Menù di navigazione
Legislatura X - Commissione III - Processo Verbale del 07/03/2019 pomeridiano

 

Processo verbale n. 9

Seduta del 7 marzo 2019

 

Il giorno 7 marzo 2019 alle ore 14,30 è convocata, con nota prot. n. AL.2019.5499 del 01/03/2019, presso la sede dell’Assemblea legislativa in Bologna Viale A. Moro n. 50, la Commissione Territorio, Ambiente, Mobilità.

 

Partecipano alla seduta i consiglieri:

 

Cognome e nome

Qualifica

Gruppo

Voto

 

RONTINI Manuela

Presidente

Partito Democratico

5

presente

BARGI Stefano

Vicepresidente

Lega Nord

2

assente

IOTTI Massimo

Vicepresidente

Partito Democratico

4

presente

ALLEVA Piergiovanni

Componente

L’altra Emilia Romagna

1

assente

BAGNARI Mirco

Componente

Partito Democratico

2

presente

CAMPEDELLI Enrico

Componente

Partito Democratico

2

presente

FABBRI Alan

Componente

Lega Nord

1

assente

FACCI Michele

Componente

Gruppo Misto

1

presente

GALLI Andrea

Componente

Forza Italia

1

assente

GIBERTONI Giulia

Componente

Movimento 5 Stelle

4

presente

LIVERANI Andrea

Componente

Lega Nord

1

assente

MONTALTI Lia

Componente

Partito Democratico

5

presente

PETTAZZONI Marco

Componente

Lega Nord

2

presente

POLI Roberto

Componente

Partito Democratico

2

presente

POMPIGNOLI Massimiliano

Componente

Lega Nord

1

presente

PRODI Silvia

Componente

Gruppo Misto

1

presente

PRUCCOLI Giorgio

Componente

Partito Democratico

1

assente

RAINIERI Fabio

Componente

Lega Nord

1

assente

RANCAN Matteo

Componente

Lega Nord

1

assente

RAVAIOLI Valentina

Componente

Partito Democratico

2

presente

ROSSI Nadia

Componente

Partito Democratico

2

presente

SABATTINI Luca

Componente

Partito Democratico

2

presente

SASSI Gian Luca

Componente

Gruppo Misto

1

presente

TAGLIAFERRI Giancarlo

Componente

Fratelli d’Italia

1

presente

TARASCONI Katia

Componente

Partito Democratico

1

presente

TARUFFI Igor

Componente

Sinistra Italiana

1

presente

TORRI Yuri

Componente

Sinistra Italiana

1

presente

ZAPPATERRA Marcella

Componente

Partito Democratico

1

presente

 

 

È altresì presente: l’Assessore alle Attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma Palma Costi.

 

Presiede la seduta: Manuela RONTINI

Assiste la segretaria: Samuela Fiorini

Funzionario estensore: Vanessa Francescon


La presidente RONTINI dichiara aperta la seduta alle ore 14,45.

 

-          Approvazione processi verbali nn. 7 e 8 del 2019

 

La Commissione approva all’unanimità.

 

7169 - Petizione popolare sulle concessioni per la ricerca e lo stoccaggio di idrocarburi. (Delibera dell'Ufficio di Presidenza n. 91 del 18 09 18)

 

Il presidente RONTINI introduce la petizione, ricordando che la Commissione deve formulare una relazione di risposta; a tal fine, è stata inviata ai commissari una nota da parte dell’Assessorato. Cita, per completezza, gli articoli del Regolamento interno che disciplinano l’istituto della petizione.

 

L’assessore COSTI svolge il suo intervento.

 

La presidente RONTINI informa che il collega Sassi ha depositato una nota contenente una richiesta formale alla Presidenza di Commissione che è in via di distribuzione ai commissari.

 

Interviene il consigliere TAGLIAFERRI.

 

Prende la parola il consigliere SASSI illustrando il contenuto della nota da lui depositata ad inizio seduta.

 

Interviene il consigliere FACCI.

 

La presidente RONTINI prende la parola per chiarire alcuni aspetti procedurali.

 

Il consigliere FACCI riprende il suo intervento.

 

La presidente RONTINI chiarisce le ragioni del suo precedente intervento.

 

Prendono la parola i consiglieri MONTALTI e SASSI.

 

Replica l’assessore COSTI.

 

Il consigliere TAGLIAFERRI riprende la parola.

 

Il consigliere SASSI chiede chiarimenti sulla tempistica relativa alla trattazione della petizione.

