Menù di navigazione
Legislatura XI - Commissione I - Processo Verbale del 16/12/2020 pomeridiano

Processo verbale n. 27

Seduta del 16 dicembre 2020

 

Il giorno 16 dicembre 2020 alle ore 14,30 è convocata, con nota prot. n. AL.2020.25964 del 10/12/2020, presso la sede dell’Assemblea legislativa in Bologna Viale A. Moro n. 50, la Commissione Bilancio, Affari generali ed istituzionali in seduta congiunta con la Commissione Territorio, ambiente, mobilità e in seduta ordinaria, in modalità “mista”, cioè con la presenza in sede del Presidente, dei Vicepresidenti e di un membro per Gruppo assembleare [Bessi (PD), Bondavalli (BP), Castaldini (FI), Catellani (Lega), Costi (PD), Daffadà (PD), Fabbri (PD), Lisei (FDI), Marchetti F. (PD), Mastacchi (RCPER), Occhi (Lega), Piccinini (M5S), Pigoni (BP), Rancan (Lega), Rontini (PD), Taruffi (ERCEP), Zamboni (EV)], nonché degli altri partecipanti ai sensi della deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 3 del 27 marzo.

 

Partecipano alla seduta i consiglieri:

 

Cognome e nome

Qualifica

Gruppo

Voto

 

POMPIGNOLI Massimiliano

Presidente

Lega Salvini Emilia-Romagna

5

presente

BARGI Stefano

Vicepresidente

Lega Salvini Emilia-Romagna

4

presente

SABATTINI Luca

Vicepresidente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

9

presente

BESSI Gianni

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

6

presente

BONDAVALLI Stefania

Componente

Bonaccini Presidente

1

Presente

CASTALDINI Valentina

Componente

Forza Italia – Berlusconi per Borgonzoni

1

Presente

CATELLANI Maura

Componente

Lega Salvini Emilia-Romagna

1

Presente

COSTI Palma

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

2

Presente

DAFFADA’ Matteo

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

1

Presente

FABBRI Marco

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

2

Presente

GIBERTONI Giulia

Componente

Gruppo Misto

1

Assente

IOTTI Massimo

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

1

Presente

LISEI Marco

Componente

Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni

1

Presente

MARCHETTI Daniele

Componente

Lega Salvini Emilia-Romagna

1

Presente

MARCHETTI Francesca

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

1

Presente

MASTACCHI Marco

Componente

RETE CIVICA Progetto Emilia-Romagna

1

Presente

OCCHI Emiliano

Componente

Lega Salvini Emilia-Romagna

1

Presente

PELLONI Simone

Componente

Lega Salvini Emilia-Romagna

1

Presente

PICCININI Silvia

Componente

Movimento 5 Stelle

1

Presente

PIGONI Giulia

Componente

Bonaccini Presidente

2

Presente

RANCAN Matteo

Componente

Lega Salvini Emilia-Romagna

1

Presente

RONTINI Manuela

Componente

Partito Democratico Bonaccini Presidente

1

Presente

TAGLIAFERRI Giancarlo

Componente

Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni

2

Presente

TARUFFI Igor

Componente

Emilia-Romagna coraggiosa, ecologista, progressista

2

Presente

ZAMBONI Silvia

Componente

Europa Verde

1

Presente

 

Sono altresì presenti il consigliere Michele FACCI (FDI), l’assessore all’Ambiente, difesa del suolo e della costa, protezione civile Irene PRIOLO e l’assessore al Bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale Paolo CALVANO.

 

Partecipano alla seduta: Rita Nicolini (Direttrice Agenzia Regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile), Laura Lostia (Servizio Amministrazione generale, programmazione e bilancio).

 

Presiede la seduta: Massimiliano POMPIGNOLI

Assiste la segretaria: Vanessa Francescon

Funzionario estensore: Silvia Fanti


I presidenti POMPIGNOLI e CALIANDRO dichiarano aperta la seduta congiunta alle ore 14,20 e procedono preliminarmente all’appello, ciascuno per la propria commissione, ai sensi della deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 3 del 27 marzo 2020, ai fini dell’identificazione certa dei partecipanti.

 

C27 -Richiesta di parere alle competenti Commissioni sullo schema di delibera della Giunta regionale recante: "Approvazione del Bilancio di previsione e del Piano delle attività dell'Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile per gli anni 2021-2023"

 

La direttrice NICOLINI illustra il piano delle attività dell’Agenzia.

 

La dott.ssa LOSTIA espone alcuni aspetti del bilancio in esame.

 

Il consigliere OCCHI svolge alcune considerazioni motivando l’astensione sul provvedimento.

 

Le consigliere PICCININI e ZAMBONI formulano alcune domande.

 

Il consigliere BESSI interviene preannunciando voto favorevole.

 

La direttrice NICOLINI replica agli interventi rispondendo alle domande formulate.

 

L’assessore PRIOLO fornisce ulteriori chiarimenti.

 

In assenza di ulteriori interventi, il presidente POMPIGNOLI pone in votazione il parere sul bilancio 2021-2023 dell’Agenzia.

 

La Commissione Bilancio, affari generali ed istituzionali esprime parere favorevole con 29 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV), nessun contrario e 18 astenuti (Lega, FDI, FI, M5S).

 

Il presidente CALIANDRO invita poi la III Commissione a procedere alla votazione del piano di attività dell’Agenzia.

 

La Commissione Territorio, ambiente, mobilità esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV), nessun contrario e 17 astenuti (Lega, FDI, FI, M5S).

 

Alle ore 15,35 la Commissione Bilancio, affari generali ed istituzionali prosegue i propri lavori in seduta ordinaria con l’esame degli argomenti all’ordine del giorno.

 

-     Approvazione del processo verbale n. 26 del 2020

 

La Commissione approva all’unanimità.

 

2118 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante “Ratifica della variazione di bilancio adottata dalla Giunta regionale in deroga all’art. 51 del D.lgs. n. 118/2011, ai sensi dell’art. 109, comma 2-bis, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27”. (Delibera di Giunta n. 1784 del 30 11 20)

 

 

Il relatore consigliere FABBRI e la relatrice di minoranza consigliera CATELLANI introducono il provvedimento.

 

In assenza di richieste di intervento, il presidente POMPIGNOLI dichiara chiusa la discussione generale e pone in votazione il testo.

 

Articoli 1, 2 e 3

 

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 29 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV), 18 contrari (Lega, FDI, FI), 1 astenuto (M5S) a ciascuno degli articoli da 1 a 3.

 

Il relatore FABBRI e la relatrice di minoranza CATELLANI preannunciano che svolgeranno le relazioni orali ai sensi dell’articolo 91, comma 2 del Regolamento interno dell’Assemblea legislativa.

 

 

1954 -Proposta d'iniziativa Giunta recante: “Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021” (DEFR). (Delibera di Giunta n. 1514 del 02 11 20)

 

La relatrice CATELLANI illustra gli emendamenti presentati e ritira l’emendamento n. 37.

 

Il consigliere RANCAN presenta e illustra l’emendamento n. 38 (sostitutivo dell’emendamento 37) concernente Piacenza Expo.

 

La relatrice consigliera RONTINI ringrazia gli uffici per la collaborazione e preannuncia voto favorevole su alcuni degli emendamenti presentati.

 

La consigliera PICCININI dichiara che il Movimento 5 Stelle non parteciperà al voto sugli emendamenti al DEFR.

 

Emendamento 1

La Commissione esprime parere contrario con 28 voti contrari (PD, BP, ERCEP), 20 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, EV), nessun astenuto all’emendamento 1. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamenti 2, 3, 4 e 5

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto a ciascuno degli emendamenti da 2 a 5. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 6

 

La relatrice RONTINI propone il subemendamento 39 (orale) all’emendamento 6.

 

La relatrice CATELLANI dichiara di non accettare il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 6. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 7

 

La relatrice RONTINI propone il subemendamento 40 (orale), sostitutivo dell’emendamento 7.

 

La relatrice CATELLANI accetta il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 48 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto al subemendamento 40. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 8

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 22 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP, EV), nessun astenuto all’emendamento 8. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamenti 9, 10, 11 e 12

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto a ciascuno degli emendamenti da 9 a 12. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 13

 

La relatrice RONTINI propone il subemendamento 41 (orale), sostitutivo dell’emendamento 13.

 

La relatrice CATELLANI accetta il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 2 contrari (ERCEP), nessun astenuto al subemendamento 41. I gruppi Movimento 5 Stelle ed Europa Verde non partecipano al voto.

 

Emendamento 14

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 14. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 15

 

La relatrice RONTINI propone il subemendamento 42 (orale), sostitutivo dell’emendamento 15.

 

La relatrice CATELLANI accetta il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), 2 contrari (ERCEP), nessun astenuto al subemendamento 42. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamenti 16, 17 e 18

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 28 voti contrari (PD, BP, ERCEP), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto a ciascuno degli emendamenti da 16 a 18. I gruppi Movimento 5 Stelle ed Europa Verde non partecipano al voto.

 

Emendamenti 19, 20 e 21

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto a ciascuno degli emendamenti da 19 a 21. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 22

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 21 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP), nessun astenuto all’emendamento 22. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 23

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 23. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 24

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 3 contrari (ERCEP, EV), nessun astenuto all’emendamento 24. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 25

La Commissione esprime parere favorevole con 47 voti a favore (PD, BP, ERCEP, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto all’emendamento 25. I gruppi Movimento 5 Stelle ed Europa Verde non partecipano al voto.

 

Emendamento 26

 

La relatrice RONTINI propone il subemendamento 43 (orale), sostitutivo dell’emendamento 26.

 

La relatrice CATELLANI accetta il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 3 contrari (ERCEP, EV), nessun astenuto al subemendamento 43. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamenti 27 e 28

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto agli emendamenti 27 e 28. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 29

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 22 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP, EV), nessun astenuto all’emendamento 29. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 30

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 30. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamenti 31 e 32

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 21 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP), nessun astenuto agli emendamenti 31 e 32. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 33

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 22 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP, EV), nessun astenuto all’emendamento 33. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 34

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 21 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP), nessun astenuto all’emendamento 34. I gruppi Movimento 5 Stelle ed Europa Verde non partecipano al voto.

 

Emendamento 35

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 21 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, ERCEP), nessun astenuto all’emendamento 34. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 36

La Commissione esprime parere contrario con 29 voti contrari (PD, BP, ERCEP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 23. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

Emendamento 38

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 1 contrario (EV), 2 astenuti (ERCEP) all’emendamento 38. Il Movimento 5 Stelle non partecipa al voto.

 

 

2066 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021". (Delibera di Giunta n. 1653 del 16 11 20)

 

Il presidente POMPIGNOLI introduce l’esame del progetto di legge, informa che sul testo sono stati presentati 35 emendamenti (v. allegato) e, in assenza di interventi, invita la Commissione a procedere all’esame degli articoli e degli emendamenti sulla base del documento di lavoro predisposto dalla segreteria (v. atti).

 

Art. 1

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 1 insiste l’emendamento n. 2.

 

L’assessore CALVANO illustra gli emendamenti nn. 2 e 3.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), 4 astenuti (ERCEP, EV, M5S) all’emendamento 2.

La Commissione esprime parere favorevole con 29 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Emendamento 27 (aggiuntivo dell’art. 1 bis)

 

La consigliera PICCININI illustra l’emendamento 27.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 20 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), 2 astenuti (ERCEP) all’emendamento suddetto.

 

Emendamento 3 (aggiuntivo dell’art. 1 bis che diventa art. 2)

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, M5S), 5 contrari (FDI, RCPER, FI), 14 astenuti (Lega) al nuovo articolo.

 

Art. 2 (che diventa art. 3)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 2 insiste l’emendamento n. 31.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, M5S), nessun contrario, 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) all’emendamento 31.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER, M5S), nessun contrario, 4 astenuti (FDI, FI) all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Art. 3 (che diventa art. 4).

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 3 insiste l’emendamento n. 32.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 30 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, M5S), nessun contrario, 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) all’emendamento 32.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER, M5S), nessun contrario, 4 astenuti (FDI, FI) all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Emendamento 4 (aggiuntivo dell’art. 3 bis che diventa art. 5)

La Commissione esprime parere favorevole con 48 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER, FDI, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 5 (aggiuntivo dell’art. 3 ter che diventa art. 6)

La Commissione esprime parere favorevole con 44 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER), nessun contrario, 5 astenuti (FDI, FI, M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 6 (aggiuntivo dell’art. 3 quater che diventa art. 7)

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER, M5S), nessun contrario, 4 astenuti (FDI, FI) al nuovo articolo.

