Menù di navigazione
Legislatura X - Commissione IV - Processo Verbale del 29/05/2018 antimeridiano

Processo verbale n. 14

Seduta del 29 maggio 2018

 

Il giorno 29 maggio 2018 alle ore 10,00 è convocata, con nota prot. n. AL.2018.32490 del 24/05/2018, presso la sede dell’Assemblea legislativa in Bologna Viale A. Moro n. 50, la Commissione Politiche per la Salute e Politiche sociali.

 

Partecipano alla seduta i consiglieri:

 

Cognome e nome

Qualifica

Gruppo

Voto

 

ZOFFOLI Paolo

Presidente

Partito Democratico

5

presente

CARDINALI Alessandro

Vicepresidente

Partito Democratico

4

presente

SENSOLI Raffaella

Vicepresidente

Movimento 5 Stelle

3

assente

ALLEVA Piergiovanni

Componente

L’Altra Emilia Romagna

1

assente

BAGNARI Mirco

Componente

Partito Democratico

2

presente

BOSCHINI Giuseppe

Componente

Partito Democratico

1

presente

CALIANDRO Stefano

Componente

Partito Democratico

1

presente

CALVANO Paolo

Componente

Partito Democratico

2

assente

CAMPEDELLI Enrico

Componente

Partito Democratico

1

assente

DELMONTE Gabriele

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

2

assente

FABBRI Alan

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

2

assente

FACCI Michele

Componente

Gruppo Misto

1

presente

GALLI Andrea

Componente

Forza Italia

1

presente

GIBERTONI Giulia

Componente

Movimento 5 Stelle

1

presente

MARCHETTI Daniele

Componente

Lega Nord Emilia e Romagna

5

assente

MARCHETTI Francesca

Componente

Partito Democratico

2

presente

MORI Roberta

Componente

Partito Democratico

2

presente

PARUOLO Giuseppe

Componente

Partito Democratico

2

assente

PRODI Silvia

Componente

Gruppo Misto

1

presente

SASSI Gian Luca

Componente

Movimento 5 Stelle

1

presente

SERRI Luciana

Componente

Partito Democratico

1

presente

SONCINI Ottavia

Componente

Partito Democratico

1

presente

TAGLIAFERRI Giancarlo

Componente

Fratelli d’Italia

1

assente

TARASCONI Katia

Componente

Partito Democratico

1

presente

TARUFFI Igor

Componente

Sinistra Italiana

2

presente

ZAPPATERRA Marcella

Componente

Partito Democratico

4

assente

 

Sono presenti i consiglieri: Gianni BESSI in sostituzione di Paolo CALVANO, Antonio MUMOLO in sostituzione di Enrico CAMPEDELLI, Stefano BARGI in sostituzione di Daniele MARCHETTI e Roberto POLI in sostituzione di Marcella ZAPPATERRA.

 

Partecipa alla seduta: M. Raciti (Resp. Serv. Politiche per l'integrazione sociale, il contrasto alla povertà e terzo settore)

 

Presiede la seduta: Paolo ZOFFOLI

Assiste la segretaria: Nicoletta Tartari

Funzionario estensore: Vanessa Francescon


Il presidente ZOFFOLI dichiara aperta la seduta alle ore 10,15.

 

-Approvazione del processo verbale n. 13 del 2018

 

La Commissione approva a maggioranza dei presenti con l’astensione del consigliere Galli (FI).

 

Il presidente ZOFFOLI, in assenza di obiezioni, propone l’inversione dell’ordine del giorno in attesa dell’arrivo del consigliere Caliandro, relatore del progetto di legge ogg. 6489.

 

Discussione congiunta, ai sensi dell’articolo 105, comma 1, del Regolamento interno, delle risoluzioni:

 

4381 -Risoluzione per impegnare la Giunta a richiamare le AUSL dell'Emilia-Romagna al rispetto della normativa europea, invitando gli allevatori appartenenti al consorzio di tutela suini dop ad applicare il solo tatuaggio sulla coscia, garantendo così un procedimento burocratico più snello alle imprese e minori sofferenze agli animali. (30 03 17)

A firma del Consigliere: Bargi

6511 -Risoluzione per richiedere al Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali di assumere ogni iniziativa utile con il Ministero della salute per avviare un percorso che porti ad evitare il doppio tatuaggio identificativo per i suini. (15 05 18)

A firma dei Consiglieri: Serri, Zappaterra, Tarasconi, Campedelli, Zoffoli, Cardinali

 

Il presidente ZOFFOLI precisa che si svolge la discussione congiunta sulle due risoluzione in esame perché trattano il medesimo argomento.