 

Replicano l’assessore COSTI e la presidente RONTINI.

 

La presidente RONTINI, in mancanza di altri interventi, propone alla Commissione di formulare la relazione di risposta alla petizione, ai sensi dell’articolo 121, comma 2, del Regolamento, basandosi sulla nota trasmessa ai commissari.

 

La Commissione approva la relazione con 29 voti favorevoli (PD, SI, Misto/Prodi), nessun contrario e 7 astenuti (M5S, FDI, Misto/Facci, Misto/Sassi).

 

Riprende la parola il consigliere TAGLIAFERRI.

 

La presidente RONTINI risponde e, prima di chiudere la seduta, anticipa che la prossima settimana la Commissione sarà convocata alle ore 14,00.

 

La seduta termina alle ore 15,40.

 

Approvato nella seduta del 14 marzo 2019.

 

La segretaria

La Presidente

Samuela Fiorini

Manuela Rontini

 


 

ALLEGATO

 

Relazione all’Assemblea legislativa della Commissione III Territorio, Ambiente, Mobilità sulla petizione oggetto n. 7169, ai sensi dell’articolo 121, comma 2, del Regolamento interno

 

 

In merito alla petizione presentata per chiedere di bloccare le autorizzazioni relative alle indagini sismiche nell’ambito dei permessi di ricerca di idrocarburi denominati ‘Fantozza’ e Bugia’ in alcuni territori delle provincie di Modena e Reggio Emilia, non si può che ribadire, come già espresso dai rappresentanti della Giunta in diverse occasioni e in diversi sedi istituzionali, come la Regione Emilia-Romagna abbia già formalizzato ogni tipo di contrarietà ai permessi di ricerca di idrocarburi in quest’area.

Come ribadito pertanto davanti alla Commissione, la contrarietà della Regione è già stata messa nero su bianco con la delibera di Giunta n. 1415 del 3 settembre scorso, con cui si è fornita la possibilità di concludere negativamente la vicenda dei due permessi di ricerca senza incorrere in ricorsi.

A quanto risulta, non sono ancora stati rilasciati dall’UNMIG gli importanti atti autorizzativi del rilievo sismico in 3 D. Il procedimento è stato bloccato dal D.L. n. 135/2018 convertito dalla L. n. 12 dell’11 febbraio 2019 che, com’è noto, ha sospeso tutte le richieste per nuove estrazioni fino all’adozione del Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee.

Questo a dimostrazione, come la Regione ha sempre sostenuto, che la competenza era ed è dello Stato. Tutta la materia delle estrazioni idrocarburi, come è noto e come i provvedimenti ministeriali evidenziano, è regolata da norme nazionali ed europee ed è materia concorrente ma con forte prevalenza dello Stato. Si ricorda inoltre che, pur essendo materia concorrente, le normative hanno avuto una evoluzione di rafforzamento della competenza statale (es. avocazione delle procedure di Valutazione ambientale).

Per quanto riguarda i permessi ‘Fantozza’ e ‘Bugia’, già nel 2017, a fronte della evidente contrarietà dei sindaci e delle amministrazioni, la Regione ha provveduto ad inviare lettera al MISE con una richiesta di sospensione del permesso di ricerca e di attivazione di un confronto con le amministrazioni e i cittadini. Confronto che ha confermato la contrarietà dei sindaci e dei territori alla attivazione delle attività di ricerca, pertanto si è provveduto con lettera del dicembre 2017 ad informare nuovamente il Ministero con richiesta di prendere atto della contrarietà dei territori e di conseguenza della Regione che non ha mai proceduto in disaccordo con essi. Non avendo mai ottenuto risposta dal dicembre 2017 a settembre si è provveduto con l’atto deliberativo citato a formalizzare la assoluta indisponibilità a procedere, fornendo al Ministero tutte gli elementi per sospendere o revocare.

La posizione di contrarietà della Regione, in accordo con i territori è chiara, e prova ne è l’atto deliberativo. Poiché per l’individuazione delle aree idonee è previsto nel D.L. sopra richiamato che si dovrà tener conto di tutte le caratteristiche del territorio, sociali, industriali, urbanistiche e morfologiche, con particolare riferimento all’assetto idrogeologico ed alle vigenti pianificazioni”, le aree interessate dai due permessi dovrebbero, vista la criticità legata alle componenti sociali ed alla vulnerabilità territoriale, essere inserite tra quelle non idonee e conseguentemente i permessi ‘Fantozza’ e ‘Bugia’ dovrebbero decadere.