 

Emendamento 14 (aggiuntivo dell’art. 3 bis)

 

Il relatore BARGI illustra l’emendamento 14 e dichiara di non accettare il subemendamento 28 proposto dalla consigliera PICCININI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 20 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’emendamento 14.

 

Art. 4 (che diventa art. 8)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 4 insistono gli emendamenti n. 15 e 29.

 

La relatrice RONTINI prende la parola motivando il voto contrario del proprio gruppo all’emendamento 15.

 

La consigliera PICCININI illustra l’emendamento 29.

 

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 20 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), 1 astenuto (EV) all’emendamento 15, primo e secondo alinea.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto all’emendamento 29. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), nessun contrario, 20 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S) all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Art. 5 (che diventa art. 9)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), nessun contrario, 20 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S) all’articolo suddetto. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamento 16

 

La relatrice RONTINI chiede il ritiro dell’emendamento 16 per consentire una formulazione di gradimento comune da presentare in aula.

 

Il relatore BARGI ritira l’emendamento 16.

 

Art. 6 (che diventa art. 10)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI) all’articolo suddetto. I gruppi EV e M5S non partecipano al voto.

 

Articoli 7 e 8 (che diventano articoli 11 e 12)

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 41 voti a favore (PD, BP, EV, Lega), nessun contrario, 6 astenuti (FDI, RCPER, FI, M5S) a ciascuno degli articoli suddetti.

 

Art. 9 (che diventa art. 13)

La Commissione esprime parere favorevole con 42 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, RCPER), nessun contrario, 5 astenuti (FDI, FI, M5S) all’articolo suddetto.

 

Emendamento 7 (aggiuntivo dell’art. 9 bis che diventa art. 14)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’emendamento 7 insiste il sub emendamento n. 35.

 

L’assessore PRIOLO illustra il subemendamento 35.

 

La consigliera PICCININI interviene motivando il proprio voto contrario.

 

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 1 contrario (M5S), 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) al subemendamento 35 e al nuovo articolo, così come emendato. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamento 8 (aggiuntivo dell’art. 9 ter che diventa art. 15)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 1 contrario (M5S), 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) al nuovo articolo. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamenti 24, 25 e 26 (aggiuntivi degli articoli 9 bis, 9 ter e 9 quater)

 

Il consigliere FACCI illustra gli emendamenti.

 

Interviene il presidente POMPIGNOLI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 24.

 

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (EV) all’emendamento 25 (primo e secondo alinea).

 

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 26. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

La relatrice RONTINI motiva il voto contrario espresso dal proprio gruppo.

 

Replica il presidente POMPIGNOLI.

 

Articoli 10, 11 e 12 (che diventano articoli 16, 17 e 18)

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto a ciascuno degli articoli suddetti.

 

Emendamento 1 (aggiuntivo dell’art. 12 bis che diventa art. 19)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’emendamento 1 insiste il sub emendamento n. 34, sostitutivo dell’emendamento 1.

 

La consigliera RONTINI esprime apprezzamento per il lavoro condotto dall’Ufficio di presidenza per rendere più visibile la presenza della Regione attraverso l’utilizzo della fascia istituzionale.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto all’emendamento 34. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamento 17 (aggiuntivo dell’art. 12 bis)

 

Il presidente POMPIGNOLI presenta l’emendamento.

 

Il consigliere LISEI interviene a favore.

 

La relatrice RONTINI replica preannunciando e motivando il voto contrario.

 

Intervengono i consiglieri CASTALDINI e LISEI, il relatore BARGI, l’assessore CALVANO.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento suddetto.

 

Emendamento 9 (aggiuntivo dell’art. 12 bis che diventa art. 20)

 

L’assessore CALVANO illustra l’emendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 10 (aggiuntivo del capo III bis che diventa capo IV e dell’art. 12 ter che diventa art. 21) e emendamento 11 (aggiuntivo dell’art. 12 quater che diventa art. 22)

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto a ciascuno degli emendamenti suddetti.

 

Art. 13 (che diventa art. 23)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 13 insistono gli emendamenti 18 e 30.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 18.

 

La consigliera PICCININI ritira l’emendamento 30 e presenta, illustrandolo, il nuovo emendamento 36, sostitutivo dell’emendamento 30, a firma congiunta con la relatrice RONTINI.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, M5S), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 36.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, M5S), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Art. 14 (che diventa art. 24)

La Commissione esprime parere favorevole con 47 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun contrario o astenuto all’articolo suddetto.

 

Emendamento 12 (aggiuntivo dell’art. 14 bis che diventa art. 25)

 

Il relatore BARGI chiede un chiarimento.

 

Risponde l’assessore CALVANO.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), nessun contrario, 20 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 33 (aggiuntivo dell’art. 14 bis che diventa art. 26)

 

La relatrice RONTINI illustra l’emendamento, informando che è stato sottoscritto da altri consiglieri.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, M5S), nessun contrario, 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) al nuovo articolo.

 

Art. 15 (che diventa art. 27)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 13 insistono l’emendamento 19 e il subemendamento 37.

 

Il relatore BARGI illustra l’emendamento 19.

 

La relatrice RONTINI presenta, illustrandolo, il nuovo subemendamento 37, sostitutivo dell’emendamento 19.

 

Il consigliere BARGI accetta il subemendamento.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 43 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, RCPER, M5S), 4 contrari (FDI, FI), nessun astenuto al subemendamento 37.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto, così come emendato.

 

Emendamento 13 (aggiuntivo dell’art. 15 bis che diventa art. 28)

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 20 (aggiuntivo dell’art. 15 bis)

 

Interviene il consigliere PELLONI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (M5S) all’emendamento suddetto.

 

Emendamento 21 (aggiuntivo dell’art. 15 ter)

 

Il consigliere Daniele MARCHETTI illustra l’emendamento.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 20 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’emendamento suddetto.

 

Emendamento 22 (aggiuntivo dell’art. 15 quater)

 

Interviene la relatrice RONTINI per motivare il voto contrario.

 

Prendono la parola i consiglieri PICCININI e LISEI e la relatrice RONTINI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, M5S), 19 a favore (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento 22. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamento 23 (aggiuntivo dell’art. 15 bis che diventa art. 29)

 

Il consigliere LISEI illustra l’emendamento.

 

La relatrice RONTINI preannuncia voto favorevole.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario o astenuto, al nuovo articolo.

 

Art. 16 (che diventa art. 30)

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto, al nuovo articolo.

 

La relatrice RONTINI e il relatore di minoranza BARGI preannunciano che svolgeranno le relazioni orali ai sensi dell’articolo 91, comma 2 del Regolamento interno dell’Assemblea legislativa.

 

2067 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2021-2023 (legge di stabilità regionale 2021)". (Delibera di Giunta n. 1654 del 16 11 20)

 

Il presidente POMPIGNOLI introduce l’esame del progetto di legge, informa che sul testo sono stati presentati 9 emendamenti (v. allegato) e, in assenza di interventi, invita la Commissione a procedere all’esame degli articoli e degli emendamenti sulla base del documento di lavoro predisposto dalla segreteria (v. atti).

 

Emendamento 1

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento suddetto.

 

Articoli 1 e 2

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto a ciascuno degli articoli suddetti. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Art. 3

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’articolo suddetto.

 

Emendamento 2 (aggiuntivo dell’art. 3 bis che diventa art. 4)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto al nuovo articolo. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamenti 7 e 9 (abrogativi dell’art. 4)

 

La relatrice RONTINI preannuncia voto contrario ad entrambi gli emendamenti.

 

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 20 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’emendamento 7. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

L’emendamento 9 risulta quindi precluso.

 

Art. 4 (che diventa art. 5)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), 1 astenuto (EV) all’articolo suddetto.

 

Emendamento 5 (che introduce l’art. 4 bis)

 

Il presidente POMPIGNOLI illustra l’emendamento.

 

La relatrice RONTINI preannuncia voto contrario e ne espone le motivazioni.

 

Intervengono il presidente POMPIGNOLI, i consiglieri BESSI e LISEI e la relatrice RONTINI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’emendamento suddetto. Il gruppo M5S non partecipa al voto.

 

Art. 5 (che diventa art. 6)

La Commissione esprime parere favorevole con 45 voti a favore (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 1 contrario (EV), 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 6 (che diventa art. 7)

La Commissione esprime parere favorevole con 47 voti a favore (PD, BP, EV , Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun contrario o astenuto all’articolo suddetto.

 

Art. 7 (che diventa art. 8)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 18 contrari (Lega, FDI, FI), 2 astenuti (RCPER, M5S) all’articolo suddetto. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Art. 8 (che diventa art. 9)

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 9 (che diventa art. 10)

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’articolo suddetto.

 

Art. 10 (che diventa art. 11)

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, ERCEP, M5S), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), nessun astenuto all’articolo suddetto.

 

Art. 11 (che diventa art. 12)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 19 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Art. 12 (che diventa art. 13)

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’articolo suddetto. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Emendamento 3 (aggiuntivo dell’art. 12 bis che diventa art. 14)

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) al nuovo articolo.

 

Emendamento 8 (aggiuntivo dell’art. 12 bis)

 

La relatrice RONTINI preannuncia voto contrario e ne espone le motivazioni.

 

La consigliera PICCININI fornisce alcune spiegazioni.

 

La Commissione esprime parere contrario con 45 voti contrari (PD, BP, Lega, FDI, RCPER, FI), 1 a favore (M5S), nessun astenuto all’emendamento suddetto. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Art. 13 (che diventa art. 15)

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, FI), 18 contrari (Lega, FDI, RCPER), 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 14 (che diventa art. 16)

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 15 contrari (Lega, RCPER), 5 astenuti (FDI, FI, M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 15 (che diventa art. 17)

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 15 insiste l’emendamento 6 a propria firma e lo illustra.

 

Interviene la relatrice RONTINI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 26 voti contrari (PD, BP), 19 favorevoli (Lega, FDI, RCPER, FI), 1 astenuto (M5S) all’emendamento 6. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 16 (che diventa art. 18)

La Commissione esprime parere favorevole con 46 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI), nessun contrario, 1 astenuto (M5S) all’articolo suddetto.

 

Art. 17

 

Il Presidente informa che sull’art. 17 insiste l’emendamento 4 (abrogativo).

 

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), nessun contrario, 20 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S) all’emendamento suddetto.

 

Articoli 18 e 19 (che diventano articoli 19 e 20)

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto a ciascuno degli articoli suddetti.

 

La relatrice RONTINI e il relatore di minoranza BARGI preannunciano che svolgeranno le relazioni orali ai sensi dell’articolo 91, comma 2 del Regolamento interno dell’Assemblea legislativa.

 

2068 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023". (Delibera di Giunta n. 1655 del 16 11 20)

 

Il presidente POMPIGNOLI introduce l’esame del progetto di legge, informa che sul testo sono stati presentati 9 emendamenti (v. allegato) e, in assenza di interventi, invita la Commissione a procedere all’esame degli articoli e degli emendamenti sulla base del documento di lavoro predisposto dalla segreteria (v. atti).

 

Emendamento 3 (modificativo delle tabelle allegate al pdl)

 

La relatrice RONTINI preannuncia voto contrario esponendone le motivazioni.

 

Replica il relatore BARGI.

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 18 favorevoli (Lega, FDI, FI), 1 astenuto (M5S) all’emendamento suddetto.

 

Emendamenti 4 e 5 (modificativi delle tabelle allegate al pdl)

 

Con distinte votazioni di identico esito, la Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 18 favorevoli (Lega, FDI, FI), 1 astenuto (M5S) agli emendamenti suddetti.

 

Emendamenti 6, 7 e 8 (modificativi delle tabelle allegate al pdl)

 

La relatrice RONTINI illustra gli emendamenti.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, M5S), nessun contrario, 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) all’emendamento 6.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 42 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, RCPER), nessun contrario, 5 astenuti (FDI, FI) all’emendamento 7. Il gruppo M5S non partecipa al voto.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 28 voti a favore (PD, BP, EV, M5S), nessun contrario, 19 astenuti (Lega, FDI, RCPER, FI) all’emendamento 8.

