021 dovrebbero essere cominciati i lavori, con termine di esecuzione al 30/11/2024;

        il collaudo è previsto tra il 30/11/2024 e il 31/05/2025;

 

rilevato che:

        ad oltre 6 mesi dalla data presunta di inizio lavori ancora il cantiere non è stato allestito;

 

si interroga la Giunta per conoscere

 

        lo stato dei procedimenti espropriativi, della progettazione esecutiva, delle procedure di gara, della definizione e della stipula dei contratti e dell’esecuzione dei lavori;

        se i termini di esecuzione dei lavori e di collaudo sono confermati o se è previsto un rinvio della consegna dell’infrastruttura ai cittadini.

 

Espandi Indice