 

I consiglieri BARGI e SERRI illustrano il contenuto delle rispettive risoluzioni di cui sono primi firmatari.

 

Interviene il consigliere SASSI facendo presente che sarebbe stato auspicabile presentare un testo unico dal momento che le due risoluzioni – a suo parere – non confliggono tra loro. Dichiara, infine, che voterà a favore di entrambe.

 

Il presidente ZOFFOLI ricorda che era stata sospesa la discussione sulla risoluzione ogg. 4381.

 

Interviene il consigliere BARGI per spiegare le ragioni per cui non si è presentato un testo unico.

 

In assenza di altri interventi, il presidente ZOFFOLI pone in votazione prima la risoluzione ogg. 4381e quindi la risoluzione ogg. 6511.

 

La Commissione respinge con 9 voti favorevoli (LN, M5S, FI, Misto/Facci), 27 contrari (PD, Misto/Prodi) e nessun astenuto la risoluzione ogg. 4381.

 

La Commissione approva con 29 voti favorevoli (PD, M5S, Misto/Prodi), 7 contrari (LN, FI, Misto/Facci) e nessun astenuto la risoluzione ogg. 6511.

Il presidente ZOFFOLI sospende la seduta perché sono stati depositati solo ora tre emendamenti all’oggetto 6483 e uno all’oggetto 6491 che vanno fotocopiati e distribuiti.

 

La seduta, sospesa alle ore 10,30, riprende alle ore 10,40.

6489 -Progetto di legge d'iniziativa Consiglieri recante: "Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 19 dicembre 2016, n. 24 (Misure di contrasto alla povertà e sostegno al reddito)". (09 05 18)

A firma dei Consiglieri: Taruffi, Caliandro, Calvano, Sabattini, Iotti, Bagnari, Poli, Campedelli, Mumolo, Prodi, Zoffoli, Torri, Lori, Rossi, Marchetti Francesca, Bessi, Pruccoli, Serri, Montalti

 

Il presidente ZOFFOLI spiega che i tre emendamenti presentati dai colleghi Caliandro e Taruffi sono, più precisamente, dei subemendamenti ad alcuni degli emendamenti presentati dalla consigliera Gibertoni.

 

Il relatore CALIANDRO chiarisce che l’approvazione dei subemendamenti presentati renderà accoglibili gli emendamenti della collega Gibertoni su cui insistono.

 

Il presidente ZOFFOLI procede quindi con l’esame dell’articolato.

 

Articolo 1

 

Sull’articolo 1 insistono l’emendamento n. 2, il subemendamento n. 15 e l’emendamento n. 3.

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione accoglie con 28 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 2, e il subemendamento n. 15 e l’emendamento n. 3.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 1 così come emendato.

 

Articolo 2

 

Sull’articolo 2 insistono l’emendamento n. 4, il subemendamento n. 16, l’emendamento n. 5, il subemendamento n. 17 e gli emendamenti nn. 6 e 7.

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione accoglie con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 4, il subemendamento n. 16, l’emendamento n. 5, il subemendamento n. 17 e l’emendamento n. 6.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 7.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 2 così come emendato.

 

Articolo 3

 

Sull’articolo 3 insiste l’emendamento n. 8.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 8.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 3.

 

Articolo 4

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 4.

 

Articolo 5

 

Sull’articolo 5 insiste l’emendamento n. 9.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 9.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 5.

 

Articolo 6

 

Sull’articolo 6 insistono gli emendamenti nn. 10, 11, 1 e 12.

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) gli emendamenti nn. 10 e 11.

 

La Commissione accoglie con 28 voti favorevoli (PD, SI, Misto/Prodi), nessun contrario e 4 astenuti (MSS, FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 1.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 12.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 6 così come emendato.

 

Articolo 7

 

Sull’articolo 7 insiste l’emendamento n. 13.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 13.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 7.

 

Articolo 8

 

Sull’articolo 8 insiste l’emendamento n. 14.

 

La Commissione respinge con 2 voti favorevoli (M5S), 28 contrari (PD, SI, Misto/Prodi) e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) l’emendamento n. 14.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sull’articolo 8.