 

Emendamento 9 (modificativo delle tabelle allegate al pdl)

 

La Commissione esprime parere contrario con 27 voti contrari (PD, BP, EV), 19 favorevoli (Lega, FDI, ERCEP, FI), 1 astenuto (M5S) all’emendamento suddetto.

 

Art. 1

 

Il Presidente POMPIGNOLI informa che sull’art. 1 insiste l’emendamento 1, sostitutivo dell’articolo.

 

La Commissione esprime parere favorevole con 26 voti a favore (PD, BP), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’emendamento 1. Il gruppo EV non partecipa al voto.

 

Articoli 2, 3 e 4

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto a ciascuno degli articoli suddetti.

 

Articolo 5

La Commissione esprime parere favorevole con 47 voti a favore (PD, BP, EV, Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun contrario o astenuto all’articolo suddetto.

 

Articolo 6

La Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 15 contrari (Lega, M5S), 5 astenuti (FDI, RCPER, FI) all’articolo suddetto.

 

Articolo 7

 

Il presidente POMPIGNOLI informa che sull’articolo 7 insiste l’emendamento 2.

 

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto all’emendamento 2 e all’articolo 7 così come emendato.

 

Articoli 8 e 9

Con distinte votazioni di identico esito la Commissione esprime parere favorevole con 27 voti a favore (PD, BP, EV), 20 contrari (Lega, FDI, RCPER, FI, M5S), nessun astenuto a ciascuno degli articoli suddetti.

 

La relatrice RONTINI e il relatore di minoranza BARGI preannunciano che svolgeranno le relazioni orali ai sensi dell’articolo 91, comma 2 del Regolamento interno dell’Assemblea legislativa.

 

La seduta termina alle ore 19.

 

Approvato nella seduta del 13 gennaio 2021

 

La segretaria

Il Presidente

Vanessa Francescon

Massimiliano Pompignoli

 


ALLEGATO al processo verbale 27

Seduta del 16 dicembre 2020

 

EMENDAMENTI PRESENTATI ALL’OGG. 1954

 

1954 -Proposta d'iniziativa Giunta recante: “Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021” (DEFR). (Delibera di Giunta n. 1514 del 02 11 20)

 

EMENDAMENTO 1 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 43 di 313, nella sezione “turismo” dei principali indicatori di contesto, dopo le parole “e 1,5 milioni di pernottamenti in meno (-16,7%)” è integrato il seguente periodo:

“Il turismo regionale è caratterizzato da una forte stagionalità e concentrazione geografica nell’area della Romagna. È necessario implementare a livello regionale una strategia di marketing territoriale complessiva in grado di valorizzare e far scoprire alcune mete meno note e meno affollate che l’Emilia-Romagna può offrire.”.

 

EMENDAMENTO 2 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 91 di 313 nella sezione dedicata al Vicepresidente Schlein, nel paragrafo “Giovani protagonisti delle scelte per il futuro” dopo le parole “…crescita sostenibile del territorio” integrare il seguente periodo:

“Rendere il tirocinio formativo di più facile accesso e gestione per le imprese e rivedere la misura dell’apprendistato che attualmente risulta poco attrattiva per le aziende.”

 

EMENDAMENTO 3 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 106 di 313, dopo le parole “…del lavoro e delle relazioni industriali.” è integrato il seguente periodo:

“Per la ripresa del sistema economico si rendono parimenti necessarie una serie di misure semplificative dell’iter burocratico, così da velocizzare il percorso amministrativo, limitando gli errori formali e garantendo un più rapido raggiungimento degli obiettivi, che prevedano un ampio ricorso all’autocertificazione, il rinvio a documenti già in possesso della P.A. ed il ricorso a controlli a campione realizzati ex post in modo da non rallentare eccessivamente i percorsi autorizzatori e la fruizione di eventuali contributi.”

 

EMENDAMENTO 4 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 106 di 313, dopo le parole “…del lavoro e delle relazioni industriali.” Sono integrati i seguenti periodi:

“All’interno di questa fase è considerato prioritario prevedere un sostegno nei confronti delle microimprese particolarmente colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio del Covid-19 mediante un intervento di indennizzo che operi in addizionalità e in complementarietà con gli interventi previsti nei provvedimenti statali.”

 

EMENDAMENTO 5 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 106 di 313, nel   capitolo “Strumenti e modalità di attuazione” dopo le parole “persone che hanno perso il lavoro” è integrato il seguente periodo:

“: anche attraverso i servizi per il lavoro privati accreditati e favorendo forme di partenariato fra gli stessi e tra questi e gli Enti di formazione”.

 

EMENDAMENTO 6 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 106 di 313, il capitolo “Altri soggetti che concorrono all’azione” dopo le parole “Agenzia regionale per il lavoro” è integrato il seguente periodo:

“nonché: soggetti privati accreditati; partnership fra soggetti privati accreditati; partnership fra soggetti privati accreditati ed Enti di Formazione”.

 

EMENDAMENTO 7 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 108 di 313, il capitolo “Strumenti e modalità di attuazione” dopo le parole “Interventi per l’apprendistato” sono integrati i seguenti periodi:

“quanto all’Apprendistato di 1 livello: favorendo la realizzazione di classi ad hoc formate solamente da apprendisti, per consentire l’effettiva partecipazione alle attività formative a questi giovani impegnati anche sul lavoro;

quanto all’Apprendistato di 3° livello: promuovendo accordi con le Università e con gli Ordini Professionali per favorire lo sviluppo e l’effettiva fruibilità dello strumento”.

 

EMENDAMENTO 8 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 109 di 313, il capitolo “Strumenti e modalità di attuazione” dopo le parole “Politiche attive, servizi e autonomia per le persone con disabilità, misure per l’inclusione attiva delle persone fragili e vulnerabili (L.R.14/2015)” è integrato il seguente periodo:

“, misure per la tutela occupazionale e salariale dei lavoratori fragili”.

 

EMENDAMENTO 9 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 109 di 313, il capitolo “Destinatari”, dopo le parole “Persone fragili e vulnerabili e altre persone in condizione di svantaggio,” è integrato il seguente periodo:

“Lavoratori fragili”.

 

EMENDAMENTO 10 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 111 di 313, dopo le parole “… FESR ed FSE 2021-2027.” sono integrati i seguenti periodi:

“In questo momento, le imprese esportatrici non possono fare affidamento su un piano organico atto a ridurre seriamente i rischi connessi alla possibile perdita di competitività internazionale. Urge, quindi, un intervento della Regione per sostenere la fase di rilancio delle imprese emiliano–romagnole sui mercati esteri, attraverso l’istituzione di un “Fondo regionale per l’export”, ovvero di una misura strutturale che, attraverso la stipula di convenzioni con Cassa Depositi e Prestiti ed ABI, possa garantire alle imprese l’erogazione dei prestiti a tasso agevolato a medio - lungo termine, finalizzati alla realizzazione di una serie diversificata di azioni e progetti atti a consentire il recupero di quote di mercato sui mercati esteri.”

 

EMENDAMENTO 11 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 111 di 313, dopo le parole “…al benessere delle persone e della comunità.”, sono integrati i seguenti periodi:

“Tuttavia, perché ciò avvenga si sente la necessità di ridurre la complessità organizzativa della Rete Alta Tecnologia sperimentando modelli diversi da quello attuale, troppo stratificato e autoreferenziale, senza effettivo impatto sull’economia del territorio.

Servirà quindi una maggiore integrazione fra settore pubblico (università e centri di ricerca in particolare) e mondo dell’impresa per evitare che, come sovente accade, i risultati delle ricerche perseguite abbiano ricadute prevalentemente scientifiche e scarsa possibilità di sfruttamento commerciale e industriale.

A tal fine è opportuno prevedere di includere nei modelli di presentazione delle domande informazioni quali lo stato dell’arte dei brevetti, una prospettiva di industrializzazione, un piano di commercializzazione, un piano di mitigazione dei rischi, un business plan e l’impegno a trovare investimenti o investitori industriali.”.

 

EMENDAMENTO 12 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 112 di 313, nel capitolo “Strumenti e modalità di attuazione” dopo le parole: “Sostegno alle start up innovative” è integrato il seguente periodo:

“: anche attraverso sostegno formativo per l’avvio e lo sviluppo per le start up particolarmente innovative e operanti in tema di emergenza Covid.”.

 

EMENDAMENTO 13 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 114 di 313, dopo le parole “…in coerenza con quanto previsto dalla normativa europea.” è integrato il seguente periodo:

“In ciò non si potrà prescindere dall’approcciare il tema in maniera scientifica e rigorosa procedendo in primo luogo una disamina degli impianti produttivi presenti sul territorio che producono plastiche ed il numero di imprese e di occupati coinvolti in filiera; in secondo luogo andranno determinati gli impatti economici che deriveranno sul territorio in termini di aumento della disoccupazione nel caso in cui imprese o filiere dovessero cessare questo tipo di produzione; in terzo luogo andrà definito un programma di riconversione produttiva verso modelli produttivi e prodotti sostenibili ed ecocompatibili e andrà costituito un fondo ad hoc con un programma di sostegno agli investimenti delle imprese ed un arco temporale per accompagnare questa riconversione.”

 

EMENDAMENTO 14 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313, nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Strategie e misure per la ripresa di un turismo qualificato e sostenibile post covid” dopo le parole “In generale si dovrà provvedere a:” integrare il seguente periodo:

“Sostenere il settore degli allestitori fieristici e congressuali che risulta fortemente colpito e non ha ancora potuto riprendere la propria attività prevedendo un intervento ad hoc, a fondo perduto, di sostegno al settore a copertura del mancato reddito e delle spese già sostenute per gli eventi annullati e posticipati a causa dell’emergenza Covid-19”

 

EMENDAMENTO 15 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313 nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Strategie e misure per la ripresa di un turismo qualificato e sostenibile post covid” dopo le parole “In generale si dovrà provvedere a:” integrare il seguente periodo:

“Per sopperire alla forte crisi che il turismo ha subito nel corso del 2020 è necessario un intervento pubblico incisivo di promozione dell’intero territorio regionale calibrato su più fasi e target. Ovvero, è necessaria una promozione a 360° che utilizzi sia strumenti social, sia spot televisivi per sostenere adeguatamente l’offerta in termini promozionali e commerciali, ma agli strumenti tradizionali sarà opportuno affiancare strumenti innovativi quali ad esempio la realizzazione di ulteriori film o serie televisive di livello internazionale in accordo con piattaforme commerciali quali a titolo meramente esemplificativo Sky e Netflix, proponendo collaborazioni non solo dal punto di vista promozionale ma anche culturale grazie anche al nuovo programma regionale per il triennio 2021-2023 sull’audiovisivo.”

 

EMENDAMENTO 16 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313 nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Strategie e misure per la ripresa di un turismo qualificato e sostenibile post covid” dopo le parole “In generale si dovrà provvedere a:” integrare il seguente periodo:

“Sull’esempio di quanto fatto in altri contesti europei sarebbe necessario valutare l’opportunità di introdurre un “sigillo di sicurezza”, in accordo con il Dipartimento di sanità pubblica e con le diverse categorie di professionisti che operano nel mondo del turismo e dell’accoglienza che le imprese potrebbero esibire online e nelle strutture a testimonianza del rispetto dei protocolli di sicurezza anti Covid 19.”.

 

EMENDAMENTO 17 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313 nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Strategie e misure per la ripresa di un turismo qualificato e sostenibile post covid” dopo le parole “con la sicurezza e la serenità del turista.” integrare il seguente punto:

“- sostenere tramite misure specifiche, anche a fondo perduto o tramite defiscalizzazione, le attività maggiormente colpite dalle restrizioni imposte dalla pandemia fra le quali tour operator, agenzie di viaggio e compagnie di autobus”.

 

EMENDAMENTO 18 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313, nella sezione dedicata all’Assessore Corsini, dopo le parole “…delle strutture ricettive e balneari” è aggiunto il seguente periodo:

“, nonché di quelle afferenti al turismo bianco dell’Appennino.”

