Menù di navigazione
Legislatura XI - Atto ispettivo ogg. n. 2839
Oggetto:
Testo presentato: Documento protocollato
2839 - Interpellanza sulla vaccinazione anti-Covid di emiliano-romagnoli effettuate all’estero e possibile convenzione con la Repubblica di San Marino. A firma della Consigliera: Castaldini

Testo:

INTERPELLANZA

 

Oggetto: Vaccinazione anti-Covid di emiliano-romagnoli effettuate all’estero e possibile convenzione con la Repubblica di San Marino

 

Il sottoscritto Consigliere

 

visto che:

̶            negli ultimi giorni si sono susseguite notizie in merito alla disponibilità, espressa da esponenti della Serenissima Repubblica di San Marino, a vaccinare contro il virus SARS-CoV-2 cittadini italiani che lavorano sul territorio sammarinese;

̶            la Repubblica di San Marino è confinante per la maggior parte con l’Emilia-Romagna, ed in particolare con la provincia di Rimini;

̶            la Repubblica di San Marino ha autorizzato all’importazione e all’utilizzo anche vaccini anti-Covid ancora non approvati da AIFA e non somministrati in Italia;

 

riscontrato che:

̶            il Sindaco di Monte Grimano Terme Elia Rossi, della Regione Marche è da settimane già al lavoro per la stipula di un accordo che preveda la possibilità di vaccinare, sul territorio sammarinese, anche cittadini italiani;

̶            il Governatore della Regione Marche si è attivato e sono già intercorsi accordi per permettere la somministrazione del vaccino anti-Covid a cittadini marchigiani;

̶            il Presidente della Commissione per gli affari costituzionali del Parlamento Europeo Antonio Tajani ha scritto al Ministro della Salute italiano per chiedere la ratifica degli accordi stipulati;

 

rilevato che:

̶            la scarsità di vaccini anti-Covid disponibili in Regione Emilia-Romagna ed in generale in tutta Italia rende ancora più prezioso il lavoro svolto da questi coraggiosi amministratori locali;

 

interpella la giunta per sapere:

 

̶            se intende attivarsi per stipulare patti che consentano, al netto delle leggi italiane, ai cittadini emiliano-romagnoli di effettuare il vaccino presso la Repubblica di San Marino;

̶            se venga riconosciuta, ad un cittadino emiliano-romagnolo che si vaccinasse in autonomia all’estero, la validità del vaccino anche da parte del Sistema Sanitario Regionale.