 

Articolo 9

 

Articolo 10

 

Articolo 11

 

Articolo 12

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 2 astenuti (FI, Misto/Facci) sugli articoli 9, 10, 11 e 12.

 

Il presidente ZOFFOLI preannuncia, in assenza di obiezioni, che si procederà al coordinamento formale del testo, ai sensi dell’articolo 97, comma 2, del Regolamento interno. Chiede, quindi, al relatore se intende svolgere la relazione orale o scritta.

 

Il relatore CALIANDRO preannuncia la relazione orale.

 

6491 -Proposta recante: “Piano regionale per la lotta alla povertà 2018-2020 ai sensi del Decreto legislativo 147/2017”. (Delibera di Giunta n. 660 del 07 05 18)

 

Il presidente ZOFFOLI procede, quindi, con l’ultimo punto all’ordine del giorno, ricordando che nella seduta della settimana scorsa si è già svolta la discussione generale, perciò oggi si procede con la votazione della proposta in oggetto. Fa presente che sono pervenuti tre emendamenti a firma della vicepresidente Gualmini e un emendamento da parte del consigliere Caliandro. In assenza della vicepresidente Gualmini, cede la parola alla dottoressa Raciti per l’illustrazione dei tre emendamenti.

 

La dottoressa RACITI illustra gli emendamenti.

 

Il consigliere CALIANDRO illustra l’emendamento da lui presentato.

 

La consigliera GIBERTONI dichiara che voterà a favore dell’emendamento del collega Caliandro.

 

Il presidente ZOFFOLI, in assenza di altri interventi, procede con la votazione degli emendamenti.

 

Emendamenti nn.1 e 3

 

Con separate votazioni di identico esito, la Commissione accoglie con 28 voti favorevoli (PD, SI, Misto/Prodi), nessun contrario e 4 astenuti (M5S, FI, Misto/Facci) gli emendamenti nn. 1 e 3.

 

Emendamento n.4

 

La Commissione accoglie con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 1 astenuto (Misto/Facci) l’emendamento n. 4.

 

Emendamento n. 2

 

La Commissione accoglie con 28 voti favorevoli (PD, SI, Misto/Prodi), nessun contrario e 3 astenuti (M5S, Misto/Facci) l’emendamento n. 2.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti favorevoli (PD, SI, M5S, Misto/Prodi), nessun contrario e 1 astenuto (Misto/Facci) sull’oggetto 6491 così come emendato.

 

La seduta termina alle ore 11,00.

 

Approvato nella seduta del 12 giugno 2018.

 

La segretaria

Il Presidente

Nicoletta Tartari

Paolo Zoffoli

 

 


ALLEGATO

 

Emendamenti all’oggetto 6489

 

Emendamento 2/Gibertoni e altri

All’articolo 1, che sostituisce l’articolo 1 della legge regionale n. 24 del 2016, il comma 1 di quest’ultimo è così riformulato:

 

“1. La Regione Emilia-Romagna, al fine di dare attuazione ai principi di cui agli articoli 2, 3, 4, 30, 31, 32, 33, 34 e 38 della Costituzione, nonché agli articoli 33 e 34 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, istituisce il Reddito di Solidarietà (RES) e sostiene il sistema territoriale dei Centri per l’impiego e di interventi e servizi sociali a contrasto della povertà sulla base delle indicazioni della programmazione regionale in materia di servizi e politiche per il lavoro, del Piano sociale e sanitario regionale e del Piano regionale per la lotta alla povertà previsto all’art. 14 del decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147 (Disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà).”

 

Subemendamento 15/Caliandro-Taruffi

Nell’emendamento 3 M5S è eliminata la parola “anche”.

 

Emendamento 3/Gibertoni e altri

All’articolo 1, che sostituisce l’articolo 1 della legge regionale n. 24 del 2016, il comma 2 di quest’ultimo è così riformulato

“1. Il RES consiste in una misura regionale volta a contrastare, anche in integrazione con gli interventi nazionali, la povertà, l’esclusione sociale e la disuguaglianza, nonché promuovere la crescita sociale ed economica, la valorizzazione delle competenze e dei saperi delle persone, l’accesso al lavoro.”

