Menù di navigazione
Legislatura VIII - Commissione VI - Verbale del 22/09/2009 antimeridiano

    Testo

    Verbale n. 6
    Seduta del 22 settembre 2009
    Il giorno 22 settembre 2009 alle ore 10 si è riunita presso la sede
    dell'Assemblea Legislativa in Bologna Viale A. Moro 50, la
    Commissione Attuazione dello Statuto convocata con nota Prot. n.
    25542 del 17 settembre 2009.
    Partecipano alla seduta i Commissari:
    Cognome e Nome Qualifica Gruppo Voto
    LOMBARDI Presidente Forza Italia - 2 presente
    Marco Popolo della Libertà
    BORGHI Vice Partito Democratico 4 presente
    Gianluca Presidente
    VARANI Gianni Vice Forza Italia - 5 presente
    Presidente Popolo della Libertà
    BARBIERI Componente Partito Democratico 3 presente
    Marco
    BORTOLAZZI Componente Partito dei 1 presente
    Donatella Comunisti Italiani
    BOSI Mauro Componente Partito Democratico 3 presente
    DELCHIAPPO Componente Misto 1 assente
    Renato
    DONINI Monica Componente Partito della 2 assente
    Rifondazione Comunista
    ERCOLINI Componente Partito Democratico 4 presente
    Gabriella
    GUERRA Daniela Componente Verdi per la pace 1 assente
    LEONI Andrea Componente Forza Italia - 1 presente
    Popolo della Libertà
    MAJANI Anna Componente Partito Democratico 1 assente
    MANFREDINI Componente Lega Nord Padania 3 assente
    Mauro Emilia e Romagna
    MAZZA Ugo Componente Sinistra Democratica 2 presente
    per il Socialismo
    Europeo
    MONACO Carlo Componente Per l'Emilia-Romagna 1 assente
    NANNI Paolo Componente Italia dei Valori 1 assente
    con Di Pietro
    NERVEGNA Componente Forza Italia - 1 assente
    Antonio Popolo della Libertà
    NOE' Silvia Componente Unione dei Democratici 1 assente
    Cristiani e
    Democratici di Centro
    SALSI Laura Componente Partito Democratico 5 presente
    VECCHI Componente Alleanza nazionale - 4 presente
    Alberto Popolo della Libertà
    ZANCA Paolo Componente Uniti nell'Ulivo - SDI 4 presente
    Ha partecipato ai lavori della Commissione: R. Ghedini (Servizio
    Informazione).
    Presiede la seduta: Marco Lombardi
    Assiste il segretario: Nicoletta Tartari
    Resocontista: Nicoletta Tartari
    Il Presidente dichiara aperta la seduta alle ore 10,25.
    Sono presenti i consiglieri Barbieri, Borghi, Bortolazzi, Bosi,
    Ercolini, Mazza, Salsi, Varani, Vecchi e Zanca.
    4754 - Progetto di legge d'iniziativa dei consiglieri Lombardi e
    Borghi: Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali (16 07
    09).
    Il presidente LOMBARDI, ricordato l'incontro con i rappresentanti
    delle associazioni degli enti locali sul progetto di legge in esame,
    valuta sia ora possibile entrare nel merito dell'articolato.
    Escono i consiglieri Barbieri e Vecchi.
    Il consigliere relatore ZANCA presenta alcuni emendamenti, che
    comportano modifiche non sostanziali, formulati anche sulla base del
    confronto con le associazioni degli enti locali ricordato dal
    presidente e dopo essersi consultato con i firmatari del progetto di
    legge. Illustra gli emendamenti segnalando, in particolare, che
    viene puntualizzata la definizione di Comuni montani e ulteriormente
    dettagliata la procedura di elezione dei rappresentanti dei Comuni
    minori. Inoltre, sono proposte integrazioni alle disposizioni
    relative alla durata in carica del Presidente del CAL e alle
    eventuali surroghe dei componenti di diritto.
    Il presidente LOMBARDI, per quanto attiene ai Comuni montani, anche
    avuto riguardo alle considerazioni sulla loro rappresentanza
    sollevate nel corso dell'incontro già ricordato, osserva che le
    previsioni del progetto di legge rispettano ampiamente le
    proporzioni della realtà regionale sia dal punto di vista del numero
    dei Comuni, sia dal punto di vista della popolazione. Preannuncia
    inoltre la proposta di una diversa formulazione dell'emendamento che
    puntualizza la definizione di Comuni montani.
    Il consigliere ZANCA nota che l'unico territorio provinciale in cui
    non esiste alcun comune montano è quello di Ferrara, per tutti gli
    altri è possibile eleggere un rappresentante dei Comuni montani.