 

EMENDAMENTO 19 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 122 di 313 nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Strategie e misure per la ripresa di un turismo qualificato e sostenibile post covid” dopo le parole “nei contesti nazionali ed internazionali” integrare il seguente punto:

“Il sistema ricettivo regionale essendo caratterizzato da una dimensione ridotta delle strutture ha necessità di una revisione della disciplina regionale per le strutture ricettive dirette all’ospitalità, una semplificazione delle regole urbanistiche edilizie con l’obiettivo di accrescere la qualità dell’offerta, abolizione del vincolo alberghiero per talune aree circoscritte in cui sono presenti numerose strutture di piccole dimensioni; inoltre è opportuno ripensare a una revisione della disciplina regionale per il settore extra alberghiero stabilendo dei precisi standard di qualità e sicurezza minimi obbligatori”

 

EMENDAMENTO 20 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 125 di 313 nella sezione dedicata ai “Risultati attesi”, al punto 13, dopo le parole “ ricettive, balneari e turistiche” è aggiunto il seguente periodo:

“, nonché degli impianti sciistici.”

 

EMENDAMENTO 21 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 126 di 313 nella sezione dedicata all’assessore Corsini, nel paragrafo “Semplificazione amministrativa e qualificazione dell’offerta per il rilancio del commercio” dopo le parole “…e dei centri urbani” integrare il seguente punto:

“innovare le politiche regionali di sostegno al termalismo attraverso una campagna tesa alla promo-commercializzazione dei prodotti derivati dalle acque termali valorizzando così sia i territori sia la risorsa stessa, anche attraverso la realizzazione di un catasto che ne certifichi le proprietà”

 

EMENDAMENTO 22 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 128 di 313 nella sezione dedicata ai “Risultati attesi”, al punto 7, dopo le parole “i contributi agli esercizi polifunzionali” sono integrate le parole “e avviare un confronto con il Governo nazionale al fine di arrivare ad una realizzazione condivisa di c.d Zone Franche a fiscalità agevolata.”

 

EMENDAMENTO 23 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 131 di 313, al punto 4. SOSTENERE E PROMUOVERE IL TRASPORTO FERROVIARIO” dopo le parole “con il nuovo contratto di servizio ferroviario.” aggiungere le parole:

“Il rapporto tra gli investimenti ferroviari e le ricadute sullo sviluppo di un territorio, è oggetto di studio e di approfondimento. È stato dimostrato da diversi studi che laddove si è investito sull’alta velocità, si sono generate ricadute positive in termini di aumento di passeggeri e di incremento del prodotto interno lordo. Al riguardo, nonostante gli importanti investimenti realizzati negli ultimi anni nell’Alta Velocità, restano alcune criticità da risolvere, soprattutto sulle linee “periferiche” come ad esempio sulla realizzazione della tratta Alta Velocità di costa, e nella tratta AV Padova – Bologna;”

 

EMENDAMENTO 24 Lega cons Pompignoli, Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 137 di 313, al punto 7. “PROMUOVERE LO SVILUPPO E IL MIGLIORAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI STRATEGICHE DI INTERESSE NAZIONALE – REGIONALE E DELLA SICUREZZA STRADALE” alla fine del terzo capoverso è integrato con il seguente periodo:

“Occorre puntare su interventi strategici per l’area della Romagna, come il collegamento tra la tangenziale di Forlì e la secante di Cesena la cosiddetta Via Emilia Bis. L’infrastruttura, ha un impatto strategico sia per i cittadini che per le imprese, inoltre garantisce una mobilità efficiente in grado di produrre benefici per l’intera comunità, nonché attrattività per nuovi investimenti, ma soprattutto costituisce una reale e credibile alternativa al percorso autostradale nel tratto Forlì – Cesena.”

 

EMENDAMENTO 25 Lega cons Pompignoli, Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 140 di 313, al punto 8. PROMUOVERE LO SVILUPPO DEI NODI INTERMODALI E DELLA PIATTAFORMA LOGISTICA REGIONALE PER IL TRASPORTO DELLE MERCI, alla fine del terzo capoverso aggiungere il seguente periodo:

“In riferimento al tema degli Interporti e degli scali intermodali, occorre portare avanti la costruzione di una rete organica anche per livelli di specializzazione dei nodi principali in modo da rafforzare l’intero sistema produttivo regionale. In questa ottica sarà valorizzato lo Scalo Merci di Villa Selva, dotato di un terminal RFI con due binari lunghi complessivamente 1270 m, in grado di rappresentare un potenziale elemento di sviluppo per il territorio garantendo collegamenti periodici con il resto del Paese.”

 

EMENDAMENTO 26 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 142 di 313, al punto 9. PROMUOVERE LO SVILUPPO DEL SISTEMA AEROPORTUALE REGIONALE nel dispositivo al primo capoverso, dopo le parole “sostenibilità con il territorio circostante” aggiungere le parole: “potenziando l’infrastruttura aeroportuale e i servizi legati all’Aeroporto che risultano oramai carenti e datati.”

 

EMENDAMENTO 27 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 150 di 313, dopo le parole “…attività sanitarie precedentemente sospese.” sono integrati i seguenti periodi:

“Per far fronte all’emergenza sanitaria, anche su diretto stimolo delle Istituzioni, una parte del nostro tessuto produttivo si è riconvertito per soddisfare la richiesta di dispositivi medici e di protezione personale a fronte della difficoltà di approvvigionamento dovuta al blocco delle esportazioni da parte di nazioni estere. L’emergenza ci ha fatto quindi comprendere la strategicità di possedere sul territorio regionale alcune produzioni anche se a scarso valore aggiunto. Oggi quelle filiere vanno sostenute inserendo nei capitolati delle centrali di acquisto sanitarie premialità legate alla produzione in loco di quei dispositivi ritenuti strategici per la tutela della salute pubblica.

Parallelamente risulta opportuno avviare un confronto tra i produttori di dispositivi medici d’eccellenza del nostro bio-medicale con la struttura di Intercent E.R. in una fase antecedente alla pianificazione dei successivi capitolati di gara, affinché questi siano in linea con lo sviluppo tecnologico dei macchinari e conseguentemente non si punti esclusivamente sul fattore prezzo ma sia valorizzata l’alta specializzazione dell’industria presente sul territorio regionale”.

 

EMENDAMENTO 28 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 151 di 313, dopo le parole “recrudescenza della pandemia e da ogni altra possibile evenienza analoga.” sono integrati i seguenti periodi:

“Nel pieno dell’emergenza il privato ha saputo mettersi a servizio del pubblico e, grazie a questo gioco di squadra, il sistema nel suo complesso ha retto e ha saputo rispondere ad ogni tipo di esigenza di cure manifestata dai cittadini. Questa esperienza suggerisce l’opportunità di ricorrere ad un rafforzamento della proficua collaborazione tra le strutture ospedaliere pubbliche e quelle private accreditate.

Tale collaborazione che può inizialmente declinarsi nel ricorso alla capacità erogativa del privato convenzionato e in una pianificazione concertata di investimenti che non divengano inutilmente ripetitivi, potrebbe poi estendersi al coinvolgimento del privato accreditato nella gestione delle case della salute e/o ospedali di comunità in ottica mista, nonché nell’offerta dei servizi domiciliari.”

 

EMENDAMENTO 29 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 155 di 313, dopo le parole “…politiche mirate a ridurre le diseguaglianze.” sono integrati i seguenti periodi:

“Infine l’emergenza Covid-19 ha dimostrato che l’investimento sulle professioni mediche ed infermieristiche del futuro è da approcciare non come un tema di mera spesa pubblica, bensì come una risorsa su cui investire ora per trarne i benefici un domani. In questa ottica il sistema di accesso a numero chiuso alla facoltà di medicina e chirurgia e alle scuole di specialità va rivisto con una pianificazione che tenga conto dell’elevata età media dell’attuale corpo medico. A tal fine risulta necessario ampliare il numero di posti disponibili nei corsi per i laureandi in medicina e scienze infermieristiche, nonché nei percorsi post laurea di specializzazione ricorrendo anche ad accordi fra i Policlinici universitari e le strutture private accreditate.”.

 

EMENDAMENTO 30 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 169 di 313, dopo le parole “sulla base delle esigenze specifiche della singola persona” sono integrate le seguenti parole: “, anche attraverso una specifica previsione legislativa in ordine alle Unità di Cure Palliative (UCP) domiciliari”.

 

EMENDAMENTO 31 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 170 di 313, dopo le parole “…di sicurezza e delle professionalità necessari.”, sono integrati i seguenti periodo:

“Una maggiore integrazione delle A.S.P. all’interno del sistema sanitario, vocandole ad una sorta di “geriatria minore” a supporto della rete ospedaliera, comporterà inevitabilmente aggravi di spesa che non possono essere scaricati esclusivamente sulle rette o sui bilanci degli enti locali proprietari. La presenza medica necessaria a soddisfare le necessità di “cura” degli ospiti non potrà quindi prescindere dal riconoscimento di un congruo intervento finanziario a carico del servizio sanitario regionale e la soluzione dell’annosa questione relativa all’imposizione IRAP.”

 

EMENDAMENTO 32 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 188 di 313 nella sezione dedicata all’Assessore Lori, dopo le parole “…agevolmente la distanza dalla città” è integrato il seguente periodo:

“, prevedendo altresì contributi ad hoc alle imprese che decidono di trasferire la sede operativa in un comune montano.”

 

EMENDAMENTO 33 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 188 di 313 nella sezione dedicata all’Assessore Lori, dopo le parole “…riapertura dei punti nascita” è aggiunto il seguente periodo:

“, da attuare entro il termine dell’anno 2021,”.

 

EMENDAMENTO 34 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 188 di 313 nella sezione dedicata all’Assessore Lori, dopo le parole “…di ricezione del segnale televisivo” è aggiunto il seguente periodo:

“e telefonico, essendo presenti ancora oggi aree di Crinale totalmente scoperte.”

 

EMENDAMENTO 35 Lega cons Catellani, Rancan

All’interno della Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale 2021, a pagina 188 di 313, nella sezione dedicata all’Assessore Lori, dopo le parole “…per godersi gli sport all’aria aperta” è aggiunto il seguente periodo:

“grazie alla collaborazione con le associazioni territoriali, con l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, e alle Associazioni di Promozione Sociale”.

 

EMENDAMENTO 36 Lega cons Catellani, Rancan

A pagina 224 di 313, dopo le parole “…verranno affidate entro il 2020 per 132,5 milioni.” sono integrati i seguenti periodi:

“In conclusione, è opportuno introdurre una riflessione in ordine alla mission di ARPAE. L’Agenzia, infatti, è nata dall’esigenza di tenere insieme tanto la fase del rilascio delle autorizzazioni ambientali, quanto quella di controllo, a valle, sulle attività produttive. Ad oggi non ha dato i frutti sperati in quanto sono spesso prevalse, a livello provinciale, logiche interpretative autodeterminate e disomogenee non rispettose degli stessi indirizzi che provengono dalla Regione, di cui la stessa Agenzia risulta essere per legge ente strumentale.

Occorre perciò ridefinire l’operato dell’Agenzia affinché questa possa effettivamente garantire, soprattutto in presenza di procedimenti amministrativi autorizzatori, semplificazione degli adempimenti, tempi certi; rispetto del principio di affidamento, uniformità applicativa ed interpretativa delle norme in modo da assicurare un quadro stabile di regole che permetta alle imprese di pianificare le proprie scelte e i propri investimenti.”.

 

EMENDAMENTO 37 Lega cons Rancan, Catellani

A pagina 286 di 313, il periodo “Con riferimento alla sola Piacenza Expo SpA oggetto di un percorso di dismissione, ai sensi della DGR 1419/2017, la Giunta intende attuare una revisione di detto percorso, nell’immediato per tenere conto all’effetto economico sulle società fieristiche dell’emergenza del COVID 19, ed in prospettiva per rilanciare il proprio ruolo di indirizzo del sistema fieristico regionale.” è così integralmente sostituito:

“Essendo profondamente mutato il contesto economico-sociale del nostro territorio a seguito della pandemia COVID 19 la Regione Emilia-Romagna, con delibera di Giunta n. 1320/2020, ha inteso attuare una revisione del percorso di dismissione precedentemente assunto in relazione alla partecipazione nella società Piacenza Expo.

Con riferimento alle su esposte considerazioni è in esame un progetto di legge che prevede un aumento della partecipazione azionaria della Regione nella società Piacenza Expo al fine di meglio contribuire al rilancio del polo fieristico piacentino attraverso il finanziamento del piano industriale e dei relativi investimenti programmati. A fronte delle mutate esigenze del tessuto economico piacentino, andrà successivamente valutata una possibile inclusione di Piacenza Expo nel percorso finalizzato alla realizzazione di un unico soggetto fieristico sul territorio regionale che consenta di migliorare le politiche di promozione e valorizzazione imprenditoriale della Regione Emilia-Romagna.”