 

Emendamento 4/Gibertoni e altri

Il comma 1 dell’articolo 2, che modifica l’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016, è così riformulato:

 

1. La rubrica dell’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016 è sostituita dalla seguente: “Reddito di solidarietà e competenze dei Comuni e dei Centri Per l’Impiego”.

 

Subemendamento 16/Caliandro-Taruffi

All’emendamento 5 M5S le parole “può consistere” sono sostituite con “consiste” e le parole “Nonché prevedendo” sono sostituite con “e può prevedere”.

 

Emendamento 5/Gibertoni e altri

Il comma 2 dell’articolo 2, che modifica l’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016, è così riformulato:

“2. Il comma 1 dell’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016 è sostituito dal seguente:

“1. Il RES può consistere in una misura regionale diretta ad integrare la misura nazionale, incrementandone l’ammontare del beneficio così come previsto all’articolo 14, comma 6, del decreto legislativo 147 del 2017 nonché prevedendo, sulla base della valutazione multidimensionale, specifiche ed ulteriori misure per l’inserimento lavorativo e l’attivazione sociale, anche mediante il raccordo con associazioni di volontariato.”.”

 

Subemendamento 17/Caliandro-Taruffi

All’emendamento 6 M5S le parole “la misura” sono sostituite con “il progetto”.

 

Emendamento 6/Gibertoni e altri

Il comma 4 dell’articolo 2, che modifica l’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016, è così riformulato:

“4. Il comma 2 dell’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016 è sostituito dal seguente:

 

“2. I Comuni o le loro Unioni svolgono anche per il RES le funzioni loro attribuite dall’articolo 13 del decreto legislativo 147 del 2017, autorizzano la spesa e l’erogazione del contributo economico a favore del richiedente nella misura stabilita dal RES. Possono inoltre integrare la misura con propri interventi, anche derivanti da risorse loro assegnate e non vincolate ad altre destinazioni.”.”

 

Emendamento 7/Gibertoni e altri

Nell’articolo 2, che modifica l’articolo 2 della legge regionale n. 24 del 2016, al termine di quest’ultimo è inserito il comma seguente:

 

“3.bis In riferimento alle attività del comma 3 i Centri per l’Impiego realizzano azioni specifiche nei confronti dei beneficiari del RES, prevedendo, nei casi in cui sia attivabile un percorso di inserimento lavorativo, specifiche proposte di lavoro o di politica attiva. A tale fine  la Regione prevede, nell’ambito della programmazione regionale in materia di servizi e politiche per il lavoro, specifiche azioni dirette al supporto progettuale, al finanziamento ed alla valutazione delle misure per l'inserimento o il reinserimento lavorativo, l'inclusione o l’attivazione sociale previste nei progetti personalizzati.”

 

Emendamento 8/Gibertoni e altri

Nell’articolo 3, che introduce l’articolo 2-bis nella legge regionale n. 24 del 2016, il comma 2 di quest’ultimo è sostituito secondo la seguente formulazione

“2. Il Piano dà altresì indicazioni per il coordinamento dei servizi e per la programmazione territoriale e, in tale quadro, definisce misure specifiche per l’efficientamento e la qualificazione dei centri per l'impiego sul territorio regionale in riferimento alle finalità della presente legge, anche attraverso il rafforzamento degli organici specifiche attività formative per il personale, la realizzazione di servizi dedicati”.

 

Emendamento 9/Gibertoni e altri

Nell’articolo 5, che sostituisce l’articolo 3 della legge regionale n. 24 del 2016, dopo il comma 1 di quest’ultimo è inserito il seguente:

 

“1-bis. La Regione, ai sensi dell’articolo 14 comma 6 del decreto legislativo n. 147 del 2017, può inoltre determinare, a valere sulle risorse regionali e, ove compatibili, sui fondi europei, l’estensione della platea dei beneficiari d, definendo, nell’ambito del Piano di cui all’articolo 2-bis, requisiti, procedure d’accesso e condizioni di decadenza”

 

Emendamento 10/Gibertoni e altri

Nell’articolo 6, che sostituisce l’articolo 4 della legge regionale n. 24 del 2016, al termine del comma 1 di quest’ultimo è inserito il testo seguente:

 

“A tale fine il RES è orientato a perseguire il raggiungimento da parte dei beneficiari della soglia di povertà relativa.”