    Il consigliere MAZZA anticipa il suo voto di astensione
    complessivamente sul progetto di legge, dato che, come ha già
    espresso in sede di discussione generale, non condivide
    l'impostazione del progetto di legge per quanto riguarda la
    composizione del CAL da parte dei rappresentanti degli esecutivi,
    ciò che ritiene creerà delle difficoltà nelle future relazioni tra
    CAL stesso e Assemblea legislativa.
    Entra il consigliere Leoni.
    Conclusa la discussione generale, la Commissione procede all'esame
    dell'articolato.
    Articolo 1
    La Commissione esprime parere favorevole con 29 voti favorevoli (PD,
    SDI, PdCI, FI-PdL), nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Articolo 2
    Sull'articolo 2 insistono i seguenti emendamenti:
    Emendamento 1/Zanca:
    Al comma 1, dopo le parole composte da aggiungere membri di
    diritto e membri elettivi. .
    Emendamento 2/Zanca:
    Aggiungere il comma 2. Sono membri di diritto: seguito dalle
    lettere a) e b).
    Emendamento 3/Zanca:
    Aggiungere il comma 3. Sono membri elettivi: seguito dalla lettera
    c).
    Emendamento 4/Zanca:
    Aggiungere il comma 4. Per comune montano si assume la definizione
    di cui alla LR n. 2/2004, art. 1, comma 5.
    L'emendamento 4/Zanca, su proposta del presidente LOMBARDI, viene
    così riformulato:
    All'articolo 2, dopo le parole Comuni montani inserire le
    seguenti: come individuati ai sensi dell'articolo 1, comma 5, della
    legge regionale 20 gennaio 2004, n. 2 (Legge per la montagna) .
    Emendamento 5/Zanca:
    Aggiungere il comma 5. Il CAL ha sede legale presso l'Assemblea
    legislativa regionale.
    Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione approva gli
    emendamenti da 1 a 5 ed esprime parere favorevole sull'articolo 2
    così come emendato con 29 voti a favore (PD, SDI, PdCI, FI-PdL),
    nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Articolo 3
    Sull'articolo 3 insistono i seguenti emendamenti:
    Emendamento 6/Zanca:
    Al comma 5, primo capoverso, dopo la parola Presidente aggiungere:
    dell'Assemblea legislativa .
    Emendamento 7/Zanca:
    Al comma 5, secondo capoverso, dopo la parola compresi cassare il
    termine sufficienti e aggiungere la seguente locuzione: il numero
    previsto dei .
    Emendamento 8/Zanca:
    Al comma 5, secondo capoverso, dopo la dizione fino a raggiungere
    inserire la parola obbligatoriamente .
    Emendamento 9/Zanca:
    Al comma 5, penultimo capoverso, dopo il punto della lettera c)
    aggiungere la seguente locuzione: Qualora non vengano rispettate le
    proporzioni tra i membri elettivi, si procede a nuova votazione .
    Emendamento 10/Zanca:
    Al comma 7, dopo la parola CAL aggiungere: e lo trasmette al
    Presidente dell'Assemblea legislativa regionale, il quale convoca la
    seduta di insediamento del CAL entro trenta giorni .
    Emendamento 11/Zanca:
    Al comma 7, eliminare l'ultimo capoverso.
    Emendamento 12/Zanca:
    Aggiungere il comma 8. La seduta d'insediamento sarà presieduta dal
    componente più anziano d'età fino all'elezione del Presidente del
    CAL. .
    Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione approva gli
    emendamenti da 6 a 12 ed esprime parere favorevole sull'articolo 3
    così come emendato con 29 voti a favore (PD, SDI, PdCI, FI-PdL),
    nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Articolo 4
    La Commissione esprime parere favorevole con 29 voti favorevoli (PD,
    SDI, PdCI, FI-PdL), nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Articolo 5
    Sull'articolo 5 insistono i seguenti emendamenti:
    Emendamento 13/Zanca
    Inserire il seguente comma 4 bis. Se nella durata del mandato cessa
    dalla carica il Presidente del CAL si procede a nuova elezione. .
    Emendamento 14/Zanca
    Inserire il seguente comma 4 ter. Se cessa un membro di diritto
    subentra allo stesso il nuovo Sindaco o Presidente di Provincia. .
    Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione approva gli
    emendamenti 13 e 14 ed esprime parere favorevole sull'articolo 5
    così come emendato con 29 voti a favore (PD, SDI, PdCI, FI-PdL),
    nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Articolo 6
    Articolo 7
    Articolo 8
    Articolo 9
    Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime
    parere favorevole sugli articolo da 6 a 9 con 29 voti a favore (PD,
    SDI, PdCI, FI-PdL), nessun contrario e 2 voti astenuti (Sin. Dem.).
    Terminato l'esame dell'articolato, il consigliere relatore ZANCA
    comunica che si riserva di chiedere l'autorizzazione alla relazione
    orale.
    La seduta termina alle ore 10,40.
    Approvato nella seduta del 13 ottobre 2009.
    Il Segretario Il Presidente
    Nicoletta Tartari Marco Lombardi