 

EMENDAMENTO 38 Lega cons Rancan, Catellani

A pagina 286 di 313, il periodo “Con riferimento alla sola Piacenza Expo SpA oggetto di un percorso di dismissione, ai sensi della DGR 1419/2017, la Giunta intende attuare una revisione di detto percorso, nell’immediato per tenere conto all’effetto economico sulle società fieristiche dell’emergenza del COVID 19, ed in prospettiva per rilanciare il proprio ruolo di indirizzo del sistema fieristico regionale.” è così integralmente sostituito:

“Essendo profondamente mutato il contesto economico-sociale del nostro territorio a seguito della pandemia COVID 19 la Regione Emilia-Romagna, con delibera di Giunta n. 1320/2020, ha inteso attuare una revisione del percorso di dismissione precedentemente assunto in relazione alla partecipazione nella società Piacenza Expo.

Con riferimento alle su esposte considerazioni è in esame un progetto di legge che prevede un aumento della partecipazione azionaria della Regione nella società Piacenza Expo al fine di meglio contribuire al rilancio del polo fieristico piacentino attraverso il finanziamento del piano industriale e dei relativi investimenti programmati. Ferma la facoltà di valutare anche alla luce della situazione economica post COVID 19 la possibile adesione di Piacenza Expo al percorso finalizzato alla realizzazione di un unico soggetto fieristico sul territorio regionale che consenta di migliorare le politiche di promozione e valorizzazione imprenditoriale della Regione Emilia-Romagna.”.

 

SUBEMENDAMENTO 39 PD cons Rontini

Subemendamento sostitutivo dell’emendamento n. 6 a firma dei consiglieri Catellani e Rancan, che sarebbe stato così riformulato: “Rete attiva per il lavoro”.

 

SUBEMENDAMENTO 40 PD cons Rontini

Subemendamento sostitutivo dell’emendamento n. 7 a firma dei consiglieri Catellani e Rancan, che viene così riformulato:

“quanto all’Apprendistato di 3° livello: promuovendo accordi con le Università e con gli Ordini Professionali per favorire lo sviluppo e l’effettiva fruibilità dello strumento”

 

SUBEMENDAMENTO 41 PD cons Rontini

Subemendamento sostitutivo dell’emendamento n. 13 a firma dei consiglieri Catellani e Rancan, che viene così riformulato:

“Sarà necessario quindi intervenire in accordo con le imprese anche attraverso la legittimazione del Tavolo Plastic free al fine di definire e puntualizzare le misure prioritarie da mettere in campo e le modalità di attuazione più appropriate a tal fine.”.

 

SUBEMENDAMENTO 42 PD cons Rontini

Subemendamento sostitutivo dell’emendamento n. 15 a firma dei consiglieri Catellani e Rancan, che viene così riformulato:

“Per sopperire alla forte crisi che il turismo ha subito nel corso del 2020 è necessario un intervento pubblico incisivo di promozione dell’intero territorio regionale calibrato su più fasi e target. Ovvero, è necessaria una promozione a 360° che utilizzi sia strumenti social, sia spot televisivi per sostenere adeguatamente l’offerta in termini promozionali e commerciali.”.

 

SUBEMENDAMENTO 43 PD cons Rontini

Subemendamento sostitutivo dell’emendamento n. 26 a firma dei consiglieri Catellani e Rancan, che viene così riformulato:

“potenziando l’infrastruttura aeroportuale e i servizi legati all’Aeroporto”

 

 

EMENDAMENTI PRESENTATI AL PROGETTO DI LEGGE OGG. 2066

 

2066 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021". (Delibera di Giunta n. 1653 del 16 11 20)

 

EMENDAMENTO 1 UP

Al progetto di legge “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021” (ogg. ass. n. 2066), nel Capo IV “Disposizioni ulteriori e finali”, prima dell’art. 13, è aggiunto il seguente art. 12 bis:

“Art. 12 bis

Modifiche alla legge regionale n. 46 del 1989

 

1. Alla rubrica della legge regionale 15 dicembre 1989, n. 46 (Adozione dello stemma e del gonfalone della Regione Emilia-Romagna), sono aggiunte, in fine, le seguenti parole: “Fascia istituzionale della Regione.”.

 

2. Dopo l’articolo 1 della legge regionale n. 46 del 1989, è aggiunto il seguente articolo:

 

“Art. 1 bis

 

1. La fascia istituzionale della Regione Emilia-Romagna è segno distintivo del Presidente della Giunta regionale e del Presidente dell’Assemblea legislativa, che la possono utilizzare in occasione di manifestazioni e iniziative ufficiali.

 

2. Le caratteristiche grafiche e cromatiche della fascia istituzionale saranno definite secondo le modalità individuate dall’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa e dalla Giunta, d’intesa tra loro.

 

3. In caso di presenza contestuale del Presidente dell’Assemblea e del Presidente della Giunta, l'uso della fascia spetta a quest'ultimo, salvo diversa intesa tra loro.

 

4. Il Presidente della Giunta, in caso di propria assenza e di contestuale assenza del Presidente dell’Assemblea, può delegare l’uso della fascia al Vicepresidente della Giunta o a un assessore.

 

5. Il Presidente dell’Assemblea, in caso di propria assenza e di contestuale assenza del Presidente della Giunta, può delegare l’uso della fascia a uno dei Vicepresidenti dell’Assemblea, a un altro componente dell’Ufficio di Presidenza, a un Presidente di una Commissione assembleare o ad altro consigliere.”.

 

EMENDAMENTO 2 GIUNTA

Alla fine del comma 1 dell’articolo 1 del progetto di legge, è inserito il seguente periodo:

Detta altresì le disposizioni necessarie per la conclusione dell’esercizio finanziario 2020.”.

 

EMENDAMENTO 3 GIUNTA

Nel progetto di legge, dopo l’articolo 1, nel Capo I “SVILUPPO ECONOMICO” è inserito il seguente articolo:

“Art. 1 bis

Modifica all’art. 5 della legge regionale n. 26 del 2009

1. Alla lettera f) comma 1 dell’articolo 5 della legge regionale 29 dicembre 2009, n. 26 (Disciplina e interventi per lo sviluppo del commercio equo e solidale in Emilia-Romagna) la parola “quaranta” è sostituita dalla parola “settanta”.”.

 

EMENDAMENTO 4 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo I “SVILUPPO ECONOMICO”, dopo l’articolo 3 è inserito il seguente articolo:

“Art.3 bis

Sospensione dell’applicazione del comma 2 dell’articolo 22 della legge regionale n. 25 del 2017

 

1. È sospesa, in via straordinaria, l’applicazione del comma 2 dell’articolo 22 della legge regionale 27 dicembre 2017, n. 25 (Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2018) in ordine al divieto di vendite promozionali per il periodo antecedente i saldi invernali 2020-2021.”.

 

EMENDAMENTO 5 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo I “SVILUPPO ECONOMICO”, dopo l’articolo 3 bis è inserito il seguente articolo:

“Art. 3 ter

Modifica all’articolo 45 della legge regionale n. 13 del 2019

 

1. Al comma 3 dell’articolo 45 della legge regionale 30 luglio 2019, n. 13 (Disposizioni collegate alla legge di assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della regione Emilia-Romagna 2019-2021) il termine “2020” è sostituito dal termine “2021”.”.

 

EMENDAMENTO 6 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo I “SVILUPPO ECONOMICO”, dopo l’articolo 3 ter è inserito il seguente articolo:

“Art. 3 quater

Modifica all’articolo 7 della legge regionale n. 1 del 2020

 

1. Al comma 1 dell’articolo 7 della legge regionale 29 maggio 2020, n. 1 (Misure urgenti per la ripresa dell'attività economica e sociale a seguito dell'emergenza covid-19. Modifiche alle leggi regionali n.3 del 1999, n. 40 del 2002, n. 11 del 2017 e n. 13 del 2019) il termine “31 dicembre 2020” è sostituito con il termine “31 maggio 2021”.”.

 

EMENDAMENTO 7 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo II “TERRITORIO E AMBIENTE”, dopo l’articolo 9 è inserito il seguente articolo:

“Articolo 9 bis

Disposizioni in merito al servizio di gestione dei rifiuti urbani

 

1. Il presente articolo persegue la finalità di assicurare una gestione ordinata e omogenea del servizio pubblico di gestione dei rifiuti urbani nell’ambito territoriale regionale in attuazione delle disposizioni del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale).

 

2. Le utenze non domestiche che intendono conferire i propri rifiuti urbani avviandoli al recupero al di fuori del servizio pubblico ai sensi dell’articolo 238, comma 10, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), devono comunicarlo al Comune, e all’affidatario del servizio pubblico dell’ambito gestionale di riferimento entro il 30 settembre di ciascun anno con effetti a decorrere dall’anno successivo indicando i quantitativi dei rifiuti da avviare a recupero, distinti per codice EER e stimati sulla base dei quantitativi prodotti nell’anno precedente nonché la durata del periodo, non inferiore a cinque anni, per cui si intende esercitare tale opzione; alla comunicazione deve essere allegata idonea documentazione comprovante l’esistenza di un accordo contrattuale con il soggetto che effettua l’attività di recupero dei rifiuti.

 

3. Le utenze non domestiche che intendono riprendere ad usufruire del servizio pubblico prima della scadenza del periodo di esercizio dell’opzione, devono comunicarlo, entro il 30 settembre di ciascun anno con effetti a decorrere dall’anno successivo, al Comune e all’affidatario del servizio che riprende la gestione qualora ciò non comporti un disequilibrio sull’organizzazione del servizio con riferimento alle modalità e ai tempi di svolgimento dello stesso.

 

4. Entro il 28 febbraio di ciascun anno l’utenza non domestica di cui al comma 2 deve comunicare al Comune e al gestore del servizio pubblico di riferimento i quantitativi dei rifiuti urbani avviati a recupero nell’anno precedente dando specifica evidenza a quelli avviati a riciclo. Il Comune, ovvero il gestore del servizio pubblico per i Comuni nei quali è applicata la tariffa puntuale corrispettiva di cui all’art.1, comma 668, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale pluriennale dello Stato. Legge di stabilità 2014), è tenuto a rendicontare tali informazioni a Regione e all’Agenzia Territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi Idrici e Rifiuti (ATERSIR) entro il 30 aprile di ciascun anno.”.

 

EMENDAMENTO 8 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo II “TERRITORIO E AMBIENTE”, dopo l’articolo 9 bis è inserito il seguente articolo:

“Articolo 9 ter

Disposizione transitoria

 

1. Con riferimento all’anno 2021 la comunicazione di cui all’articolo 9-bis, comma 2, è effettuata entro il 31 marzo.”.

 

EMENDAMENTO 9 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo III “DISPOSIZIONI TRIBUTARIE”, dopo l’articolo 12 è inserito il seguente articolo:

Art. 12 bis

Tassa automobilistica dei veicoli intestati all’Agenzia della Sicurezza del territorio e alla protezione Civile

1. Al comma 10 dell’articolo 6 della legge regionale 21 dicembre 2012, n.15 (Norme in materia di tributi regionali) dopo le parole “i veicoli intestati alla Regione” sono aggiunte le parole “e all’Agenzia della Sicurezza del territorio e alla protezione Civile”.”.

 

EMENDAMENTO 10 GIUNTA

Nel progetto di legge, dopo il Capo III “DISPOSIZIONI TRIBUTARIE” è inserito il seguente:

 

“Capo III - BIS

“POLITICHE ABITATIVE E SOCIALI”

 

Art. 12 ter

Modifiche dell’articolo 56 della legge regionale n. 24 del 2001

1. Nell’articolo 56 della legge regionale 8 agosto 2001, n. 24 (Disciplina generale dell'intervento pubblico nel settore abitativo), dopo il comma 3 è inserito il seguente:

“3 bis. Le disponibilità del fondo regionale di cui al comma 1 possono essere utilizzate anche per concedere finanziamenti ai Comuni per la redazione dei progetti per l’eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA) previsti dall’ articolo 32 della  legge 28 febbraio 1986, n. 41 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge finanziaria 1986), nonché per la realizzazione degli interventi previsti negli stessi progetti.“.