 

Emendamento 11/Gibertoni e altri

Nell’articolo 6, che sostituisce l’articolo 4 della legge regionale n. 24 del 2016, al termine del comma 2 di quest’ultimo è inserito il testo seguente:

 

“Possono essere previste durate diverse nei casi di cui all’articolo 3, comma 1-bis.”

 

Emendamento 1/Caliandro-Taruffi

All’articolo 6 del pdlr 6489, che sostituisce l’articolo 4 della legge regionale n. 24 del 2016, al comma 3 del nuovo articolo 4, in fine, dopo la parola “(ISEE)”, sono aggiunte le seguenti parole: “, al netto delle maggiorazioni ivi previste. L’importo massimo erogabile come RES è pari a quello spettante ad una famiglia di sei componenti, indipendentemente dal numero anche superiore dei componenti il nucleo familiare beneficiario.”

 

Emendamento 12/Gibertoni e altri

Nell’articolo 6, che sostituisce l’articolo 4 della legge regionale n. 24 del 2016, dopo il comma 3 è inserito il seguente:

 

“3-bis. Resta ferma la possibilità di definire, con le modalità del comma 1, durate ed ammontare diversi applicabili ai casi di cui all’articolo 3, comma 1-bis.”

 

Emendamento 13/Gibertoni e altri

Nell’articolo 7, che sostituisce l’articolo 5 della legge regionale n. 24 del 2016, dopo il comma 2 di quest’ultimo è inserito il seguente:

 

“2-bis. Resta ferma la possibilità di definire nei casi di cui all’articolo 3, comma 1-bis modalità di accesso diverse.”

 

Emendamento 14/Gibertoni e altri

Nell’articolo 8, che sostituisce l’articolo 6 della legge regionale n. 24 del 2016, al termine del comma 2 di quest’ultimo è inserito il testo seguente:

 

“, ferma restando la possibilità di realizzare specifiche misure di supporto all’inserimento lavorativo realizzate dai Centri per l’Impiego.”

 

Emendamenti all’oggetto 6491

 

Emendamento 1/Giunta

Alla fine del paragrafo 7.a inserire il seguente paragrafo:

 

“Rispetto all'utilizzo delle risorse del Fondo Povertà — quota servizi, l'ordine di priorità nell'attuazione dei livelli essenziali di cui al Dlgs 147/17, come sopra richiamati, è il seguente:

 

1.Servizio sociale territoriale (1 assistente sociale ogni 5.000 abitanti)

 

2.Progetto personalizzato per i nuclei in cui si presenti una situazione di bisogno complesso e per i nuclei in cui si presenti una situazione di bisogno complesso e sia presente un bambino nei primi 1000 giorni di vita

 

3.Punti di accesso, nella misura sopradescritta”.

 

Emendamento 3/Giunta

Al secondo capoverso del paragrafo 7 c) "Collaborazione tra servizi: equipe multidisciplinare e presa in carico integrata", le parole: "Può chiedere il coinvolgimento di ulteriori operatori con competenze coerenti con le misure da promuovere" sono sostituite dalle parole: "Può chiedere il coinvolgimento di ulteriori operatori afferenti a servizi e organizzazioni differenti (scuola, neuropsichiatria infantile, politiche abitative...) con competenze coerenti con le misure da promuovere, al fine di rispondere in maniera appropriata ai bisogni dei nuclei"

 

Emendamento 4/Caliandro

Al paragrafo 8 “Quadro delle risorse” dopo le parole “marginalità estrema (avviso 4/16)” sono inserite le seguenti:

“Inoltre, il piano nazionale di rafforzamento dei servizi per l’impiego prevede l’utilizzo di risorse provenienti dal PON INCLUSIONE-FSE per finanziare l’ingresso di 600 operatori a livello nazionale che si occupino della progettazione dei percorsi di politica attiva del lavoro per le persone titolari di REI congiuntamente agli operatori sociali e sanitari.

Verranno pertanto assunti in Agenzia regionale per il lavoro 38 operatori (1 per ogni centro per l’impiego) dedicati agli interventi di attivazione delle persone beneficiarie del REI.”.

 

Emendamento 2/Giunta

Nell'ultima tabella di cui al paragrafo 8, riportante il quadro dei finanziamenti per il contrasto alla povertà, alla voce "Fondo nazionale povertà — senza dimora" sostituire la cifra "1.710.900" con la cifra "1.740.000".