 

2. Nell’articolo 56 della legge regionale  n. 24 del 2001, dopo il comma 3 bis è inserito il seguente:

“3 ter. La Giunta regionale, con propri atti, definisce i criteri e le modalità per la concessione dei finanziamenti di cui al comma 3 bis.”.”.

 

EMENDAMENTO 11 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo III -BIS “POLITICHE ABITATIVE E SOCIALI”, dopo l’articolo 12 ter è inserito il seguente:

Art. 12-quater

Modifiche all’articolo 1 della legge regionale n. 16 del 2019

1. Nel comma 2 dell’articolo 1 della legge regionale 1 agosto 2019, n. 16 (Sostegno al microcredito di emergenza) le parole “dell’ottanta per cento del credito erogato” sono sostituite dalle seguenti; “dell’intero credito erogato”.

 

EMENDAMENTO 12 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo IV “DISPOSIZIONI ULTERIORI E FINALI”, dopo l’articolo 14 è inserito il seguente:

“Art. 14 bis

Modifiche all’articolo 6 della legge regionale n. 11 del 2017

 

1. La lettera a) del comma 1 dell’articolo 6 della legge regionale 23 giugno 2017, n.11 (Sostegno all’Editoria Locale) è sostituita dalla seguente:

“a) dalla concessione di contributi di parte corrente o in conto capitale”;

2. Il comma 3-bis dell’articolo 6 della legge regionale n.11 del 2017 è sostituito dal seguente:

“3 bis. Per il superamento di situazioni di particolare crisi a seguito dell'emergenza Covid-19, ai soggetti di cui all'articolo 2, la Giunta regionale può concedere contributi straordinari, nel rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato, anche indipendentemente dalla programmazione di cui al comma 3, al fine di sostenere gli interventi negli ambiti di cui all’articolo 5. Ulteriori contributi possono essere concessi ai fini dello svolgimento di campagne di comunicazione istituzionale per la più ampia diffusione di opportunità e misure a beneficio dei cittadini e della comunità regionale introdotte da politiche, interventi e servizi regionali, condizionati alla messa a disposizione gratuita di spazi sui mass media per tale attività. Possono beneficiare dei contributi, di cui al presente comma, i soggetti di cui all'articolo 2, nonché le imprese editrici costituite come cooperative di giornalisti o enti senza fini di lucro, purché operanti nell'ambito territoriale dell'Emilia-Romagna. I soggetti beneficiari devono essere in possesso dei requisiti di cui all'articolo 3, con esclusivo riferimento al comma 1, lettere a), c), d), e), f), g), h), i), ed ai commi 3 e 4”.”.

 

EMENDAMENTO 13 GIUNTA

Nel progetto di legge, nel Capo IV “DISPOSIZIONI ULTERIORI E FINALI”, dopo l’articolo 15 è inserito il seguente:

“Art. 15 bis

Proroga delle disposizioni transitorie per il riordino territoriale nel settore delle aree naturali protette di cui all’articolo 8 della legge regionale n. 23 del 2019

 

1. Al fine di implementare il processo di attuazione del riordino territoriale in materia di aree naturali protette previsto dalla legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 (Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni), la Regione contribuisce per il 2020 al finanziamento della quota spettante alla Città metropolitana di Bologna e alle Province ai sensi dell’articolo 3 della legge regionale 23 dicembre 2011, n. 24 (Riorganizzazione del sistema regionale delle Aree protette e dei Siti della Rete natura 2000 e istituzione del Parco regionale dello Stirone e del Piacenziano).

 

2. Agli oneri derivanti dal comma 1, per l’esercizio 2020, la Regione fa fronte nell’ambito delle risorse già autorizzate nell’ambito della Missione 18 - Relazioni con le altre autonomie territoriali e locali, Programma 1 - Relazioni finanziarie con le altre autonomie territoriali del bilancio di previsione per l’esercizio 2020-2022.”.”.

 

EMENDAMENTO 14 LEGA cons Bargi

Al Capo I, dopo l’Art. 3 “Inserimento dell’articolo 12-bis alla legge regionale n. 1 del 2010”, è inserito il seguente articolo:

“Art. 3bis:

Estensione degli interventi della Regione a favore delle piccole e medie imprese”.

 

1. La Regione estende anche alle piccole e medie imprese, gli interventi previsti agli articoli 2 e 3 della presente legge a favore delle imprese artigiane.”.

 

EMENDAMENTO 15 LEGA cons Pelloni

All’allegato n. 2 - Progetto di legge regionale recante “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITA' PER IL 2021” - Capo II “TERRITORIO E AMBIENTE” l’Art. 4 è così modificato:

 

1. Le parole “è aggiunto il seguente” sono sostituite dalle parole “sono aggiunti i seguenti”.

 

2. Dopo le parole “partecipano alla governance territoriale” è aggiunto il seguente comma:

“5 quater. La Regione istituisce e sostiene spazi di coworking e costudying dotati di connessione internet veloce nei Comuni montani.”.

 

EMENDAMENTO 16 LEGA cons Pelloni

All’allegato n. 2 - Progetto di legge regionale recante “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITA' PER IL 2021” - Capo II “TERRITORIO E AMBIENTE” successivamente all’Art. 5 è inserito l’Art. 5 bis riportato di seguito:

“Art. 5 bis

Modifiche all’articolo 4 della legge regionale n. 16 del 2015

 

1. Al comma 4 dell’articolo 4 della legge regionale 5 ottobre 2015 n. 16 (Disposizioni a sostegno dell’economia circolare, della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita, della raccolta differenziata e modifiche alla legge regionale 19 agosto 1996, n. 31 (Disciplina del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi), sono apportate le seguenti modifiche:

 

Successivamente alla lettera c bis) è inserita la seguente lettera:

“d) ai Comuni che hanno applicato entro il 31 dicembre 2020 la tariffazione puntuale differenziata per utenze domestiche ed utenze non domestiche.”

 

Il periodo “Detratta la quota destinata alla lettera c) e c bis), il Fondo restante è ripartito tra le lettere a) e b) rispettivamente per due terzi ed un terzo e qualora non sussistano le condizioni per attribuire tutta la quota rispettivamente alle lettere a) e b) la stessa può essere assegnata all'altra lettera e in subordine alle lettere c) e c bis)” è così sostituito:

“Detratta la quota destinata alle lettere c) e c bis), il Fondo restante è ripartito tra le lettere a), b) e d) rispettivamente per un terzo ciascuna e qualora non sussistano le condizioni per attribuire tutta la quota rispettivamente alle lettere a), b) e d) la stessa può essere assegnata a un’altra lettera e in subordine alle lettere c) e c bis).”.”.

 

EMENDAMENTO 17 LEGA cons Pompignoli

Dopo l’articolo 12 è aggiunto il seguente:

Art. 12 bis

Modifiche all’articolo 6 della legge regionale n. 15 del 2012

 

1. Dopo il comma 9 dell’articolo 6 della legge regionale n. 15 del 2012 sono inseriti i seguenti commi:

 

9 bis. A decorrere dal 1 gennaio 2022 l’importo della tassa automobilistica regionale è ridotto del 10 per cento, nei limiti stabiliti dall’articolo 24 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n.504 (Riordino della finanza degli enti territoriali a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 421), per i pagamenti effettuati dai contribuenti mediante domiciliazione bancaria. In fase di prima applicazione, e comunque per un periodo non superiore al triennio, il servizio a supporto della domiciliazione bancaria è svolto dal servizio di tesoreria regionale. La Giunta regionale, acquisito il parere della commissione assembleare competente, definisce con propria deliberazione le modalità applicative per la fruizione dell’agevolazione di cui al presente comma.

 

9 ter. A partire dagli esercizi successivi al 2021 sono annualmente aggiornati con legge di approvazione del bilancio i dati relativi alle minori o maggiori entrate di cui al comma 9 bis. e gli eventuali scostamenti delle minori rispetto alle maggiori entrate sono ricondotti nell’ambito delle complessive operazioni di equilibrio del bilancio.”.

 

EMENDAMENTO 18 LEGA cons Bargi

Al Capo IV, All’Art. 13 comma 1 “Modifiche all’articolo 8 della legge regionale n. 12 del 2002”, dopo la “lettera b)”, eliminare le seguenti parole: “nonché alle organizzazioni di volontariato, alle cooperative sociali ed alle associazioni di promozione sociale che prevedano nei rispettivi statuti anche attività di promozione della pace e della nonviolenza, dell’intercultura, dei diritti umani, del dialogo interreligioso e della cittadinanza globale”.

 

EMENDAMENTO 19 LEGA cons Bargi

Al comma 1 bis dell’articolo 15 del presente progetto di legge che va a modificare l’articolo 6 della legge regionale n. 1 del 2018, dopo le parole “Giunta Regionale” aggiungere le seguenti parole: “previa informativa nella Commissione Assembleare competente”.

 

EMENDAMENTO 20 LEGA cons Pelloni

All’allegato n. 2 - Progetto di legge regionale recante “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITA' PER IL 2021” - Capo IV “DISPOSIZIONI ULTERIORI E FINALI” successivamente all’Art. 15 è inserito l’Art. 15 bis riportato di seguito:

“Art. 15 bis

Modifiche all’articolo 23 della legge regionale n. 12 del 2003

 

1. Al comma 3 dell’articolo 23 della legge regionale 30 giugno 2003, n. 12 (Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro) è apportata la seguente modifica: dopo le parole “azioni di coordinamento degli interventi e” sono inserite le seguenti parole “di stanziamento”.”.

 

EMENDAMENTO 21 LEGA cons D. Marchetti

All’Allegato 2, dopo l’art. 15 del presente progetto di legge regionale, è inserito il seguente:

“Art. 15-ter

Modifiche all’art. 27 della Legge regionale 23 dicembre 2010, n. 14 (Società Montecatone Rehabilitation Institute S.p.A )

 

1. I commi 1 e 2 dell’art. 27 della Legge regionale 23 dicembre 2010, n. 14, vengono sostituiti dai seguenti commi:

1. La Regione, al fine di garantire continuità con il progetto di sperimentazione gestionale realizzato e di assicurare lo sviluppo di una struttura di eccellenza in un settore di rilevante interesse sanitario, individua le modalità per avviare un percorso che porti al superamento dell’attuale forma giuridica di governance della società Montecatone Rehabilitation Institute s.p.a.

 

2. La Giunta regionale, con proprio provvedimento da emanare entro novanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, previa consultazione con la società Montecatone Rehabilitation Institute s.p.a., definisce gli elementi utili al raggiungimento dell’obiettivo posto dal comma 1.”.

 

EMENDAMENTO 22 LEGA cons Stragliati

All’Allegato 2, dopo l’art. 15 del presente progetto di legge regionale, è inserito il seguente:

 

“Art. 15-quater

Modifiche all’art. 12 della Legge regionale 4 dicembre 2003, n. 24 (Funzioni della Regione)

 

1. Al comma 4 dell’art. 12 della Legge regionale 4 dicembre 2003, n. 24, vengono aggiunte le seguenti parole: “e contribuisce al finanziamento del rinnovo dei mezzi della polizia locale”.”.

 

EMENDAMENTO 23 FRATELLI D’ITALIA cons Lisei

Al progetto di legge “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021” (ogg. ass. n. 2066), nel Capo IV “Disposizioni ulteriori e finali”, dopo l’art. 15, è aggiunto il seguente art. 15 bis:

 

“Art. 15 bis

Modifiche all’articolo 12 della legge regionale n. 4 del 2019

 

1. All’art. 12 della legge regionale 30 maggio 2019, n. 4 (Rideterminazione dei vitalizi in attuazione della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021) e conseguente riordino della disciplina in coerenza con l’abrogazione dell’istituto), i commi 5 e 6 sono così sostituiti:

“5. La restituzione dei contributi versati avviene in un'unica soluzione entro sei mesi dalla presentazione della domanda.

6. Qualora la Regione vanti crediti nei confronti del consigliere in carica o cessato che presenta domanda ai sensi del precedente comma due, verrà cautelativamente trattenuta in garanzia una somma pari all'ammontare delle spettanze dell’Ente maggiorata del 50 per cento, fino alla definizione dei rapporti patrimoniali pendenti.”.”.

 

EMENDAMENTO 24 LEGA cons. Facci, Pompignoli

“Capo II – Territorio e Ambiente”, dopo l’art. 9 aggiungere l’articolo

“Art. 9 bis

Modifiche all’articolo 3 della legge regionale n. 24 del 2017

 

1. Al comma 1 dell’art. 3 della legge regionale 21 dicembre 2017, n. 24 (Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio), le parole “quattro anni” sono sostituite dalle parole “cinque anni”.”.

 

EMENDAMENTO 25 LEGA cons. Facci, Pompignoli

“Capo II – Territorio e Ambiente”, dopo l’art. 9 aggiungere l’articolo

“Art. 9 ter

Modifiche all’articolo 5 della legge regionale n. 24 del 2017

 

1. Al comma 5 dell’art. 4 della legge regionale 21 dicembre 2017, n. 24 (Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio) le parole “sei anni” sono sostituite dalle parole “sette anni”.

2. Alla lettera c) del comma 7 dell’art. 4 della legge regionale n. 24 del 2017 le parole “sei anni” sono sostituite dalle parole “sette anni”.”.

 

EMENDAMENTO 26 LEGA cons. Facci, Pompignoli

“Capo II – Territorio e Ambiente”, dopo l’art. 9 aggiungere l’articolo

“Art. 9 quater

Modifiche all’articolo 76 della legge regionale n. 24 del 2017

 

1. Al comma 1 dell’art. 76 della legge regionale 21 dicembre 2017, n. 24 (Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio), le parole “quattro anni” sono sostituite dalle parole “cinque anni”.”.

 

EMENDAMENTO 27 M5S cons. Piccinini

Dopo l’articolo 1, nel Capo I è inserita la seguente sezione:

“Sezione A-I

Turismo

 

Art. 1 bis

Modifiche all’articolo 6 della legge regionale n. 4 del 2000

 

1. Nella legge regionale 1 febbraio 2000, n. 4 “Norme per la disciplina delle attività di animazione e di accompagnamento turistico”, all’articolo 6, dopo il comma 2 è inserito il seguente:

“2-bis. Inoltre la Regione pubblica annualmente l’elenco dei nominativi di coloro che si dichiarano disponibili all'effettivo esercizio della professione turistica per la quale sono stati abilitati, indicando anche le lingue straniere per le quali è stato superato l’esame e, su richiesta dei singoli, i recapiti per l’eventuale contatto.”.”.

 

EMENDAMENTO 28 M5S cons. Piccinini

All’articolo 3 bis “Estensione degli interventi della regione a favore delle piccole e medie imprese” introdotto dall’Emendamento n. 14 sono apportate le seguenti modifiche:

a) nella rubrica dell’articolo, dopo le parole: “a favore” sono aggiunte le seguenti “delle piccolissime imprese nonché”;

b) dopo le parole: “La Regione estende anche” sono inserite le seguenti: “alle piccolissime nonché”.

 

EMENDAMENTO 29 M5S cons. Piccinini

Nel comma 5 ter della legge regionale n. 2 del 2004 introdotto dall’articolo 4 dopo le parole: “in materia di” sono inserite le seguenti: “politiche per la”.

 

EMENDAMENTO 30 M5S cons. Piccinini

Al termine dell’articolo 13 è aggiunto il comma seguente

“2. Nella legge regionale n. 12 del 2002, dall’articolo 8, dopo il comma 4-bis è aggiunto il seguente:

“I contributi del comma 4-bis possono essere concessi solo a soggetti che non siano già destinatari di finanziamenti diretti concessi dalla Regione sulla base di propri provvedimenti legislativi:

a) relativamente all’articolo 4, comma 1, lettera a), nel caso delle organizzazioni non governative (ONG), delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS delle organizzazioni di volontariato, delle cooperative sociali e delle associazioni di promozione sociale, che prevedano nello statuto attività di cooperazione e solidarietà internazionale e loro forme associative di cui);

b) relativamente all’articolo 4, comma 1, lettera b), nel caso delle fondazioni con finalità attinenti alla presente legge nonché delle organizzazioni di volontariato, delle cooperative sociali e delle associazioni di promozione sociale che prevedano nei rispettivi statuti anche attività di promozione della pace e della nonviolenza, dell’intercultura, dei diritti umani, del dialogo interreligioso e della cittadinanza globale.”

 

EMENDAMENTO 31 PD cons. Mori, Costi, Rontini, Zappaterra

Alla lettera b) del comma 3 ter dell’articolo 12 della legge regionale n. 1 del 2010, inserito dall’articolo 2 del progetto di legge, dopo le parole “dei lavoratori e degli imprenditori” sono aggiunte le parole: “con particolare attenzione al coinvolgimento delle donne lavoratrici e imprenditrici”.

 

EMENDAMENTO 32 PD cons. Mori, Costi, Rontini, Zappaterra

Alla lettera d) del comma 1 dell’articolo 12 bis della legge regionale n. 1 del 2010, inserito dall’articolo 3 del progetto di legge, dopo le parole “manager di rete per le imprese” sono aggiunte le parole: “, con particolare attenzione al coinvolgimento e alla formazione delle donne manager”.

 

EMENDAMENTO 33 PD, BP, ERCEP, EV, M5S cons. Rontini, Fabbri, Mori, Daffadà, Pigoni, Bondavalli, Taruffi, Sabattini, Bessi, F. Marchetti, Zappaterra, Zamboni, Rossi, Piccinini, Costi, Amico

Dopo l’articolo 14 del progetto di legge è aggiunto il seguente:

“Art. 14 bis

1. Dopo il comma 2 dell’articolo 31 della legge regionale n. 6 del 2014 (Legge Quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere) è inserito il seguente:

“2 bis. Per le finalità di cui al comma 1, la Regione costituisce un apposito fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile denominato “Fondo regionale per l’imprenditoria femminile e Women New Deal”.”.

 

SUBEMENDAMENTO 34 UP

L’emendamento n. 1 al progetto di legge d'iniziativa della Giunta regionale recante “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021” (delibera di Giunta n. 1653 del 16 11 20)” (ogg. ass. n. 2066) è sostituito come segue.

 

Al progetto di legge “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità per il 2021” (ogg. ass. n. 2066), nel Capo IV “Disposizioni ulteriori e finali”, prima dell’art. 13, è aggiunto il seguente art. 12 bis:

 

“Art. 12 bis

Modifiche alla legge regionale n. 46 del 1989

 

1. Il titolo della legge regionale 15 dicembre 1989, n. 46 è sostituito dal seguente: “Adozione dello stemma, del gonfalone e della fascia istituzionale della Regione Emilia-Romagna”.

 

2. Dopo l’articolo 1 della legge regionale n. 46 del 1989, è aggiunto il seguente articolo:

“Art. 1 bis

 

1. La fascia istituzionale della Regione Emilia-Romagna è segno distintivo del Presidente della Giunta regionale e del Presidente dell’Assemblea legislativa, che possono utilizzarla in occasione di manifestazioni e iniziative ufficiali.

 

2. Le caratteristiche grafiche e cromatiche della fascia istituzionale, nonché le modalità di utilizzo della stessa, saranno definite dall’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa e dalla Giunta”.”.

 

SUBEMENDAMENTO 35 Giunta

Subemendamento all’emendamento n. 7

Il comma 2 dell’articolo 9 bis è sostituito dal seguente:

“2. Le utenze non domestiche che intendono conferire i propri rifiuti urbani avviandoli al recupero al di fuori del servizio pubblico ai sensi dell’articolo 238, comma 10, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale), devono comunicarlo al Comune, e all’affidatario del servizio pubblico dell’ambito gestionale di riferimento entro il 30 settembre di ciascun anno con effetti a decorrere dall’anno successivo indicando i quantitativi dei rifiuti da avviare a recupero, distinti per codice EER e stimati sulla base dei quantitativi prodotti nell’anno precedente nonché la durata del periodo, non inferiore a cinque anni, per cui si intende esercitare tale opzione; alla comunicazione deve essere allegata idonea documentazione, anche nella modalità dell’autocertificazione, comprovante l’esistenza di un accordo contrattuale con il soggetto che effettua l’attività di recupero dei rifiuti. Dette utenze sono escluse dalla sola corresponsione della componente tariffaria rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti.”.

 

SUBEMENDAMENTO 36 cons Piccinini, Rontini

Sub emendamento sostitutivo dell’emendamento n. 30 del Movimento 5 Stelle.

All’oggetto assembleare n. 2066, all’articolo 13, comma 1, che inserisce un nuovo periodo alla fine del comma 4 bis dell’articolo 8 della legge regionale n. 12 del 2002, le parole “e lettera b), nonché alle organizzazioni di volontariato” sono sostituite dalle parole “e lettera b), con priorità alle Università, alle organizzazioni di volontariato,…”.

 

SUBEMENDAMENTO 37 cons Rontini

Sub emendamento sostitutivo dell’emendamento n. 19 della Lega.

All’oggetto assembleare n. 2066, all’articolo 15 del progetto di legge, che modifica l’articolo 6 della legge regionale n. 1 del 2018, le parole “la Giunta regionale” sono aggiunte le seguenti: “, previa comunicazione alla Commissione assembleare competente”.

 

 

EMENDAMENTI PRESENTATI AL PROGETTO DI LEGGE OGG. 2067

 

2067 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2021-2023 (legge di stabilità regionale 2021)". (Delibera di Giunta n. 1654 del 16 11 20)

 

EMENDAMENTO 1 Giunta

1. La tabella A di cui al comma 1 dell’articolo 1 del presente progetto di legge è sostituita dalla seguente:

Immagine che contiene tavolo

Descrizione generata automaticamente

EMENDAMENTO 2 Giunta

1. Fra l’art. 3 e l’art. 4 del presente progetto di legge è inserito il seguente:

“Art. 3 bis

Contributo straordinario per le celebrazioni del cinquantesimo anniversario della nascita del DAMS dell’Università di Bologna

 

1. La Regione Emilia-Romagna, nel perseguimento delle finalità di promozione e sostegno della cultura, dell'arte e della musica di cui all'articolo 6, comma 1, lettera g) dello Statuto regionale, al fine di sostenere il programma di iniziative celebrative del cinquantesimo anniversario della nascita del Corso di studio in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (DAMS) dell’Università di Bologna, il primo Corso di Laurea italiano interamente dedicato alle arti visive e dello spettacolo, è autorizzata a concedere all’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna un contributo straordinario di euro 200.000,00 per l’esercizio 2021.

2. Per far fronte agli oneri derivanti dal comma 1 è disposta per l’esercizio 2021 un’autorizzazione di spesa pari ad euro 200.000,00, nell'ambito della Missione 5 Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali - Programma 2 Attività Culturali e interventi diversi nel settore culturale.

3. La Giunta regionale stabilisce le modalità per la concessione e l'erogazione del contributo.”

 

EMENDAMENTO 3 Giunta

1. L’art. 17 del presente progetto di legge è abrogato.

 

EMENDAMENTO 4 Giunta

1. Fra l’art. 12 e l’art. 13 del presente progetto di legge è inserito il seguente:

“Art. 12 bis

Partecipazione all'Esposizione universale Expo Dubai 2020

 

1. Le autorizzazioni di spesa disposte dall’art. 17 della legge regionale 27 dicembre 2018, n. 25 (Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2019-2021 (Legge di stabilità regionale 2019)) sono integrate, nell’ambito della Missione 14 Sviluppo economico e competitività - Programma 1 Industria, PMI e Artigianato di euro 400.000,00 per l’esercizio finanziario 2022.”.

 

EMENDAMENTO 5 Lega cons Pompignoli

Dopo l’articolo 4 è aggiunto il seguente:

Art. 4 bis

Contributo straordinario per le celebrazioni del settimo centenario della morte di Dante Alighieri

 

1. La Regione Emilia-Romagna persegue gli obiettivi di tutela del patrimonio culturale e delle tradizioni storiche del territorio regionale, secondo le previsioni dell'articolo 2, comma 1, lettera c), e le finalità di promozione e sostegno della cultura, dell'arte e della musica di cui all'articolo 6, comma 1, lettera g), dello Statuto regionale. A tal fine, sostiene il programma di iniziative celebrative del settimo centenario della morte di Dante Alighieri concedendo al Comune di Forlì, prossimo ad ospitare dal 12 marzo al 4 luglio 2021 presso i Musei San Domenico la straordinaria rassegna espositiva "Dante. La visione dell’arte", un contributo straordinario di euro 250.000,00.

 

2. Per far fronte agli oneri di cui al comma 1, sono disposte, nell’ambito della Missione 5 Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali - Programma 2 Attività Culturali e interventi diversi nel settore culturale, le seguenti autorizzazioni di spesa:

esercizio 2021euro 250.000,00;

 

3. La Giunta regionale stabilisce le modalità per la concessione e l’erogazione del contributo.”.

 

EMENDAMENTO 6 Lega cons Pompignoli

Nel comma 3 dell’articolo 15 del presente progetto di legge regionale le parole “euro 400.000,00” sono sostituite dalle parole “euro 500.000,00”.

 

EMENDAMENTO 7 M5S cons Piccinini

L’articolo 4 è abrogato.

 

EMENDAMENTO 8 M5S cons Piccinini

Dopo l’articolo 12 è inserito il seguente:

“Art. 12-bis

Progetti finalizzati all'orientamento e alla partecipazione alle attività formative

 

1. Per il perseguimento delle finalità di cui al comma 2 dell’articolo 18 della legge regionale 27 luglio 2018, n. 12 “Assestamento e prima variazione generale al bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2018-2020” la Regione è autorizzata una spesa per gli anni 2021, 2022 e 2023 pari a euro 1.400.000,00 per il finanziamento di progetti dei Comuni del comma 1 dello stesso articolo.

 

2. La spesa del comma 1 è subordinata alle condizioni stabilite dal comma 3 dell’articolo 18 della legge regionale n. 12 del 2018.

 

3. Al termine del comma 2 dell’articolo 18 della legge regionale n. 12 del 2018 sono aggiunte le seguenti parole: “, servizi diretti alla formazione e all’inserimento lavorativo di persone con disabilità, in condizione di fragilità e vulnerabilità, servizi e misure rivolte alla qualificazione professionale e all’inserimento lavorativo di persone che hanno perso l’occupazione a causa degli effetti economici della pandemia da Covid 19”.

 

EMENDAMENTO 9 Lega cons Pompignoli

L’art. 4 del presente progetto di legge è abrogato.

 

 

EMENDAMENTI PRESENTATI AL PROGETTO DI LEGGE OGG. 2068

 

2068 -Progetto di legge d'iniziativa Giunta recante: "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2021-2023". (Delibera di Giunta n. 1655 del 16 11 20)

 

EMENDAMENTO 1 Giunta

1. L’articolo 1 del presente progetto di legge è sostituito dal seguente:

“Art. 1

Stati di previsione delle entrate e delle spese

1. Per l’esercizio finanziario 2021 sono rispettivamente previste entrate di competenza per 16.729.175.515,19 euro e di cassa per 17.368.991.009,92 euro e autorizzati impegni di spesa per 16.729.175.515,19 euro e pagamenti per 17.151.858.730,69 euro in conformità agli stati di previsione delle entrate e delle spese allegati alla presente legge.

 

2. Per l’esercizio finanziario 2022 sono rispettivamente previste entrate di competenza per 15.649.971.111,44 euro e autorizzati impegni di spesa per 15.649.971.111,44 euro in conformità agli stati di previsione delle entrate e delle spese allegati alla presente legge.

 

3. Per l’esercizio finanziario 2023 sono rispettivamente previste entrate di competenza per 15.377.342.029,35 euro e autorizzati impegni di spesa per 15.377.342.029,35 euro in conformità agli stati di previsione delle entrate e delle spese allegati alla presente legge.”.

 

EMENDAMENTO 2 Giunta

1. Il comma 1 dell’articolo 7 del presente progetto di legge è sostituito dal seguente:

“1. Per l'attuazione del programma regionale degli investimenti è autorizzato il ricorso all’indebitamento rispettivamente per euro 72.238.533,67 nel 2021, euro 72.952.631,58 nel 2022 ed euro 110.000.000,00 nel 2023, nel rispetto di quanto previsto dalle leggi vigenti in materia, con particolare riferimento all’articolo 10 della legge 24 dicembre 2012, n.243 (Disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell’articolo 81, sesto comma, della Costituzione), nel rispetto dell’articolo 3, commi da 16 a 21-bis, della legge 24 dicembre 2003, n.350 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ‘Legge finanziaria 2004’) e dell’art. 62 del Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 nonché all’osservanza di quanto recato dall’art. 62 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.”.

 

EMENDAMENTO 3 Lega cons Bargi

All'allegato 3 di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c) del presente progetto di legge, l'autorizzazione di spesa a valere sulla Missione 20 (Fondi e accantonamenti), Programma 1 (Fondo di riserva), Titolo 1 (Spesa corrente), è variata in diminuzione per l'importo di Euro 50.000.000,00 per l'annualità 2021 restando invariata per le annualità 2022 e 2023. Contestualmente l'autorizzazione di spesa a valere sulla Missione 20 (Fondi e accantonamenti), Programma 3 (Altri fondi), Titolo 1 (Spesa corrente), è variata in aumentato per l'importo di Euro 50.000.000,00 per l'annualità 2021 restando invariata per le annualità 2022 e 2023. All’elenco delle voci finanziate attraverso il “Fondo speciale per far fronte agli oneri derivanti da provvedimenti legislativi regionali in corso di approvazione - spese correnti” è integrata la seguente Voce “13 P.L.R.: Sostegno straordinario alle attività produttive nei settori maggiormente coinvolti dalle misure restrittive introdotte per contrastare il COVID–19”. Conseguentemente sono modificate le previsioni contenute nei rimanenti allegati di cui all’articolo 2, comma 1, e la previsione relativa alla quantificazione del “Fondo di riserva” di cui all’articolo 3 del presente progetto di legge.”.

 

EMENDAMENTO 4 Lega cons Montevecchi

All'allegato 3 di cui all'articolo 2, comma 1, lettera c) del presente progetto di legge, l'autorizzazione di spesa a valere sulla Missione 20 (Fondi e accantonamenti), Programma 1 (Fondo di riserva), Titolo 1 (Spese correnti), è variata in diminuzione per l'importo di Euro 4.087.437,45 per l'annualità 2021 e resta invariata per le annualità 2022 e 2023. Contestualmente l'autorizzazione di spesa relativa alla LR 3/1999 “Riforma del sistema regionale e locale” a valere sulla missione 10 (Trasporti e diritto alla mobilità), programma 5 (Viabilità e infrastrutture stradali), di cui all’Allegato 16 “Elenco delle spese autorizzate con il bilancio 2021-2023 quantificate annualmente con legge di approvazione di bilancio”, è variata in aumentato per l'importo di Euro 4.087.437,45 per l'annualità 2021 restando invariato per le annualità 2022 e 2023. Conseguentemente sono modificate le previsioni contenute nei rimanenti allegati di cui all’articolo 2, comma 1, e la previsione relativa alla quantificazione del “Fondo di riserva” di cui all’articolo 3 del presente progetto di legge.”.

 

EMENDAMENTO 5 FI cons Castaldini

Il sottoscritto Consigliere Valentina Castaldini (omissis) propone di emendare, per la finalità sopraccitata, il Pdl 2068, Allegato III, come segue:

-          di ridurre per 1.000.000 euro la MISSIONE 20 “Fondi e accantonamenti”, Programma 1 “Fondo di riserva”, Titolo 1 “Spese correnti” nell’annualità 2021;

-          di incrementare la MISSIONE 12 – “Diritti sociali, politiche sociali e famiglia”, Programma 5 “Interventi per le famiglie” – Titolo 1 “Spese Correnti” di euro 1.000.000 nell’annualità 2021;

 

EMENDAMENTO 6 PD, BP, ERCEP, EV, M5S cons Rontini, Mori, Zamboni, Taruffi, Zappaterra, Pigoni, Costi, Fabbri, Rossi, Piccinini, Amico, Bessi, Bondavalli, Daffadà, Sabattini, F. Marchetti

Al fine di favorire e sostenere l’imprenditoria femminile, in attuazione della legge regionale 6 del 2014, sono aumentate le risorse della Missione 14 Sviluppo economico e competitività, Programma  Industria, PMI e Artigianato per l’esercizio 2021 di euro 1.000.000,00 e di pari importo ridotte le risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva.

 

In conseguenza dell’emendamento proposto dovrà essere modificato il seguente allegato:

-          Allegato 3 alla voce relativa alla Missione 14 Sviluppo economico e competitività, Programma 1 Industria, PMI e Artigianato, titolo 1 Spese correnti, Previsioni di competenza e di cassa per l’esercizio 2021 aumento di euro 1.000.000,00 e riduzione di pari importi delle risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva, titolo 1 Spese correnti.

 

In conseguenza dell’emendamento proposto dovranno essere modificati i seguenti allegati di cui all’articolo 2:

-          il prospetto recante il riepilogo generale delle spese per missioni per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato 4)

-          l’elenco delle spese autorizzate con il bilancio 2021-2023 quantificate annualmente con legge di approvazione di bilancio (allegato 16).

 

EMENDAMENTO 7 PD, BP, ERCEP, EV, Lega, RCPER cons Rontini, Taruffi, Zamboni, Bargi, Zappaterra, Amico, Pigoni, Pompignoli, Mastacchi, Catellani

Al fine di valorizzare la figura del caregiver familiare, rispetto alle finalità di cui alla Legge regionale 2 del 2014 e in attuazione della Legge regionale 9 del 2018, sono aumentate le risorse della Missione 13 Tutela della salute, Programma 2 Servizio sanitario regionale - finanziamento aggiuntivo corrente per livelli di assistenza superiori ai LEA per l’esercizio 2021 di euro 1.000.000,00 e di pari importo ridotte le risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva.

 

In conseguenza dell’emendamento proposto dovrà essere modificato il seguente allegato:

-          Allegato 3 alla voce relativa alla Missione 13 Tutela della salute, Programma 2 Servizio sanitario regionale - finanziamento aggiuntivo corrente per livelli di assistenza superiori ai LEA, titolo 1 Spese correnti, Previsioni di competenza e di cassa per l’esercizio 2021 aumento di euro 1.000.000,00 e riduzione di pari importi delle risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva, titolo 1 Spese correnti.

 

In conseguenza dell’emendamento proposto dovranno essere modificati i seguenti allegati di cui all’articolo 2:

-          il prospetto recante il riepilogo generale delle spese per missioni per ciascuno degli anni considerati nel bilancio triennale (allegato 4);

-          l’elenco delle spese autorizzate con il bilancio 2021 - 2023 quantificate annualmente con legge di approvazione di bilancio (allegato 16).

 

EMENDAMENTO 8 PD, BP, ERCEP, EV, M5S cons Rontini, Pigoni, Taruffi, Zappaterra, Zamboni,

F. Marchetti, Piccinini, Amico

Al fine di sostenere le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale, sono aumentate le risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 3 Altri fondi per l’esercizio 2021 di euro 1.000.000,00 e di pari importo ridotte le risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva.

 

In conseguenza dell’emendamento proposto dovrà essere modificato il seguente allegato:

-          Allegato 3 alla voce relativa alla Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 3 Altri fondi, titolo 1 Spese correnti, Previsioni di competenza e di cassa per l’esercizio 2021 aumento di euro 1.000.000,00 e riduzione di pari importi delle risorse della Missione 20 Fondi e accantonamenti, Programma 1 Fondo di riserva, titolo 1 Spese correnti.

 

Alle voci dell’elenco “FONDO SPECIALE PER FAR FRONTE AGLI ONERI DERIVANTI DA PROVVEDIMENTI LEGISLATIVI REGIONALI IN CORSO DI APPROVAZIONE - SPESE CORRENTI è aggiunta la voce:

13 Plr Direzione generale 12 “Sostegno al terzo settore”.

 

EMENDAMENTO 9 Lega cons Rainieri, Occhi

All’allegato 3 di cui all’articolo 2, comma 1, lettera c) del presente progetto di legge, l’autorizzazione di spesa a valere sulla missione 12 (Diritti sociali, politiche sociali e famiglia) Programma 8 (cooperazione e associazionismo) Titolo 1 (spese correnti) è variata in diminuzione per l’importo di Euro 1.000.000 per l’annualità 2021 restando invariata per le annate 2022 e 2023. Contestualmente l’autorizzazione di spesa a valere sulla Missione 12 (Diritti sociali, politiche sociali e famiglia) Programma 9 (Servizi necroscopici e cimiteriali) Titolo 1 (spesa corrente) è variata in aumento per Euro 1.000.000 2021 restando invariata per le annualità 2022 e 2023.